La Maserati Grecale Folgore segna l’inizio di un nuovo capitolo nella storia del Tridente. Il primo SUV elettrico della Casa modenese è un manifesto per la tecnologia e l’esclusività che vedremo nei prossimi anni su altri modelli.

Una rivoluzione che accompagnerà gradualmente Maserati nella transizione ai modelli a batteria e che metterà il brand in diretta competizione con le tedesche (la nuova Porsche Macan 100% elettrica su tutte).

Un modello di un’importanza davvero cruciale per il marchio, che abbiamo avuto la possibilità di provare tra le colline emiliane nei dintorni del quartier generale del Tridente.

Esterni | Interni | Guida | Curiosità | Prezzi

Maserati Grecale Folgore, gli esterni

Al primo sguardo, non è facile distinguere la Maserati Grecale Folgore dalle versioni termiche. Identiche anche le dimensioni, con una lunghezza di 4,86 metri, una larghezza di 1,94 m e un’altezza di 1,65 m.

Le similitudini col modello a bielle e pistoni non sono necessariamente un male perché questa variante elettrica ne conserva delle linee equilibrate, muscolose e riconoscibili. A proposito di riconoscibilità, non manca la classica calandra col Tridente al centro, che per questa versione Folgore appare “piena”.

Maserati Grecale Folgore, la prova di Motor1.com

Maserati Grecale Folgore

Infatti, non ci sono le classiche barre verticali cromate o nere, ma dei tagli verticali che conferiscono comunque un certo dinamismo al frontale dell’auto. Ridisegnato anche il paraurti, che presenta delle prese d’aria modificate per migliorare i flussi d’aria verso la batteria e i motori elettrici.

Specifico il design dei cerchi in lega, con le tre razze doppie in evidenza caratterizzate dagli inserti nell’esclusivo colore Rame Folgore. Questa stessa colorazione si ritrova sui badge presenti sulla carrozzeria della vettura, compresi quelli sul portellone. Parlando proprio della parte posteriore, i cambiamenti rispetto alla versione termica sono minimi e riguardano esclusivamente la zona del diffusore.

Maserati Grecale Folgore, gli interni

L’abitacolo della Folgore è identico a quello della Grecale con motore endotermico. A bordo ritroviamo il family feeling dei modelli più recenti del Tridente, come la MC20, col quadro strumenti da 12,3” e un doppio monitor nella zona centrale. Infatti, sulla plancia sono posizionati il display da 12,3” dell’infotainment e quello inferiore da 8,8” per comandare la climatizzazione.

Non mancano le integrazioni con Android Auto e Apple CarPlay, oltre all’assistente vocale e all’head-up display.

Maserati Grecale Folgore, la prova di Motor1.com

Maserati Grecale Folgore, l'abitacolo

Come da tradizione Maserati, i rivestimenti sono di alto livello, con una speciale pelle presente su plancia e parte superiore dei pannelli porta chiamata “Econyl” e ottenuta attraverso il nylon riciclato. Ci sono poi le modanature in acciaio satinato, piano black e legno, anche se lo stile degli inserti lo potete scegliere direttamente voi in fase di configurazione del modello.

Maserati Grecale Folgore, la prova di Motor1.com

Maserati Grecale Folgore, l'infotainment e il display da 8,8" per la climatizzazione

La capacità del bagagliaio da 535 litri non è da record per la categoria (circa 35 litri in meno della Trofeo), ma è comunque più che sufficiente per le esigenze quotidiane e per accomodare due valigie grandi.

Maserati Grecale Folgore, la guida

Prima di tutto, i dati. Che sulla Folgore sono impressionanti, visto che si parla della Grecale più potente della gamma. Sul SUV del Tridente troviamo due motori – uno per asse – da 205 kW l’uno, per un totale di 410 kW o 557 CV, ossia 27 CV della Trofeo col V6 a benzina.

La coppia è di 820 Nm, mentre la velocità massima è limitata a 220 km/h. Lo scatto 0-100 km/h di 4,1 secondi è da supercar, soprattutto se si considera che le due unità elettriche devono muovere quasi 2,5 tonnellate.

Ma al di là della potenza che non manca di certo, la Grecale Folgore sa muoversi bene tra le curve. Il merito va anche alla piattaforma, la stessa Giorgio che dà vita alle Alfa Romeo Giulia e Stelvio, seppur profondamente modificata.

Maserati Grecale Folgore, la prova di Motor1.com

Maserati Grecale Folgore, la prova di Motor1.com

Il pianale accoglie le batterie al centro, mentre le due unità hanno un design compatto con un’architettura che integra motore, inverter e riduttore a rapporto unico con differenziale integrato. Qual è il vantaggio di questa soluzione? Ridurre gli ingombri e quindi evitare dei cambiamenti radicali nel bilanciamento dei pesi. Il risultato è un’auto composta praticamente come la Trofeo.

A ciò si aggiunge l’ottimo lavoro delle sospensioni pneumatiche, dotate di un doppio attacco per filtrare al meglio lo sconnesso e le vibrazioni. Inoltre, si può regolare l’altezza della vettura in base alle modalità di guida. Queste ultime sono quattro: Max Range, GT, Sport e Offroad e vanno ad agire – oltre che sugli ammortizzatori – su sterzo e risposta del powertrain elettrico.

Inutile dire che la più performante è la Sport (la GT, invece, è la modalità di default, che limita all'80% la potenza disponibile), che rende un vero razzo questa Grecale Folgore, oltre ad aumentarne ulteriormente la reattività e a ridurre il rollio in curva.

C’è da dire che l’erogazione dei tantissimi cavalli a disposizione resta sempre lineare in ogni modalità, al contrario di altre elettriche in cui la spinta è brutale nei primi metri e poi va ad esaurirsi quasi di colpo superata una certa velocità.

Tra l'altro, la progressione è accompagnata da un sound specifico studiato da Maserati (emesso attraverso l'impianto audio Sonus Faber da 14 altoparlanti) che replica un motore termico, senza però mai risultare troppo invasivo nella guida.

Nel pianale è presente una batteria da 105 kWh a 400 Volt, che si può ricaricare fino a 150 kW. Secondo Maserati, ciò permette di passare dal 20 all’80% della capacità in 29 minuti, sfruttando anche il precondizionamento della batteria che prepara l’accumulatore alla fase di ricarica adeguandone la temperatura.

In altri termini, si guadagnano circa 100 km di autonomia in 9 minuti. In totale, l’autonomia dichiara nel ciclo misto WLTP è di 500 km. Per aumentare l'efficienza complessiva, è consigliabile il pacchetto Climate Package (o Climate Pack Plus), il quale presenta i sedili anteriori ventilati e i sedili posteriori e il volante riscaldato. Tutti elementi che consentono di contenere un po’ i consumi della batteria in caso di caldo torrido o freddo invernale.

Maserati Grecale Folgore, la curiosità

Per quanto riguarda la ricarica, i possessori della Folgore hanno a disposizione una soluzione all-inclusive per “fare il pieno” a casa o alle colonnine ultraveloci. Infatti, nella dotazione della Grecale è prevista una wallbox da installare a casa o nel luogo scelto dal cliente (per esempio, il parcheggio aziendale), mentre l’abbonamento alle colonnine permette l’accesso a oltre 650.000 punti di ricarica in tutta Europa (tra cui 90.000 veloci e ultraveloci).

Le colonnine sono localizzabili tramite l’app Maserati Public Charge.

Maserati Grecale Folgore, i prezzi

I prezzi della Maserati Grecale Folgore partono da 127.100 euro, circa 1.000 euro in più della Trofeo col V6 da 530 CV e circa 6.000 euro in più della Porsche Macan Turbo da 639 CV, la rivale principale di questa Grecale a batteria.

C’è da dire che la dotazione di serie è completissima e, come gli altri modelli della gamma Grecale, non mancano le possibilità di personalizzazione. Dallo stile dei cerchi ai colori della carrozzeria, passando per il colore delle pinze freno e per le modanature interne, sono davvero tante le combinazioni possibili per rendere praticamente unica la propria Maserati.

Fotogallery: Maserati Grecale Folgore, la prova di Motor1.com