Gli appena annunciati risultati finanziari del Gruppo Renault per il 2022 ci mostrano con chiarezza la fase di svolta che sta affrontando il Costruttore francese che, come ha detto anche l'ad Luca de Meo "ha concluso la fase di Resurrection con tre anni di anticipo".

Questa porta alla seconda tappa già avviata, quella della Renovation, incentrata sui prodotti e che consentirà al gruppo di disporre della "miglior gamma di veicoli da 30 anni a questa parte".

Clio, Espace e Jogger, le novità di quest'anno

Durante la presentazione lo stesso De Meo ha ricordato quali sono i primi modelli destinati, già dal 2023, a spingere la fase della Renovation. Si tratta del lancio entro quest'anno della Renault Clio restyling, della nuova Renault Espace e della Dacia Jogger Hybrid, primi modelli destinati a creare quella nuova gamma che entro il 2025 porterà a proporre una gamma di modelli che non si era mia vista nella storia recente di Renault.

Renault Clio restyling, il render di Motor1.com

Renault Clio restyling, il render di Motor1.com

Nuova Renault Espace, le foto teaser

Nuova Renault Espace, le foto teaser

Dacia Jogger Ibrida (2023)

Dacia Jogger Hybrid

Bene fatturato e ordini, male risultato netto e vendite

Andando invece ai "freddi numeri" del 2022 scopriamo che il fronte delle buone notizie per il Gruppo Renault si può riassumere in un fatturato a 46,4 miliardi di euro, vale a dire un +11,4% rispetto al 2021 e in un margine operativo a 2,6 miliardi di euro, in aumento del 2,8% sull'anno precedente. 

A questo si aggiunge un portafoglio ordini record e un risultato netto delle attività portate avanti a 1,6 miliardi di euro, in aumento di 1,1 miliardi di euro rispetto al 2021.

Risultati finanziari Gruppo Renault 2022

Risultati finanziari Gruppo Renault 2022

In rosso sono invece altri indicatori importanti come il risultato netto in perdita a -700 milioni di euro, dovuto soprattutto alle attività industriali cessate in Russia. Anche le vendite globali di auto del Gruppo Renault sono in negativo nel 2022: 2.051.174 veicoli, con un -5,9% sul 2021.

Le consegne crescono solo in America Latina

Qui sotto la suddivisione delle vendite per area geografica che mostra un calo generalizzato e particolarmente pesante in Eurasia (Russia inclusa). L'unico mercato in crescita è quello dell'America Latina.

  • Europa: 1.320.875 (-7,5%)
  • Africa e Medio Oriente: 129.580 (-14,1%)
  • Asia e Pacifico: 165.265 (-14,9%)
  • Eurasia: 152.318 (-76,9%)
  • America Latina: 283.136 (+7,6%)

De Meo critico sul taglio dei prezzi Tesla

A una domanda sul caso del taglio dei prezzi Tesla, lo stesso De Meo ha così espresso tutta la disapprovazione verso l'iniziativa della Casa americana:

"Se io avessi abbassato del 20% il prezzo delle elettriche mi avreste criticato. Loro hanno invece abbassato il prezzo del 20% dopo averlo alzato del 20% sei mesi fa e tutti li applaudono. Non credo sia una cosa molto razionale. Abbiamo bisogno di stabilizzare il prezzo delle auto elettriche perché gli investimenti sono ingenti e non vogliamo creare un mercato malato nel lungo termine.

Luca de Meo alla presentazione dei risultati 2022 del Gruppo Renault

Luca de Meo alla presentazione dei risultati 2022 del Gruppo Renault

Questo significa distruggere il valore residuo dell'auto per il cliente e questo è sicuro, ma lo fanno con vetture non prodotte in Europa per cercare di rimanere sotto le soglie di prezzo fissate da alcuni governi per gli incentivi statali. Forse tra sei mesi potrebbero tornare a rialzare i prezzi, chi lo sa, o continuare a ridurre i listino come spero, magari fino a zero, ma noi continueremo a salvaguardare il valore delle EV per i nostri clienti."

Fotogallery: Luca de Meo alla presentazione dei risultati 2022 del Gruppo Renault