Elettriche sì, ma non troppo: in questo momento di grande incertezza nella scelta della prossima auto da comprare (o noleggiare), più di un automobilista si interessa alla classica via di mezzo puntando su ibride, magari plug-in, più che sulle elettriche pure.

Vantaggi e svantaggi sono noti: per risparmiare sui consumi occorre sfruttare bene la parte elettrica per non far fare tutto il lavoro al motore endotermico, ma tra i benefici ci sono il non dipendere esclusivamente dalla ricarica e un prezzo d'acquisto che risulta comunque inferiore a quello delle elettriche pure equivalenti.

La top 10 delle meno care

Di seguito abbiamo elencato le 10 auto plug-in più economiche sul mercato riportando i prezzi del listino di settembre che per molti modelli è già quello del MY 2023 e ha visto un generale aumento, in qualche caso sostanzioso, rispetto ai precedenti. Manca all'appello, tra i best seller, Hyundai Ioniq PHEV, uscita di listino, mentre non è ancora stato diffuso quello della rinnovata Kia Xceed.

  1. Renault Captur E-Tech Plug-in - 34.650
  2. Renault Megane E-Tech Plug-In - 36.350
  3. MG EHS PHEV - 36.590
  4. Opel Astra Hybrid 180 e-AT8 - 37.600
  5. Peugeot 308 Hybrid 180 e-AT8 - 37.870
  6. Kia Ceed SW 1.6 GDI DCT PHEV - 38.250
  7. Skoda Octavia iV 1.4 TSI Plug-in Hybrid - 39.450
  8. Jeep Renegade 4Xe - 40.200
  9. Cupra Leon 1.4 e-Hybrid DSG 40.600
  10. Kia Niro 1.6 GDI PHEV - 41.000

Con gli incentivi si risparmia ancora

Considerando che la maggior parte dei modelli ibridi alla spina rientra nella fascia 20-60 g/km di CO2, occorre tener presente che per queste vetture il prezzo effettivo con gli incentivi può essere decurtato da un minimo di 2.000 euro per l'acquisto senza rottamazione fino a 4.000 con rottamazione, che diventano 3.000 e 6.000 per chi ha un ISEE inferiore a  30.000 euro.

Renault Captur E-Tech Plug-in

Test Renault Captur E-Tech (2020)

Occorrono almeno 30.000 euro (contando gli incentivi) per mettere le mani su una ibrida ricaricabile. L'entry-level infatti è rappresentato dalla Renault Captur, un modello che offre però una gamma completa di soluzioni elettrificate, dalla semplice mild-hybrid alla E-Tech full hybrid fino, appunto, alla PHEV. Più un benzina semplice e uno con impianto a Gpl. Il bagagliaio della PHEV si riduce da 420 a 265 litri.

Motore + potenza totale Batteria Autonomia in EV Prezzo
1.6 - 159 CV 10,5 kWh 50-65 km da 34.650 euro

Renault Megane E-Tech Plug-In

Megane E-Tech

I propulsori della Renault Megane E-Tech Hybrid sono i medesimi della Captur, ma la compatta offre più scelta perché si può avere anche la familiare Sporter (nella foto), a 1.000 euro più della berlina a cinque porte. La Plug-in dunque monta lo stesso 1.6 aspirato da 98 CV abbinato al cambio multimodale senza frizione, al motore elettrico e alla batteria da 10,46 kWh, con autonomia simile, da 50 a 65 km in percorso misto/città. 

Motore + potenza totale Batteria Autonomia in EV Prezzo
1.6 - 159 CV 10,5 kWh 50-65 km da 36.350 euro

MG EHS PHEV

MG EHS Plug-in-Hybrid (2021)

MG EHS è un SUV compatto da 4,6 metri di lunghezza proposto dal redivivo marchio inglese MG (oggi di proprietà cinese) èd è disponibile esclusivamente in questa versione plug-in e ha caratteristiche interessanti considerando che risulta tra i meno costosi. Tra questi, i 258 CV di potenza combinata, il cambio automatico a 10 rapporti la garanzia di ben 7 anni anche sulle parti elettriche.

Motore + potenza totale Batteria Autonomia in EV Prezzo
1.5 T - 258 CV 16,6 kWh 52 km da 36.590 euro

Opel Astra Hybrid 180 e-AT8

Opel Astra Sports Tourer 2022

Nata sulla stessa base della Peugeot 308, la nuova Opel Astra Hybrid offre però una sola variante plug-in, quella "base" con motore 1.6 turbo da 150 CV e potenza complessiva di 180 CV, a trazione anteriore. Con un sovrapprezzo di 1.000 euro si può avere la variante Sports Tourer, più lunga di ben 27 cm e con oltre 500 litri di vano di carico e fino a 60 km di autonomia in elettrico grazie alla forma più aerodinamica. 

Motore + potenza totale Batteria Autonomia in EV Prezzo
1.6 Turbo - 180 CV 12,4 kWh 56-58 km da 37.600 euro

Peugeot 308 HYbrid 180 e-AT8

Peugeot 308 (2021)

Anche se la rinnovata piattaforma EMP2 su cui nasce è comune ad altri modelli come Opel Astra, la Peugeot 308 è al momento l'auto più evoluta nata da questa base. Offre ben due varianti ibride plug-in: quella di partenza da 180 CV ha dati di autonomia in elettrico tra i migliori per le plug-in compatte, altrimenti c'è la variante da 225 CV in allestimento GT a 42.570 euro. Stessa gamma per lo spazioso modello SW che costa altri 1.000 euro. 

Motore + potenza totale Batteria Autonomia in EV Prezzo
1.6 Turbo - 180 CV 12,4 kWh 60-74 km da 37.870 euro

Kia Ceed SW 1.6 GDI DCT PHEV

Ceed Sportswagon PHEV

Kia ha iniziato a diffondere motorizzazioni ibride sulle sue compatte della famiglia Ceed già da qualche anno ma al momento, l'unica tra queste a offrire un ibrido plug-in è la Kia Ceed Sportswagon. La combinazione è quella usata fino a poco fa su Hyundai Ioniq e Kia Niro prima generazione, con motore 1.6 a iniezione diretta ma senza turbo, cambio doppia frizione a sei marce e una batteria da meno di 10 kWh.

Motore + potenza totale Batteria Autonomia in EV Prezzo
1.6 GDI - 141 CV 8,9 kWh 47-57 km da 38.250 euro

Skoda Octavia iV 1.4 TSI Plug-in Hybrid

Nuova Skoda Octavia (2020)

Come da tradizione, Skoda Octavia si distingue per il rapporto tra contenuti e prezzo anche nella versione ibrida plug-in, risultando l'unica vettura di taglia media in a rientrare nella top 10, e offre, oltre a questa variante, anche la RS da 245 CV complessivi. Il motore TSI è abbinato a una delle batterie più grandi per questo genere di modelli e sfiora i 70 km di autonomia elettrica. Naturalmente c'è anche la Wagon, a 1.050 euro in più.

Motore + potenza totale Batteria Autonomia in EV Prezzo
1.4 Turbo - 204 CV 13 kWh 63-68 km da 39.450 euro

Jeep Renegade 4Xe

Jeep Renegade 4xe

Oltre a essere uno dei modelli plug-in più compatti in assoluto, Jeep Renegade 4Xe risulta anche il meno costoso tra quelli a trazione integrale. Questo grazie al particolare schema propulsivo che colloca il motore elettrico sull'asse posteriore, separato dal 1.3 turbo a benzina, e consente quindi di muoversi sfruttando l'una o l'altra unità oppure entrambe. A listino c'è anche la variante da 240 CV che costa 4.000 euro in più.

Motore + potenza totale Batteria Autonomia in EV Prezzo
1.3 Turbo, 190 CV 11,4 kWh 43-44 km da 40.200 euro

Cupra Leon 1.4 e-Hybrid DSG

Cupra Leon eHybrid

La Seat Leon è una delle compatte più interessanti e accessibili, ma attualmente le motorizzazioni ibride plug-in sono riservate al modello venduto con il marchio sportivo, la Cupra Leon, disponibile in due varianti da 204 e 245 CV e anche con la carrozzeria familiare ST, che costa 800 euro in più.

Motore + potenza totale Batteria Autonomia in EV Prezzo
1.4 Turbo - 204 CV 12,8 kWh 58-62 km da 40.600 euro

Kia Niro 1.6 GDI PHEV

La seconda generazione di Kia Niro, primo modello Kia nato su piattaforma elettrificata, ha confermato la gamma della precedente riproponendo le varianti full hybrid e plug-in, oltre a quella 100% elettrica. Confermato, per le ibride, anche il propulsore di base 1.6 GDI, ma con varie migliorie che hanno elevato le prestazioni della variante plug-in: ora ha 184 CV di potenza massima e una batteria più grande per oltre 80 km di autonomia.

Motore + potenza totale Batteria Autonomia in EV Prezzo
1.6 GDI - 184 CV 11,1 kWh 59-84 km da 41.000 euro