Tariffe, pedaggi, posteggi e limitazioni varie: ecco le spese da affrontare per spostarsi in auto a Catania

Il nostro ciclo di articoli dedicati alle procedure e ai costi per superare blocchi e limitazioni nelle 10 città italiane più trafficate si conclude oggi con Catania, seconda cittadina della Sicilia che è stata anche l'unica regione a comparire ben 2 volte in questa rassegna.

La prossima settimana affronteremo ancora il tema prendendo in esame un quintetto di capitali europee ovvero Londra, Berlino, Amsterdam, Madrid e Parigi. Appuntamento quindi lunedì 31 maggio alle 8:00.

Considerata la più industriale città siciliana e quella con l'area metropolitana più estesa, Catania ha comunque un'altrettanto forte vocazione turistica, come è testimoniato dai molti siti che offrono consigli sull'accesso al centro cittadino e sui trasporti locali. Quasi più del sito del comune, in quanto ci sono meno limitazioni. Chi volesse recarsi a Catania troverà consigli utili ed esaurienti su pagine come citymapsicilia, visitcatania.co e sul sito dell'università LiveUniCT.

Tariffe generali

  • Strisce Blu: tra 0,87 € e 1 € l’ora (gratis per veicoli a emissioni zero)
  • Z.T.L.: accesso solo a veicoli autorizzati, residenti, a emissioni zero
  • Ulteriori restrizioni: blocchi del traffico

Z.T.L. a Catania

Come accennato in precedenza, rispetto alle altre città a Catania ci sono molti meno provvedimenti che limitano la circolazione di auto a benzina o Diesel. È presente una Zona a Traffico Limitato centrale, la cosiddetta Z.T.L. Bellini, istituita nel 2014 e con transito riservato a veicoli autorizzati, come forze dell’ordine e residenti, e ai soli veicoli a impatto zero, ovvero elettrici puri, che non devono riportare nessun contrassegno ma essere registrati in un apposito database.

Per tutti gli altri c'è il pass gratuito, rilasciato soltanto ai residenti o a chi abbia comprovate necessità, da esporre ben in vista sulla propria auto.

Per ottenerne il rilascio, così come per l'iscrizione nella lista delle auto con libero accesso,  è sufficiente recarsi presso l'Ufficio Autorizzazioni del Corpo di Polizia Municipale di Piazza Vincenzo Spedini 5, nei seguenti orari

  • lun-mer 09.00/21.00,
  • mar-giov 16.00/18.00

e consegnare l’apposito modulo compilato (scaricabile qui). Il modulo di richiesta deve inoltre essere accompagnato da una copia del documento di identità del richiedente, della carta di circolazione e dell’assicurazione del veicolo.

Per quanto riguarda le strisce blu, gestite dalla società Sostare, il prezzo è di 0,87 euro l'ora di giorno e di 1 euro l'ora durante le ore notturne nel cosiddetto “Movida Park”, ovvero i parcheggi nell’area dove si concentrano le uscite serali. Per i residenti è anche possibile acquistare un abbonamento mensile al costo di 18,56 euro.

Auto elettriche a Catania, accesso ZTL, strisce blu e altre agevolazioni

Auto ibride ed elettriche

Come accennato sopra, i veicoli a zero emissioni possono muoversi tranquillamente nella ZTL senza contrassegno, a patto che siano registrati in un'apposita lista, e sostare gratuitamente in tutti i parcheggi a pagamento della città. Le ibride invece devono seguire le disposizioni delle vetture normali. Qui il regolamento e la procedura completa.

Divieti di circolazione benzina e Diesel a Catania

Malgrado i livelli di inquinamento abbiano raggiunto soglie rilevanti, a Catania non è attualmente stato deliberato nessun blocco, a parte quello del 2015 che imponeva il divieto di circolazione ai Diesel Euro 0,1 e 2 immatricolati prima del 1997.

Le sanzioni

Per chi circola senza autorizzazione o con veicoli che violano il divieto, le multe possono andare da 25 a 500 euro. Per chi non ha esposto il contrassegno anche se ne è regolarmente in possesso o ne ha comunque diritto, c'è una settimana di tempo dalla contestazione per regolarizzare la propria posizione.

Car Sharing

In Sicilia è attivo il servizio AmiGO, gestito dalla palermitana Amat e disponibile in varie città tra cui, appunto, Catania. Include un abbonamento annuale e tariffe miste orarie e chilometriche che variano a seconda della categoria del veicolo (sono 5: city car, utilitarie, media, monovolume e van, elettriche) e la destinazione.

Infatti, è possibile scegliere la modalità Andata/Ritorno, con ritiro e riconsegna presso lo stesso parcheggio, oppure sola andata (One Way) con ritiro e consegna in due stalli differenti, ad un costo maggiore del 20% circa.

Società Modelli Iscrizione Tariffa a tempo Tariffa a km Abbonamenti
AmiGO Fiat Panda, Punto, Tipo SW, Volkswagen up!, Golf e Touran, Opel Combo e Zafira, Toyota Yaris, Renault Zoe 25 euro/anno con riduzioni per studenti o categorie convenzionate

A/R: da 2 a 3 euro/ora nella fascia 7:00-22:00, da 0,75 a 1,20 euro/ora nella fascia 22:00-7:00

One Way: da 2,40 a 3,60 euro/ora nella fascia 7:00-22:00, da 0,90 a 1,45 euro/ora nella fascia 22:00-7:00

A/R: da 0,45 a 0,70 euro/km fino a 100 km, da 0,40 a 0,55 euro/km 101-300 km, da 0,35 a 0,45 euro/km sopra i 300 km.

One Way: da 0,54 a 0,84 euro/km fino a 100 km, da 0,47 a 0,64 euro/km 101-300 km, da 0,40 a 0,52 euro/km sopra i 300 km

(vedere iscrizione)

Come muoversi nelle città Italiane - tutte le guide