Il preparatore ha messo mano alla scoperta di Maranello, modificandone estetica il V8 biturbo da 3,9 litri

Negli ultimi mesi Mansory si è tenuto ben occupato, buttandosi a capofitto su arrabbiatissime elaborazioni di auto già esagerate di loro. Ultima in ordine di tempo è la Ferrari Portofino, il terzo bolide di Maranello modificato nel corso del 2021, vistosamente aggiornato nello stile e protagonista di novità anche nella meccanica.

Il risultato è una scoperta ben più arrabbiata rispetto alla versione normale, con appendici aerodinamiche in ogni dove che non la fanno certo passare inosservata. Ma andiamo con odrdine.

Belva alleggerita

Prima di tutto il tetto rigido retrattile, composto ora da una lastra in fibra di carbonio. Stesso materiale utilizzato per minigonne, splitter, prese d'aria sul cofano e calotte degli specchietti. Anche le piccole maniglie delle portiere sono in fibra di carbonio, così come l'estrattore e il sottile spoiler appollaiato sul bagagliaio. A completare le novità esterce ci pensano cerchi in lega con profilo giallo, da 21" all'anteriore e 22" al posteriore.

Ferrari Portofino sintonia di Mansory

L'abitacolo è dominato da pelle nera con inserti in giallo a richiamare la carrozzeria. A fare da eccezione ci pensano i profili dei comandi del cambio, i cui colori richiamano la bandiera italiana. Al centro del volante non spicca il classico Cavallino Rampante, sostituito dal logo Mansory in fibra di carbonio.

Ferrari Portofino sintonia di Mansory

V8 all'ennesima potenza

In quel di Mansory non si sono accontentati dell'estetica e hanno messo mano anche al motore della Ferrari Portofino, il pluripremiato V8 biturbo di 3,9 litri che sulla versione normale sviluppa 600 CV e 760 Nm, mentre sulla versione elaborata tocca i 720 CV accompagnati da 890 Nm di coppia. Ben più rispetto alla Portofino M, con 80 CV in meno rispetto al V12 della 812.

Il sistema di gestione del motore rivisto e uno scarico personalizzato hanno permesso a Mansory di estrarre più cavalli rampanti dall'otto cilindri, con impatto positivo sulle prestazioni. Per passare da 0 a 100 km/h ci vogliono 3" netti, mentre la velocità massima è di 334 km/h.

Fotogallery: Ferrari Portofino tuning by Mansory