Il gruppo Mercedes-Benz, nuovo nome del costruttore tedesco noto precedentemente come Daimler, fa registrare nel 2021 un utile netto di 23,396 miliardi di euro. Si tratta di un risultato quasi sei volte più alto (+484%) rispetto ai 4,009 miliardi di euro di utile del 2020. Escludendo invece i risultati del deconsolidamento dei veicoli commerciali Daimler, l'utile netto si attesta a una quota di 14,180 miliardi di euro che rappresentano un +253%.

I ricavi netti 2021 di Mercedes sono invece pari a 167,971 miliardi di euro, in crescita del 9% rispetto all'anno precedente e anche la liquidità netta industriale ammonta a 21,005 miliardi di euro, vale a dire il 18% in più rispetto al 2020.

La crisi dei chip colpisce le vendite

Un segnale leggermente negativo arriva invece dalle vendite a livello globale di Mercedes-Benz che sono scese a 2.330.169 veicoli contro i 2.461.884 del 2020, con un calo del 5%. La flessione è dovuta in gran parte alle vendite delle auto, a quota 1.943.930 unità (-7%), mentre i van toccano quota 386.239 pezzi e un +3%.

Questo deriva sia dalla crisi dei microchip che dalla volontà del gruppo di puntare più sul valore che sul volume delle auto consegnate, come ha ricordato anche il ceo Ola Källenius. Il manager svedese ha infatti sottolineato come le vendite dei modelli top di gamma sono cresciuti del 30% nel 2021 e così pure le auto elettriche che segnano un +64%.

Mercedes EQE SUV, il rendering
Mercedes EQE SUV, il rendering
Mercedes EQS SUV
Mercedes EQS SUV, le foto spia

Per gli azionisti il dividendo 2021 sarà di 5,35 miliardi di euro, nettamente in crescita rispetto agli 1,4 miliardi di euro del 2020 (+282%). A livello di dipendenti lo scorporo della divisione veicoli commerciali Daimler ha ridotto il numero di lavoratori dai 275.943 del 2020 a quota 172.425, con un calo del 38%.

Kallenius: "Fiduciosi per il 2022, con una crescita dell'elettrico"

Parlando delle previsioni per l'anno appena iniziato, lo stesso Källenius dice:

"Abbiamo un programma chiaro e siamo fiduciosi per il 2022. Oltre al nostro continuo impegno sull'efficienza dei costi e la gestione della catena di approvvigionamento, le nostre priorità strategiche sono: crescere e raddoppiare sul fronte dei veicoli elettrici, accelerare i nostri piani per il software in auto e far crescere le vendite del segmento lusso."

Nel comunicato ufficiale che riporta i risultati finanziari 2021 viene anche confermato il lancio nel 2022 delle nuove elettriche Mercedes EQE SUV ed EQS SUV.