Introdotta per la prima volta nel 2000, la Hyundai Santa Fe è l’ammiraglia del costruttore coreano. Il SUV si è costantemente modernizzato ed è cresciuto di dimensioni col passare degli anni, ma ha mantenuto la sua identità di vettura spaziosa e confortevole. In quest'ultima variante si aggiunge per la prima volta una versione ibrida plug-in, basata sullo stesso powertrain della “sorella” Hyundai Tucson e della “cugina” Kia Sorento.

Come cambiano il comportamento della Santa Fe “a batteria”? Scopriamolo nel nostro test.

Clicca per leggere:

EsterniInterni Guida Curiosità Prezzi

Esterni

Come si diceva, la Hyundai Santa Fe è il SUV portabandiera di Hyundai da oltre 20 anni. Giunto alla quarta generazione, il SUV ha dimensioni importanti, ma non eccessive. Parliamo di 4,78 m di lunghezza, 1,90 m di larghezza e 1,71 m di altezza.

Hyundai Santa Fe ibrida plug-in, la prova su strada
Hyundai Santa Fe ibrida plug-in, la prova su strada
Hyundai Santa Fe ibrida plug-in, la prova su strada

Il design è di quelli molto "robusti". L’enorme calandra anteriore è divisa su due livelli: nel primo troviamo la griglia a nido d’ape col logo Hyundai e i gruppi ottici anabbaglianti, mentre nel secondo c’è la mascherina col radar dei sistemi ADAS. Il tutto è unito da elementi in grigio opaco, che esaltano il carattere duro della SUV.

Di lato, la Santa Fe presenta un look semplice, ma ugualmente importante. La linea di cintura alta aumenta la sensazione di vettura massiccia, mentre la modanatura cromata nella parte inferiore snellisce l’impatto visivo. La zona posteriore è "alla moda", con fari LED con disegno 3D e la "barra" centrale che unisce i gruppi ottici.

Interni

L'abitacolo è all'insegna del lusso. L'esemplare in prova è dotato di sedili in pelle marrone e nera con trama a diamante nello schienale. I materiali premium si ritrovano anche sulla plancia e sui pannelli delle portiere. Al centro dell'abitacolo e in posizione rialzata troviamo tutti i comandi, tra cui quelli per il riscaldamento e la ventilazione dei sedili anteriori. 

Hyundai Santa Fe ibrida plug-in, la prova su strada

Le grandi dimensioni rendono più semplice premere i vari pulsanti. Tuttavia, rispetto alla soluzione adottata dalla nuova Hyundai Tucson e costituita da un pannello interamente touch e con pulsanti disposto in modo ancora più razionale, l’impressione è di essere davanti ad un modello non di nuova generazione.

Hyundai Santa Fe ibrida plug-in, la prova su strada
Hyundai Santa Fe ibrida plug-in, la prova su strada

Se non altro sono nuovi e moderni il sistema d’infotainment con schermo touch da 10,25” e il quadro strumenti Cluster Supervision con superficie di 12,3”. Il sistema operativo ha una grafica chiara e le opzioni sono moltissime. Molto curato il sistema di telecamere che dà una mano in manovra attraverso un’elevata risoluzione delle immagini.

A differenza della Hyundai Tucson ibrida plug-in che abbiamo appena provato, rispetto alla versione con motore diesel o full hybrid non cambia la capacità di carico. Si hanno sempre a disposizione almeno 571 litri con la terza fila di sedili sollevata. Questi ultimi sono sagomati soprattutto per contenere dei piccoli passeggeri, per viaggi non troppo lunghi.

Guida

Tre le modalità di guida tra cui scegliere: Eco, Sport e Smart. Come suggeriscono i nomi dei programmi, in Eco la vettura ha un assetto più tranquillo e ottimizzato per contenere i consumi, in Sport è più reattiva ai vari comandi, mentre in posizione Smart la risposta dell'auto cambia in base alla pressione sull'acceleratore. In pratica, a velocità costante, l'auto ottimizza i consumi, ma se si richiede più potenza, passa ad una "mappatura" leggermente più reattiva.

Hyundai Santa Fe ibrida plug-in, la prova su strada

Tuttavia, la mancanza delle sospensioni a controllo elettronico e il baricentro piuttosto alto - caratteristico dei SUV - non sono l’accoppiata migliore se adotta una guida più dinamica. Affrontando in modo deciso le curve si avverte in modo abbastanza evidente un certo rollio, che fa rinunciare ad uno stile troppo aggressivo.

Effettivamente è proprio la guida rilassata il punto di forza principale della Santa Fe. Anche coi cerchi da 19”, l’auto assorbe bene le asperità dell’asfalto consentendo un elevato comfort.

Il powertrain è lo stesso della Tucson. La meccanica ibrida plug-in vede la presenza di un 1.6 turbo a benzina e di un motore elettrico alimentato dalla batteria da 13,8 kWh. Complessivamente, l’output è di 265 CV e 350 Nm di coppia distribuita attraverso la trazione integrale e il cambio automatico a 6 rapporti.

Hyundai Santa Fe ibrida plug-in, la prova su strada

Nella modalità di guida elettrica l’auto può percorrere circa 58 km ad emissioni zero. La batteria può essere ricaricata attraverso il caricatore di bordo da 7,2 kW collegandosi ad una wallbox domestica o ad una colonnina pubblica.

Nel corso del nostro test tra le colline di Lecco, le continue frenate in paese o nelle discese, ci hanno consentito di tenere costantemente carica la batteria e di perdere circa 10 km dopo averne percorsi in realtà 30 con un impiego misto del motore termico ed elettrico. I consumi complessivi reali, invece, si sono attestati sui 5,5 litri/100 km (cioè più di 18 km/litro).

Tanti i dispositivi di sicurezza presenti. Il pacchetto Smartsense include il Blind-Spot View Monitor (che visualizza l’angolo cieco direttamente sul cruscotto digitale), la frenata automatica d’emergenza con riconoscimento di pedoni e biciclette e il Junction Turning.

Quest’ultimo frena l’auto nel caso in cui, durante una svolta a sinistra ad un incrocio, sia in arrivo un veicolo nella direzione opposta. Completano l’equipaggiamento gli immancabili cruise control adattativo e il mantenimento di corsia per ridurre lo stress in autostrada.

Curiosità

La Santa Fe è stato il primo SUV Hyundai (ora c'è anche la Tucson) ad essere equipaggiato col selettore Terrain Mode, che permette di scegliere vari programmi di guida a seconda del terreno che si sta percorrendo.

Hyundai Santa Fe ibrida plug-in, la prova su strada

Si può scegliere tra le impostazioni Sabbia, Neve e Fango e ognuna di questa cambia l’erogazione della potenza sulle quattro ruote motrici, per consentire una maggior sicurezza sui fondi difficili.

Prezzi

I prezzi della versione plug-in verranno svelati a breve dalla Casa. Tuttavia, in quanto ibrida, il SUV può sfruttare gli ecoincentivi e avere un prezzo di partenza "alleggerito". Come tutte le Hyundai, anche la Santa Fe è offerta con 5 anni di garanzia a km illimitati. 

Fotogallery: Hyundai Santa Fe ibrida plug-in, la prova su strada

Hyundai Santa Fe PHEV

Lunghezza 479 cm
Larghezza 190 cm
Altezza 171 cm
Peso 2200 kg
Capacità di carico 571-782/2041 litri
Motore 4 cilindri 1.6 turbo da 180 CV
Motor 1 motore elettrico da 91 CV
Trasmissione Automatica a 6 rapporti
Trazione Integrale
Potenza 265 CV (195 kW)
Coppia Massima 350 Nm
Accelerazione 0-100 km/h 8,8 secondi
Velocità Massima 191 km/h
Consumi 1,6 l/100 km
Autonomia in elettrico 58 km
Batteria 13,8 kWh
Emissioni 37 g/km