La iconic edition di questa prova, è, almeno per il momento, l'ultima Audi TT di sempre, sicuramente l'ultima con lo strepitoso cinque cilindri 2.5 da 400 CV sotto il cofano. È il canto del cigno di un modello che in quasi 25 anni di carriera ha fatto innamorare intere generazioni, una coupé compatta, affascinante, ben fatta e dall'ottima dinamica di guida.

Arriva in Europa nella prima metà del 2023, limitata a 100 esemplari e con una dotazione ricchissima che giustifica - in parte - il prezzo alto. Per provarla sono volato in Spagna, sulle bellissime strade collinari tra Siviglia e il circuito di Monteblanco. Come va? Potete leggere qui sotto o cliccare sul video in copertina!

Audi TT RS iconic edition: esterni

Se già l'Audi TT RS è difficile che passi inosservata, questo discorso vale a maggior ragione per la iconic edition. Si riconosce dal colore della carrozzeria grigio Nardò a contrasto con il nero lucido della griglia single frame anteriore, dei badge e del logo Audi, della parte inferiore della minigonne e delle calotte degli specchietti. Anche i cerchi da 20" a sette razze sono in nero lucido così come le pinze freno nascoste al di sotto. Che sia una iconic edition lo ricorda anche il logo specifico sul vetro posteriore.

Audi TT RS iconic edition

Il kit aerodinamico che si vede nelle immagini è di serie e completamente in fibra di carbonio, sviluppato appositamente in galleria del vento per garantire il massimo valore di deportanza e tenere la TT RS incollata all'asfalto. Il pacchetto include lo splitter, le lame ai lati del paraurti anteriore, le minigonne, i profili dei passaruota, l'estrattore e la grande ala posteriore. A completare il quadro ci pensano i due vistosi terminali di scarico ovali, non in fibra di carbonio ma dall'effetto wow assicurato.

Audi TT RS iconic edition: interni

Gli interni dell'Audi TT RS Coupé iconic edition sono caratterizzati dai sedili sportivi RS bicolore in Alcantara nera con cuciture a contrasto gialle e fianchetti in pelle Nappa grigia. La stessa trama si trova anche sui tappetini, sui poggiabraccia laterali, sulla console e sulla palpebra della strumentazione digitale. Sul volante, la tacca gialla a ore 12 è in Alcantara e, trattandosi di un'edizione speciale e limitata, sul pomello del cambio è riportato il numero identificativo dell'esemplare. A livello di dotazione, di serie è previsto tutto e di più, compresi l'infotainment top di gamma e l'impianto audio Bang&Olufsen con suono 3D.

Audi TT RS iconic edition

Audi TT RS iconic edition: guida

Sotto il cofano dell'ultima TT RS puramente a benzina non può non esserci lo straordinario cinque cilindri in linea 2.5 da 400 CV e 485 Nm di coppia massima. È un motore che negli anni abbiamo avuto modo di provare su diversi modelli e che abbiamo sempre apprezzato perché ha tiro - scatta da 0 a 100 in 3,7 secondi con una velocità massima di oltre 250 km/h -, coppia da vendere e anche una bella sonorità.

Un dettaglio che ho molto apprezzato sulla TT è il pulsante sul tunnel centrale che serve per aprire le valvole degli scarichi a prescindere dalla modalità di guida inserita: non si deve per forza impostare la Dynamic, la più spinta, per godersi la voce del motore che, ai bassi, è cupo e rauco ma pronto a sciogliersi puntando la zona rossa del contagiri.

Audi TT RS iconic edition

Questa iconic edition ha gli ammortizzatori a controllo elettronico: è in generale un assetto molto equilibrato che sa essere rigido il giusto in Dynamic ma confortevole nella vita di tutti i giorni. Si può personalizzare attraverso la modalità Individual - che si richiama attraverso il tasto Drive Select sulla razza in basso a sinistra del volante - che permette di andare a tarare anche altri parametri come per esempio la risposta dell'acceleratore, il carico del volante, la velocità di cambiata e la ripartizione della coppia della avantreno e retrotreno.

A proposito della trazione, la TT RS è integrale con un sistema che ha già qualche anno sulle spalle - diverso per intenderci da quello dell'ultima RS 3 che ha anche una modalità Drift - con la coppia che viene distribuita più o meno omogeneamente su entrambi gli assi. Tutta la coppia viene gestita dal cambio automatico S-tronic a sette rapporti che può essere utilizzato anche in manuale attraverso le palette al volante che, però, sono piuttosto plasticose nel feedback.

Audi TT RS iconic edition

Nonostante sia bassa e compatta, da dentro la TT sembra di viaggiare su un'auto di categoria superiore. La posizione di guida è perfetta con un'ampia escursione sia del sedile che del volante, le sedute sono comode e c'è tanta aria a disposizione. La visibilità davanti poi è eccezionale, si percepiscono molto bene gli ingombri della carrozzeria, e anche lateralmente la visuale è libera perché i montanti sono sottili. Parcheggiare è più difficile perché il tetto scende ma ci sono i sensori di parcheggio e la retrocamera.

Dopo qualche chilometro al volante della TT RS non ci sono dubbi sul fatto che sia veramente velocissima: a parlare non sono solo i numeri in sé, ma l'insieme di tutti gli elementi, dal motore al telaio passando per il cambio, che restituiscono al guidatore un senso di sicurezza totale in ogni condizione. È vero che in ingresso curva si incappa in un minimo di sottosterzo, ma questo problema si può risolvere riducendo la velocità d'attacco, mirando al punto di corda e buttando tutto giù.

Audi TT RS iconic edition

Lo sterzo è preciso, non dei più diretti perché ha un po' di vuoto al centro ma una volta in percorrenza è molto solido. I freni della iconic edition sono carboceramici e sono molto potenti. Instancabili anche nell'uso più intenso. 

Audi TT RS iconic edition: prezzi

L'Audi TT RS Coupé iconic edition arriverà nelle concessionarie italiane nel corso del primo semestre 2023 a un prezzo di 127.700 euro. Si tratta di un'edizione limitata a 100 esemplari per l'Europa.

Fotogallery: Audi TT RS Coupé iconic edition