Otto approfondimenti per scoprire aneddoti e curiosità sul mondo dell’automobilismo. Con l’ultimo video dedicato a Enzo Ferrari si chiude la seconda stagione di “Storie di Motori”, la rubrica condotta da Luca Dal Monte che ci ha portato alla scoperta di tanti segreti riguardanti i personaggi e i marchi iconici dell’universo a quattro ruote.

Lo diciamo subito, però. I racconti non sono finiti e prossimamente torneremo a parlare letteralmente di “Storie di Motori”.

Cosa abbiamo visto nella seconda stagione? Intanto vi rimandiamo al link della playlist completa dove potete vedere uno dopo l’altro tutti gli episodi della prima e della seconda stagione.

La seconda stagione

Nel corso della seconda stagione abbiamo approfondito la storia di Horacio Pagani che iniziò a lavorare in Lamborghini prima di dare vita alla sua prima Zonda nel 1999. In seguito, abbiamo scoperto la verità sulla leggenda (infondata) del cavallino rampante negli stemmi di Ferrari e Porsche, i quali s’ispirano a situazioni completamente diverse.

Luca Dal Monte ha presentato anche lo sviluppo della Maserati Biturbo, uno dei modelli del Tridente più famosi degli anni ’80. Concepita per risollevare le sorti dell’azienda alle prese con una forte crisi finanziaria, la Biturbo venne progettata in fretta e con alcune lacune tecniche e meccaniche. L’auto concepita da Alejandro De Tomaso rischiò, quindi, di porre fine alla storia della Maserati.

Lo scrittore ha parlato anche di Ugo Gobbato, l’uomo dietro alla rinascita di Alfa Romeo che diede una nuova direzione al marchio dopo essere stato nominato da Benito Mussolini. Si è discusso dell’origine del nome della Ferrari F40, l’ultima Rossa di Enzo Ferrari che celebrava il 40esimo anniversario dalla nascita del marchio e omaggiava la 250 Le Mans del 1963.

Infine, nell’ultima puntata abbiamo ripercorso gli ultimi anni del Grande Vecchio tra vita privata e le abitudini quotidiane in Ferrari.

Chi è Luca Dal Monte

Il giornalista nato a Cremona è stato responsabile della comunicazione Ferrari negli Stati Uniti e, in seguito, direttore della comunicazione di Maserati dal 2005 al 2015. Dal Monte è anche autore di opere come La Scuderia (2009), Ferrari Rex – Biografia di un grande uomo del Novecento (2016) e La Congiura degli innocenti (2019).

Il racconto più recente è “Belli e Dannati. Vivere e morire nella Formula 1 degli anni 70” e fa parte della collana “Grandi corse su strada, pista e rallies” edita da Giunti e Giorgio Nada Editore. Il libro è in vendita al prezzo di 24 euro.