Non si ferma il fenomeno della Lamborghini Urus. Il SUV di Sant’Agata Bolognese ha raggiunto quota 20.000 esemplari prodotti dal 2018 confermandosi come il modello del Toro più venduto nella storia del marchio nel minor lasso di tempo.

L’Urus numero 20.000 è di colore Viola Mithras, con pinze freno nere e tetto panoramico ed è stata ordinata da un proprietario in Azerbaijan.

Tra nuovi stabilimenti e record del mondo

Per fare spazio alla Urus, Lamborghini ha dovuto rivedere completamente il suo assetto organizzativo. La sede centrale di Sant’Agata Bolognese, lo ricordiamo, è passata da 80.000 a 160.000 metri quadri ed è stata introdotta una nuova linea di assemblaggio. Inoltre, il progetto del SUV ha coinvolto 500 nuovi dipendenti assunti a tempo indeterminato.

Lamborghini Urus, l'esemplare numero 20.000

Dal lancio nel 2018, la “Lambo” è stata anche protagonista di diverse imprese in tutto il pianeta. Ad esempio, la Urus ha stabilito il record di velocità su ghiaccio sul lago Bajkal in Russia e ha scalato la strada percorribile in auto più alta al mondo situata in India a 5.800 metri sul livello del mare.

Pronta a rinnovarsi

Sull’onda del successo della Urus, proseguono i test per il restyling. Il SUV rinnovato è stato già oggetto di numerose foto e video spia negli scorsi mesi che hanno evidenziato un design aggiornato in alcuni dettagli.

Esteticamente e internamente non ci saranno rivoluzioni, mentre a livello di motori il 4 litri V8 biturbo potrebbe ricevere qualche cavallo in più rispetto ai 650 CV attuali.

Foto spia Lamborghini Urus Evo
Foto spia Lamborghini Urus Evo

Sempre a proposito di potenza pura, si parla di una variante denominata “Performante” con un powertrain ancora più estremo capace di porre la Lamborghini sullo stesso piano della tanto attesa Ferrari Purosangue. La presentazione definitiva dovrebbe avvenire al Concorso d’Eleganza di Pebble Beach di agosto.

Fotogallery: Lamborghini Urus, l'esemplare numero 20.000