Con il piccolo aggiornamento estetico, la Crossover coreana guadagna una un'iniezione di tecnologia, anche per l'assistenza alla guida

L'approccio Kia alla mobilità sostenibile si muove in tutte le direzioni. C'è il Gpl, già disponibile sulla maggior parte dei modelli a listino, c'è l'idrogeno, in arrivo (con forte parentela con la Hyundai Nexo) nel 2020, e c'è l'elettrificazione in tutte le forme.

Dall'elettrico puro della e-Soul al mild-hybrid della Sportage passando per le ibride “vere” su base Niro, che è offerta sia in variante full hybrid sia plug-in. In realtà, su altri mercati europei, l'auto è in commercio anche in versione elettrica ed è attesa anche da noi il prossimo anno.

Kia Niro Hybrid 2019

Com'è fuori

L'auto, le cui vendite si dividono per il 93% sulla full hybrid e per il 7% sulla plug-in, è stata sottoposta a restyling e si presenta oggi nella versione 2019. Nella sostanza, resta invariata rispetto al modello presentato all'esordio, un crossover da 4,35 metri di lunghezza dalle forme filanti e aerodinamiche.

Kia Niro Hybrid 2019

Le modifiche allo stile esterno hanno puntato a dare maggiore personalità. La Niro ora dispone di un nuovo paraurti anteriore, di una mascherina con cornice cromata e di fari posteriori dalla diversa firma luminosa. Dietro cambia anche il paraurti, che accoglie un paracolpi cromato a sottolineare la natura “offroad”.

Com'è dentro

Salendo a bordo la prima cosa che salta all'occhio è la nuova strumentazione digitale. Si chiama Supervision Cluster ed è riprodotta su un monitor da 7 pollici posto dietro al volante. Ad essa si affianca l'inedito touchscreen centrale, con diagonale fino a 10,25 pollici (optional) incastonato all'interno della plancia.

Kia Niro Hybrid 2019

Comanda l'infotainment Uvo Connect di ultima generazione, compatibile con Apple CarPlay e Android Auto, e arricchito di una serie di servizi su traffico, meteo, autovelox e altro se collegato ad una SIM. 

Piacere di guida

Dal punto di vista meccanico la Niro ibrida e Niro ibrida plug-in abbinano un motore 1.6 GDi a ciclo Atkinson da 105 CV ad un'unità elettrica da 43,5 CV per una potenza complessiva di 147 CV e una coppia massima di 265 Nm. Cambia, in base al modello, la capacità della batteria, da 1,56 kWh sulla HEV e da 8,9 kWh sulla PHEV, garantendo a quest'ultima maggiore autonomia in elettrico (49 km su ciclo WLTP).

Kia Niro Hybrid 2019

L'auto su strada è piacevole da guidare in entrambe le versioni, che risultano sostanzialmente identiche. Ha una bella progressione ma perde brio quando si sale di giri, non è certo fatta per correre. Interessante l'adozione di un cambio a doppia frizione (a 6 marce): ha una taratura più votata alla fluidità di guida che alla rapidità, ma è preciso e riduce al minimo anche quell'effetto “scooter” di tante ibride che hanno trasmissioni CVT.

Comfort

Dotata di parecchio spazio per gli occupanti, anche a livello di bagagliaio visto che le batterie sono piazzate sotto il sedile posteriore, la Kia Niro gode anche di una buona insonorizzazione. Con il restyling, l'auto compie anche un bel passo in avanti sul fronte della sicurezza con l'adozione di numerosi sistemi di assistenza alla guida.

Kia Niro Hybrid 2019

Grazie al cruise control adattivo con funzione di gestione della marcia in colonna, al mantenimento attivo della carreggiata, al monitoraggio dell'angolo cieco, alla frenata d'emergenza, al riconoscimento della segnaletica verticale e al rilevamento dello stato di stanchezza del conducente, l'auto vanta ora una guida autonoma di Livello 2.

Curiosità

Con il restyling la Niro monta i paddles al volante. Fino a qualche anno fa erano utilizzati per comandare manualmente le trasmissioni automatiche. Poi, con l'arrivo delle elettriche (che un cambio vero e proprio non ce l'hanno) hanno assunto il compito di regolare su diversi livelli l'intensità della frenata rigenerativa nelle fasi di rilascio dell'acceleratore.

Kia Niro Hybrid 2019

Sulla Kia Niro svolgono entrambe le funzioni. La prima quando si viaggia con una modalità di guida “normale” o sportiveggiante, la seconda, permettendo di scegliere su tre livelli di recupero dell'energia, quando si seleziona il programma “Eco”.

Quanto costa

La Kia Niro è proposta su tre livelli di allestimento: Urban, Style ed Evolution. La versione full hybrid costa rispettivamente 26.250, 28.250 e 31.500 euro, mentre la plug-in ha prezzi di 36.250, 38.250 e 41.500 euro. Questo, senza incentivi.

Ma grazie alla possibilità di accedere ai contributi regionali, alle campagne promozionali Kia e all'ulteriore sconto offerto in caso di finanziamento, sull'acquisto di una Kia Niro HEV si può arrivare ad una riduzione di prezzo pari a 8.350 euro. Diventano addirittura di 10.350 euro nel caso della PHEV, che in più può sfruttare un Ecobonus statale di altri 2.000 euro.

Kia Niro

Motore 1.6 GDi a Ciclo Atkinson da 105 CV + 43,5 CV elettrici
Potenza 141 CV
Coppia Massima 265 Nm
Trasmissione doppia frizione a 6 marce
Velocità Massima 164 km/h (120 km/h in modalità elettrica)
Accelerazione 0-100 km/h 11,5 secondi
Consumi 4,4 l/100 km
Emissioni 79 g/CO2 a km
Prezzo base da 26.250 euro

Fotogallery: Kia Niro Hybrid 2019