Più tecnologia a bordo del SUV medio, che riceve nuovi aiuti alla guida e lo schermo touch

A tre anni del lancio arriva il momento di un leggero maquillage per l’Alfa Romeo Stelvio, attesa nei concessionari all'inizio del 2020. Non cambia lo stile esterno, sempre di impronta sportiva, ma arrivano le novità per multimedia, servizi connessi e aiuti alla guida disponibili anche per la rinnovata Alfa Romeo Giulia. Fra i cambiamenti più graditi c’è il rinnovato schermo centrale, sempre con diagonale di 8,8” ma ora del tipo a sfioramento (prima lo si controllava solo dalla rotella fra i sedili), che si abbina ad un nuovo display sempre di 7” fra gli strumenti a lancette di tachimetro e contagiri.

Per lo schermo di 8,8” arriva anche una grafica inedita, che permette di navigare più facilmente fra i menù e di personalizzare l’interfaccia: Alfa Romeo infatti ha disegnato nuove scorciatoie, simili alle icone nella schermata principale di uno smartphone, dalle quale si può accedere rapidamente alla radio, alla multimedialità, al navigatore, al clima, ai servizi connessi, agli aiuti alla guida e alle modalità di guida. Le icone si possono trascinare e riorganizzare.

La Stelvio 2020 cambia anche nella zona del tunnel centrale, ridisegnata per ospitare la superficie dove ricaricare senza filo gli smartphone e nuovi portaoggetti. Sono inediti anche il selettore del cambio e il volante, che ospita i comandi per gli aiuti alla guida.

Fotogallery: Alfa Romeo Stelvio MY 2020

Con la sim naviga in rete

L’altra novità dell’Alfa Romeo Stelvio 2020 è il sistema multimediale, connesso alla rete attraverso una scheda sim e in grado di “dialogare” con gli smartphone associati. Fra i nuovi servizi c’è la chiamata d’emergenza in caso di incidente o malessere, da attivare tramite un tasto sul soffitto, nella radio o dall’app per smartphone. E’ possibile inoltre chiudere o aprire le porte dal telefonino, localizzare l’auto dopo aver dimenticato dove la si è parcheggiata e assegnare alcuni comandi agli assistenti vocali Alexa e Google Assistant, in modo da accendere il riscaldamento o le luci di casa mentre la si raggiunge in auto (a patto che la casa sia predisposta).

Alfa Romeo Stelvio MY 2020

La funzione My Car fornisce aggiornamenti su alcuni parametri dell’auto, ad esempio per sapere quando va effettuato il tagliando, mentre la My Navigation consente di impostare un tragitto dallo smartphone e averlo pronto nel sistema multimediale dell’auto. La My Theft Assistance invia una notifica in caso di tentato furto, e attraverso la My Wi-Fi si può condividere la connessione ad internet con gli smartphone dei passeggeri.

In autostrada guida (quasi) da sola

Insieme a questi accorgimenti debuttano per l’edizione 2020 dell’Alfa Romeo Stelvio nuovi aiuti alla guida, fra i quali il monitoraggio dell’angolo cieco negli specchietti, il sistema che riproduce i segnali stradali nella strumentazione, il mantenitore di corsia (fa procedere l’auto al centro della stessa) e il sistema che monitora lo stato di affaticamento del guidatore, invitandolo a fermarsi se la guida diventa incerta. E’ presente infine il regolatore di velocità adattativo, che adegua automaticamente la velocità al limite vigente della strada e con funzione di arresto e ripartenza nel traffico a singhiozzo: nelle strade con corsie ben demarcate, la Stelvio può seguire il flusso delle auto accelerando, frenando e sterzando da sola.

Alfa Romeo Stelvio MY 2020

Non cambiano i motori, che restano il turbobenzina 2.0 da 200 o 280 CV e il turbodiesel 2.2 da 160, 190 o 210 CV. Il diesel da 190 CV è l’unico da abbinare alla trazione posteriore, mentre tutti gli altri hanno il 4x4. Gli allestimenti sono i “base”, Super, Business, Ti e Sprint Veloce. La rinnovata Stelvio Quadrifoglio arriverà a inizio 2020 e i prezzi, non ancora svelati, saranno ufficializzati a breve.