Il punto di forza degli pneumatici 4 stagioni - e chi li utilizza già lo sa - è soprattutto la "praticità": non obbligano a effettuare il cambio gomme in primavera e in autunno e permettono di accedere alle strade che richiedono dotazioni invernali nei mesi più freddi.

E questo utilizzo ininterrotto, durante tutto l'anno, fa sì che le gomme all season debbano garantire buone prestazioni in condizioni molto distanti tra loro, dalla guida sulla neve d'inverno ai viaggi in autostrada d'estate, con l'asfalto molto caldo.

Ecco perché - per far convivere esigenze spesso opposte - con il passare del tempo fra i costruttori di pneumatici c'è stata un'evoluzione tecnologica importante, che ha portato le gomme 4 stagioni a raggiungere prestazioni di livello superiore rispetto agli pneumatici della stessa categoria, ma di generazione precedente: analizziamo le aree in cui i tecnici hanno lavorato di più per migliorare il comportamento su strada nel caso specifico delle gomme Hankook Kinergy 4S 2.

Meno resistenza, meno usura

Fra gli interventi più importanti rientrano le soluzioni pensate per le cinture in acciaio che fanno parte della struttura del pneumatico: sono stati raddoppiati gli strati ed è stata allargata la sezione. In più, è stata ridefinita anche la forma della carcassa in poliestere, per dare maggiore stabilità ai fianchi e incrementare la rigidezza dello pneumatico.

Hankook Kinergy 4S 2, caratteristiche delle 4 stagioni di ultima generazione

Questi accorgimenti permettono di ridurre la resistenza al rotolamento delle Kinergy 4S 2, che si traduce sia in una minore usura, sia in consumi di carburante inferiori.

Hankook Kinergy 4S 2, caratteristiche delle 4 stagioni di ultima generazione

Prestazioni sull'asciutto

La rigidezza del battistrada è garantita da tiranti concavi nella giunzione dei tasselli, chiamati Tie Bar. In più, c'è una cintura rinforzata con copertura totale (senza giunture), che offre maggiore resistenza alle deformazioni del battistrada e aiuta a rendere più uniforme l'orma di contatto.

Hankook Kinergy 4S 2, caratteristiche delle 4 stagioni di ultima generazione

Parlando invece di direzionalità, nella zona del tallone è stato utilizzato un materiale riempitivo ad alta rigidezza, studiato per stabilizzare (e uniformare) la linea di unione fra cerchio e pneumatico anche in caso di manovre brusche.

Infine, ci sono delle speciali lamelle estive che servono a rendere più solidi gruppi di tasselli diversi, per migliorare le sensazioni di guida sull'asciutto.

Hankook Kinergy 4S 2, caratteristiche delle 4 stagioni di ultima generazione

Bagnato e neve

Queste gomme Hankook sono omologate M+S e hanno il simbolo del "fiocco di neve circondato da una montagna": le prestazioni su fondo innevato, di conseguenza, sono state fra i principali obiettivi del progetto.

Hankook Kinergy 4S 2, caratteristiche delle 4 stagioni di ultima generazione

È stato sviluppato un battistrada con disegno a "V", con scanalature collegate tra loro secondo una geometria che migliora l'aderenza sui fondi viscidi e la forza di scavo sulla neve, per facilitare le ripartenze a veicolo fermo.

Per migliorare le prestazioni di guida sulla neve in curva, invece, le estremità sono dotate di bordi dentellati che danno più grip laterale, e dunque una maggiore precisione nel percorrere le traiettorie.

Per quanto riguarda la frenata, ci sono delle lamelle invernali tridimensionali che si compattano all'estremità del battistrada: la geometria seghettata di queste lamelle fa da "antiscivolo" nella zona dei bordi.

Hankook Kinergy 4S 2, caratteristiche delle 4 stagioni di ultima generazione

Ricordiamo, però, che la neve non è la più frequente degli scenari di guida, e anche di inverno spesso e volentieri ci si trova più facilmente a guidare sul bagnato. E le Kinergy 4S 2 sono state sviluppate per garantire un buon comportamento anche in questo tipo di situazioni attraverso le seguenti soluzioni tecniche.

Le scanalature sono state allargate e hanno ricevuto un'angolazione più pronunciata, per migliorare la capacità di evacuazione dell'acqua anche del doppio rispetto a pneumatici con un disegno più convenzionale. Riducendo quindi il rischio di aquaplaning.

Hankook Kinergy 4S 2, caratteristiche delle 4 stagioni di ultima generazione

Per la frenata su asfalto bagnato, poi, è stata sviluppata una tecnologia chiamata "Aqua Slant Bifasica" (con due livelli di profondità nelle scanalature), che garantisce il giusto drenaggio dell'acqua, e al contempo un'elevata rigidezza dei tasselli.

Anche la mescola stessa, chiamata "Aqua Pine", è di nuova generazione ed è caratterizzata da un'alta carica di silicio. A cui si aggiungono additivi sviluppati per migliorare sia la trazione longitudinale, sia l'aderenza laterale.

Fotogallery: Hankook Kinergy 4S 2, caratteristiche delle 4 stagioni di ultima generazione