Kia Italia entra nel mondo degli egames insieme a PG Esports. La subsidiary italiana della Casa coreana ha stretto un accordo con l’organizzatore di tornei online per seguire da vicino la Summer Split del PG Nationals di League of Legends.

In corso dal 7 giugno, l’evento vede impegnati i migliori 8 team italiani, tra cui i campioni in carica degli Atleta Esports, in una serie di competizioni che hanno già fatto segnare numeri importanti su Twitch con 123 mila ore complessive di streaming.

Un settore in crescita

Kia Italia, quindi, si avvicina a un settore che negli ultimi anni ha fatto segnare una crescita importante in Italia e nel resto del mondo. I gamers competitivi a livello globale potrebbero crescere a 532 milioni entro fine 2022, con un giro d’affari complessivo di 1,38 miliardi di dollari, mentre nel nostro Paese è attiva una community di 1,62 milioni di appassionati.

È Pierluigi Parnofiello, ceo di PG Esports, ad annunciare la collaborazione col marchio coreano:

“Il settore si basa da sempre su principi come sportività, condivisione di una passione e senso di comunità ed è in grado di attirare l’attenzione di player del calibro di Kia Italia. Si tratta del primo partner automobilistico che si lega ad un nostro torneo”.

Auto e videogame sempre più insieme

Di fatto, la fusione tra i mondi dell'automotive e dei videogames è sempre più netta. Ad esempio, lo scorso novembre Mercedes ha aperto a Roma la “Mkers Gaming House”, una sorta di centro di allenamento per i gamers professionisti d’Italia. rFactor 2, invece, è dallo scorso marzo la piattaforma ufficiale di simulazione per i bolidi elettrici della Formula E.

Tra l’altro, la tecnologia derivata dai videogiochi sta trovando applicazione su vetture di alta gamma. Viene in mente l’esempio della Volvo Embla, il prossimo SUV della Casa svedese che monterà un sistema d’infotainment con animazioni realizzate attraverso il motore grafico Unreal Engine di Epic Games.