Sin dall'annuncio fatto a dicembre 2019 che parla di una "fusione paritetica" (50/50) tra FCA e PSA, la nascita del nuovo maxi gruppo automobilistico Stellantis viene indicata come l'unione di due forze di uguale rappresentanza e forza decisionale.

In realtà in questo tipo di fusioni azionarie ci deve essere, almeno a livello contabile, una parte acquirente e una parte che viene acquisita e nel caso di Stellantis scopriamo che è PSA che acquisisce FCA.

Fra i due l'acquirente è PSA

La cosa, indicata con precisione nel prospetto informativo sulle quotazioni di azioni Stellantis (qui il testo integrale), è stata scovata con un'attenta analisi del documento fatta da Andrea Malan e riportata su Automotive News Europe (in abbonamento).

Il cronista italiano ci informa infatti che a livello finanziario e contabile parlare di una "fusione fra pari" non ha senso e che in questi casi si impone lo standard internazionale IFRS 3 per definire chiaramente acquirente ed acquisito.

Nel documento citato si indica appunto che "La dirigenza di FCA e di PSA ha stabilito che per i fini contabili l'acquirente è PSA".

Fotogallery: Fusione FCA-PSA

Gruppo a guida francese

Nello stesso articolo vengono poi sottolineati gli altri punti essenziali che nella pratica fanno sì che PSA risulti la parte più forte, con i francesi che acquisiscono il gruppo italo americano e non viceversa. Ecco i tre punti:

  • Il consiglio di amministrazione di Stellantis avrà 11 direttori, 6 dei quali nominati da PSA, dagli azionisti o dipendenti PSA, o già dirigenti PSA
  • Il primo amministratore delegato del nuovo gruppo è (per 5 anni) Carlos Tavares, attuale amministratore delegato e presidente del consiglio di amministrazione di PSA Group
  • Gli azionisti PSA pagheranno un premio di pre fusione

Famiglia Agnelli primo azionista, ma...

Per quanto riguarda le quote azionarie detenute in Stellantis è vero che Exor, la holding olandese della famiglia Agnelli, sarà l'azionista principale con una quota del 14,4% (con John Elkann presidente), ma è anche vero che la famiglia Peugeot al 7,2% non è da sola.

C'è infatti un 6,2% nelle mani dello Stato Francese e un 5,6% del gruppo cinese Dongfeng, entrambi attuali azionisti di PSA che portano teoricamente il bilancio a favore di PSA con un totale del 19%. Fra gli altri azionisti principali ci saranno anche importanti gruppi di investimento come Tiger Global, UBS Securities e Vanguard.

FCA-PSA fusion

La sede in Olanda

Ricordiamo che la nascita ufficiale di Stellantis, il quarto gruppo auto mondiale, avverrà entro la fine di marzo 2021 e che il 4 gennaio gli azionisti saranno chiamati al voto sulla fusione.

Legalmente il gruppo Stellantis, con un patrimonio netto di 34,9 miliardi di euro, nascerà dalla ridenominazione di Fiat Chrysler Automobiles N.V. (FCA N.V.) in Stellantis N.V., società per azioni di diritto olandese con sede ad Amsterdam quotata nelle borse di Milano, Parigi e New York.

I marchi che confluiscono in Stellantis

FCA

  • Abarth
  • Alfa Romeo
  • Chrysler
  • Dodge
  • Fiat
  • Fiat Professional
  • Jeep
  • Lancia
  • Maserati
  • Mopar
  • Ram

PSA

  • Citroen
  • DS
  • Free2Move
  • Opel
  • Peugeot
  • Vauxhall