Sembra imminente l’arrivo di questa nuova versione speciale, l’ultima basata sulla 911 991: ha il motore della GT3

Verrà presentata al Salone di New York (19-29 aprile) la versione definitiva della Porsche 911 Speedster? Sembra proprio di sì, almeno a giudicare dall’immagine pubblicata sul sito internet Carbuzz, che ha ricevuto da un suo lettore quella che appare come la copia della partecipazione ad un evento di gala a New York in cui la Speedster verrà mostrata a potenziali clienti, pochi giorni prima dell’esordio pubblico al Salone.

Nel solco della tradizione

L’esordio a New York non deve sorprendere, perché la 911 Speedster è stata mostrata sotto forma di prototipo a giugno 2018 e ha subito un primo aggiornamento ad ottobre dello stesso anno. Di conseguenza era questione di tempo prima che venisse annunciata l’auto di produzione, che verrà costruita in 1.948 esemplari, come l’anno di fondazione della casa tedesca.

'

La Speedster non sarà basata sulla 911 di nuova generazione, ma sarà ricordata come l’ultima evoluzione della vecchia 911 (la 991, per intenderci).

Essenziale e corsaiola

La 911 Speedster è un omaggio alla Porsche 356 Speedster del 1952, un’auto passata alla storia grazie alle modifiche rispetto alla 356: ha il parabrezza più inclinato e finestrini laterali più rastremati, oltre alle inconfondibili gobbe dietro ai sedili ispirate alle auto da corsa.

Queste modifiche regalano all’auto un aspetto più essenziale e d’impronta corsaiola. La Speedster del 2019 è basata sulla 911 GT3: adotta il motore a 6 cilindri boxer da 500 CV e il cambio manuale, garanzia di puro divertimento. 

Source/Photo: Carbuzz

Fotogallery: Porsche 911 Speedster concept II al Salone di Parigi