Si chiama E-Tech e ha ben tre motori che lavorano insieme. L'abbiamo analizzata a 360° per capire come va, in città e fuori

Dopo ben cinque generazioni alle spalle, la Renault Clio non sembra voler in alcun modo arrestare la sua corsa tra record e successi commerciali. È da tempo l’auto straniera più venduta in Italia, e anche l’utilitaria - o segmento B, per i più precisi - più venduta d’Europa.

Il suo mix tra stile, praticità e economicità di gestione l’ha premiata negli scorsi anni e la generazione attuale accosta a questi elementi altri tre fattori importanti: la piacevolezza di guida, la qualità percepita negli interni e la tecnologia di bordo. Non finisce qui, perché ora la Clio si può avere anche full hybrid nella sua versione E-Tech. Quanto basta, insomma, per eleggerla Auto del Mese di Motor1.com.

Ibrido vero, con soluzioni all'avanguardia

Non ci soffermeremo troppo sui dettagli del powertrain della Clio E-Tech, li trovate tutti nell’articolo di analisi tecnica. Quello che però è importante sottolineare è che si tratta di un sistema ibrido definito full, cioè in grado di far procedere l’auto nella sola modalità elettrica.

Renault Clio E-Tech

La batteria da 1,2 kWh non consente lunghe percorrenze a zero emissioni, ma non è infatti questo il senso di un’auto full hybrid, quanto piuttosto la sua capacità di sfruttare la sinergia tra il comparto elettrico e il motore termico e fare in modo che quest’ultimo resti il più possibile spento.

Renault Clio E-Tech
Renault Clio E-Tech

I tre motori (gli elettrici sono due) sono messi in comunicazione da un cambio molto sofisticato, una trasmissione che è un’esclusiva di Renault e che favorisce il cambio di flussi energetici senza incertezze. Questo significa che l’effetto di trascinamento tipico di altre ibride non è presente.

Si guida come un’auto più grande 

Sebbene le dimensioni generali non siano cambiate rispetto alla precedente generazione, la Clio E-Tech (come tutte le nuove Clio con motorizzazioni differenti) beneficia di una nuova piattaforma costruttiva che si chiama CMF-B e che le consente di avere doti dinamiche superiori rispetto a prima, come si evince dal video.

Renault Clio E-Tech

La stabilità infatti è aumentata, così come il senso di connessione con l’avantreno, grazie anche ad uno sterzo preciso anche se leggero. Si sente poco l’aumento di peso di circa 200 kg: con 1.238 kg totali, l’auto resta in linea con il segmento.

Renault Clio E-Tech
Renault Clio E-Tech

Anche il comfort è buono, soprattutto quello dell’insonorizzazione dai fruscii aerodinamici: sembra di stare a bordo di un’auto premium. L’assetto, con i cerchi da 17” di questa prova, se sulle curve dimostra un ottimo appoggio, sui fondi irregolari a volte risponde con dei feedback un po’ bruschi. 

La rivoluzione è dentro

Un punto debole della precedente generazione di Clio era la qualità percepita degli interni. Con la nuova, è tutta un’altra storia, tant’è che nemmeno molte rivali tedesche offrono una cura negli assemblaggi di questo livello, e ancora di più nella scelta dei materiali. Restano ancora degli aspetti su cui si può migliorare, che mettiamo in risalto nel filmato.

Renault Clio E-Tech

Di prim’ordine il comparto "tech", sia per quanto riguarda gli assistenti alla guida (quasi tutti di serie su ogni versione) e la connettività. Lo schermo da 9,3” (non sempre di serie) fa molta scena ma è anche intuitivo da usare nella vita di tutti i giorni e ampiamente personalizzabile.

Renault Clio E-Tech
Renault Clio E-Tech

Ci sono tanti altri dettagli però che abbiamo valutato per eleggere la Clio E-Tech l’Auto del Mese di Motor1.com, e li trovate tutti nel video del Full Test. Nel video Focus, invece, trattiamo il funzionamento del cambio automatico e quanto, effettivamente, la Clio ibrida sia efficiente a livello di consumi rilevati.

Fotogallery: La Renault Clio E-Tech Hybrid è Auto del Mese di Motor1.com