La prova del SUV tedesco mosso dal V8 da più di 500 CV e 700 Nm di coppia

Mercedes-AMG GLC63 S Coupe 4Matic+. Che nome lungo. Ma in mezzo ci sono 3 caratteri che dicono tutto quello che bisogna sapere sull’ultima stella di Mercedes: C63. Come una delle migliori auto sportive che si possono comprare oggi. Si, la Mercedes GLC e la sua sorella stramba GLC Coupé ora montano il cuore a forma di V8 della C63 AMG. Il risultato è una coppia di SUV tanto gloriosi quanto inutili. Quando arriverà sul mercato la GLC 63 AMG sarà disponibile in versione standard col V8 da 476 CV e 650 Nm di coppia oppure nella versione protagonista della prova, la S con 510 CV e 700 Nm di coppia.


Com’è


C'è qualcosa di davvero bello nel modo in cui appare il GLC63 non-Coupe. È più bassa e larga, sporgente, si allarga e sembra ringhiare. La griglia "Panamericana" di Mercedes, con i suoi listelli verticali, sembrano volerti azzannare. Il SUV rende ancora meglio se osservato dal retro. Le prestazioni vengono percepite grazie ai passaruota allargati, le gomme immense e la doppia coppia di scarichi. Che brutalità. Questo però non vuol dire che la GLC63 Coupé non sia un vero toccasana, se si riesce a superare l’aspetto da SUV/coupé. L’unica cosa davvero degna di nota, secondo me, è lo spoiler in carbonio. Sono sicuro che migliori l’aerodinamica e, amici, è davvero cattivo. Purtroppo però dall’interno non si vede. Ma sto divagando: l’abitacolo della Mercedes-AMG GLC63 è confortevole, lussuoso e silenzioso. Beh, silenzioso. Badate bene: non si tratta di una critica per l’attenuazione del sound, ma è un complimento per la loquacità del V8 biturbo benzina di 4 litri firmato AMG. Se avete mai guidato una C63 AMG sapete che ronza, ruggisce e scoppietta. Non una singola goccia di quel carattere si perde nella GLC63, ha gli stessi esileranti rumori. Accelera da 0 a 100 in meno di 4 secondi, ha lo stesso selettore di modalità Comfort, Sport, Sport+, Eco e Individual e ha lo stesso pulsante per aprire lo scarico, così che chiunque sia intorno a voi sappia che questa SUV fa sul serio.


Come va


La Mercedes-AMG GLC63 S Coupé è un vero spasso, anche in una giornata di novembre particolarmente umida mentre mi muovo nella campagna fuori Stoccarda. La trazione integrale 4Matic + varia la sua spinta, con un'impostazione predefinita che predilige le ruote posteriori e che può persino inviare tutta la potenza del motore alle ruote posteriori, se lo si desidera. No, la GLC63 non ha una spassosa modalità Drift bella come sulla AMG E63. Anche quando il sistema di trazione integrale passa potenza e coppia su tutte e quattro le ruote, il SUV tedesco non perde il divertimento di guidarla. Anche in modalità “full-on”, il controllo di trazione lascia che il posteriore si allarghi in uscita di curva, anche se alcune scodate potrebbero essere dovute alle condizioni della strada o alle gomme invernali, obbligatore in Germania a novembre. Non ho dubbi che la GLC63 offrirà performance formidabili sulle strade asciutte, dove le sue Michelin Pilot Sport 4 saranno davvero in grado di strappare l’asfalto. Ma anche con freddo e pioggia c’è ancora tanto da imparare: lo sterzo variabile a seconda della velocità offre un feedback incredibile, le molle ad aria offrono qualità di guida su qualsiasi inclinazione e i grossi freni AMG sono potenti tanto quanto il motore V8. Non potrò mai dirlo abbstanza: la GLC63 sembra una C63 con assetto rialzato, con più spazio al posteriore. Questo non è solo un SUV col badge AMG, ma una AMG vera e propria. Punto e basta. Non c’è niente al mondo come lei. Audi non fa una versione RS della Q5, BMW non ha una X3 M e non c’è una Volvo XC60 firmata Polestar. Persino la Porsche Macan Turbo col pacchetto Performance si ferma a 446 CV. C’è giusto l’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio che, con 510 CV, pareggia la potenza del SUV tedesco (ndt).


Curiosità


La mascherina Panamerica che contraddistingue la Mercedes-AMG GLC63 deriva dalla Mercedes-Benz W194, ovvero la 300 SL dedicata alle corse. Il nome deriva dalla vittoria del 1953 nella Carrera Panamericana, storica corsa automobilistica di 3.000 e più km che attraversava in lunghezza il Messico.


Quanto costa


La Mercedes-AMG GLC63 parte da un prezzo di listino di 105.000 euro e di serie offre Pre-Safe Plus, Brake Assist e telecamera a 360°. La lista degli optional è, come da tradizione, ricca ed articolata e comprende impianto di scarico Performance, sistema keyless, cruise control adattivo, head up display e radio digitale.


La scheda


Motore: 3.982 cc
Potenza: 510 CV
Coppia: 700 Nm
Consumo medio (ciclo NEDC): 10,7 l/100 km
Emissioni: 244 g/km
Accelerazione: 0-100 km/h in 3,8”

Fotogallery: Mercedes-AMG GLC 63 S Coupé, perché no?