V8 biturbo da 4.4 litri e trazione integrale. Ecco le armi della super coupé M850i, la top di gamma in attesa della più potente M8

Le coupé hanno un fascino unico, quasi sempre eleganti, sportive e filanti grazie alla linea del tetto discendente che, però, va a discapito di praticità e abitabilità. BMW ha presentato quindi la Serie 8 Gran Coupé, sorella della Coupé che già conosciamo ma più lunga (+23 cm) e leggermente più pesante (70 kg). Conquista di fatto lo scettro di ammiraglia sportiva della gamma BMW, senza nulla togliere alla Serie 7 che si affaccia ad un pubblico diverso: abbiamo avuto l'occasione di provarla su strada e sulla neve. Ecco come va.

Com'è fuori

Rispetto alla coupé è più larga di 3 cm e più alta di 6, con il passo che cresce di ben 20 cm a favore dei passeggeri. Se dal frontale e dal posteriore è difficile riconoscerla, è guardandola dal profilo che si vede tutto il lavoro dei designer, che hanno lavorato di matita per fare in modo che la lunghezza di 5 metri e 8 centimetri non rendesse sproporzionate le linee: morbide ma allo stesso tempo decise, slanciano la fiancata attraversata da due nervature, una che unisce i passaruota scavando le portiere e l’altra sulla linea di cintura che collega i gruppi ottici inglobando le maniglie.

BMW 8er Gran Coupé

Lo sguardo è cattivo, sia davanti, con la "pupilla" blu del modulo laser che illumina fino a 600 metri, che dietro, con un’aria quasi corrucciata che non la fa passare inosservata: a seconda delle colorazioni è quasi aggressiva, soprattutto nella tinta grigio opaca che vedete nelle foto, con le proporzioni che però rimangono equilibrate nonostante le dimensioni extra large.

Com'è dentro

Gli interni sono la parte meno caratteristica della Serie 8 Gran Coupé, con l’impostazione che riprende quella che abbiamo già visto di recente su altri modelli. Materiali pregiati impreziosiscono l’abitacolo, con gli assemblaggi solidi che trasmettono una sensazione di altissima qualità.

BMW 8er Gran Coupé

Il sistema di infotainment con doppio schermo digitale può essere gestito attraverso i comandi vocali senza dover staccare le mani dal volante. L’interfaccia grafica è stata aggiornata in alcuni dettagli anche se rimane comunque un po’ confusa per via delle tante informazioni e la scarsa possibilità di personalizzazione. Tra i tanti dettagli, quello che mi è piaciuto di più è la spettacolare finitura dei tweeter dell’impianto audio Harman Kardon, in alluminio e con un effetto a turbina tridimensionale che volendo può essere anche retroilluminata.

Piacere di guida

Il baricentro basso, l’aerodinamica e la trazione integrale sono gli elementi chiave che fanno di questa berlina coupé una divoratrice di chilometri. A velocità di codice sembra di essere su due binari, l’insonorizzazione è ottima e l’assetto non trasmette alcuna vibrazione al volante. Una berlina pensata per le Autobahn tedesche - le autostrade in Germania che non hanno limiti di velocità -, con il limitatore elettronico che, sulle nostre strade, deve essere quasi attivato per forza per le velocità da ritiro della patente che si raggiungono in un attimo.

BMW 8er Gran Coupé

Abbiamo avuto modo di provare la top di gamma attualmente a listino: sotto il cofano di questa M850i abbiamo infatti un enorme V8 a benzina da 530 CV e 750 Nm che spara fuori dalle curve a velocità stratosferiche anche andando a mezzo gas. L’ingresso in curva è millimetrico e le quattro ruote sterzanti ne aumentano l'agilità accorciando virtualmente il passo.

Purtroppo abbiamo avuto pochissimo tempo per provarla su strada: il peso e le inerzie si sentono ma la Serie 8 si muove agilmente grazie al baricentro e agli aiutini elettronici. Abbiamo però avuto la possibilità di metterla alla prova sulla neve, con la taratura del DSC che lascia spazio al divertimento grazie a tre diverse regolazioni, on, off e un set up intermedio e alla ripartizione della coppia che favorisce il sovrasterzo.

Comfort

È, ovviamente, più grande e spaziosa rispetto alla Coupé: davanti si sta comodissimi con i sedili che possono essere massaggianti, riscaldati e ventilati, con lo stesso discorso che vale per le due poltrone posteriori profilate e sportive, comode ma un po’ dure nella seduta (potrebbero dare qualche fastidio dopo tante ore di viaggio). Nonostante il test drive su strada sia stato breve, è stato sufficiente per apprezzare la differente risposta degli ammortizzatori a controllo elettronico (optional da 2.750 euro): nella guida rilassata - in modalità Eco Pro e Comfort - la Serie 8 passa sopra buche e sconnessioni senza il minimo sussulto, per poi acquattarsi e irrigidirsi quando necessario nelle più sportive Sport e Sport+.

BMW 8er Gran Coupé

Quanto costa

La BMW Serie 8 Gran Coupé è già ordinabile nelle concessionarie ad un prezzo d’attacco di 96.500 euro per la 840i a trazione posteriore con il sei cilindri in linea 3.0 da 340 CV, poche migliaia in meno della Porsche Panamera che è la sua rivale diretta. Per avere la trazione integrale - solo su questa motorizzazione perché su tutte le altre è di serie - bisogna mettere in conto 3.800 euro in più. Il diesel parte da 103.700 euro mentre per la M850i della nostra prova ce ne vogliono 129.100 optional esclusi. Per un esemplare ben accessoriato però bisogna mettere in conto una cifra superiore perché il listino, come da tradizione tedesca, è piuttosto lungo.

Fotogallery: BMW Serie 8 Gran Coupé

BMW Serie 8 Gran Coupé M850i xDrive

Lunghezza 5,08 m
Altezza 1,41 m
Larghezza 1,93 m
Peso 1.920 kg
Capacità di carico 440 l
Motore V8 biturbo benzina
Potenza 530 CV
Trasmissione Automatico ZF a 8 marce
Trazione Integrale
Coppia Massima 750 Nm
Velocità Massima 250 km/h
Accelerazione 0-100 km/h 3,9 secondi
Prezzo base 96.500 euro
Prezzo della versione provata 129.100 euro