La famiglia delle Audi e-tron è destinata ad allargarsi sempre di più, con tanti SUV - in particolare - che vedremo da qui al 2026. Da quell’anno, infatti, i nuovi modelli Audi che si verranno introdotti sul mercato saranno solo elettrici, dando così inizio all’abbandono dei motori diesel e benzina sulle auto con i quattro anelli sulla carrozzeria, in un processo che si concluderà nel 2033.

Al momento la gamma di SUV elettrici di questo costruttore tedesco, oltre all'Audi Q4 e-tron, comprende anche la più grande Audi e-tron, con le rispettive varianti Sportback. Ed è proprio la Audi Q4 e-tron Sportback è la protagonista di questa prova. Ecco come va e in cosa differisce rispetto alla Q4 “normale”.

Esterni Interni Guida Ricarica Curiosità Prezzi

Esterni

A dare vita all’Audi Q4 e-tron Sportback è la piattaforma MEB che ospita anche altri modelli del Gruppo Volkswagen, come la Volkswagen ID.3, la Volkswagen ID.4 e la Skoda Enyaq. Le forme sono da SUV medio, con una lunghezza di 459 cm (10 cm in più di una Q3, per intenderci), un’altezza di 163 cm (nella S line l’assetto è più basso di 1,5 cm) e una larghezza di 186 cm.

Audi Q4 e-tron Sportback, la prova di Motor1.com

Rispetto alla Q4 "tradizionale", la Sportback ha un lunotto più spiovente, quasi da coupé. Proprio questa soluzione permette di ottenere un’aerodinamica più efficiente rispetto alla variante normale e ciò si traduce in un’autonomia leggermente maggiore, su tutte le motorizzazioni. In effetti, la Sportback ha un coefficiente aerodinamico Cx di 0.26, contro un valore di 0.28 della Audi Q4 e-tron.

Oltre a questa differenza nella coda, gli elementi stilistici caratteristici sono gli stessi della Q4, a partire dalla grande calandra anteriore chiamata singleframe. Che non ha prese d'aria - è chiusa -  con un design tridimensionale che ingloba il logo Audi. Ai lati troviamo i fari LED Matrix, che hanno una grafica configurabile tramite il touchscreen dell’infotainment.

Audi Q4 e-tron Sportback, la prova di Motor1.com

Le muscolose fiancate possono ospitare cerchi in lega di misura da 19” a 21”, mentre il posteriore è caratterizzato da una moderna fascia LED a tutta larghezza che, insieme all’ampio diffusore, snellisce le linee esaltandone la sportività. Ben sfruttabile il bagagliaio, che è dotato di un doppio fondo per nascondere il cavo di ricarica e che ha una capacità minima di 535 litri (15  litri in più della Q4 "normale").

Interni

Saliti a bordo della Audi Q4 e-tron Sportback si nota subito l’ottima spaziosità, sia per i passeggeri anteriori che posteriori. L’ergonomia dell’abitacolo è studiata davvero bene e il merito va anche al generoso passo di 2,76 metri. Anche chi è alto più di un metro e ottanta sta comodo nei sedili posteriori, senza contare che non c’è l’ingombro centrale dell’albero di trasmissione tipico delle auto con motore termico.

I sedili anteriori accolgono il guidatore con tanto comfort, soprattutto quelli dedicati all’allestimento S line, che hanno un look e un'ergonomia più sportivi. E sono anche ecosostenibili: infatti, sono realizzati ognuno con 26 bottiglie in plastica da 1,5 litri riciclate.

Per il resto, l’abitacolo ha forme più squadrate rispetto ai raccordi e ai rigonfiamenti della carrozzeria, con superfici spigolose e un sapiente utilizzo di materiali soft touch per dare una sensazione premium di qualità percepita.

Audi Q4 e-tron Sportback, la prova di Motor1.com

Il centro di comando è il display da 11,6” dello schermo centrale, il più grande disponibile in tutta la gamma Audi. Muoversi tra i vari menu è piuttosto intuitivo e la navigazione è dotata della funzione e-tron trip planner, con pianificazione dei percorsi e informazioni sullo stato delle colonnine di ricarica.  E si aggiorna costantemente grazie agli update in tempo reale su traffico o eventuali lavori in corso.

Sopra al quadro strumenti Audi Virtual Cockpit da 10,2” (configurabile attraverso i comandi a sfioramento delle razze sul volante) c’è l’head-up display, che è uno degli aspetti più innovativi e avanzati di quest’Audi. Il software è ha richiesto 600 mila righe di codice per la programmazione, ovvero il 50% di quelle elaborate per il primo Space Shuttle.

Audi Q4 e-tron

Non si tratta di una normale proiezione di informazioni sul parabrezza, ma di una vera e propria realtà aumentata. In pratica, le indicazioni stradali del navigatore e altre informazioni di guida (computer di bordo, direzioni da seguire, cartelli stradali, eccetera) è come se fossero proiettate a 10 metri di distanza sulla strada.

Infine, sono davvero tanti i vani portaoggetti: Audi dichiara che nell’abitacolo si hanno a disposizione complessivamente 25 litri tra portabibite e altri scompartimenti più o meno nascosti.

Guida

Dati alla mano, l’abitacolo del modello che abbiamo guidato in questa prova (una Q4 e-tron Sportback 40 quattro da 204 CV) è più grande di quello di una Audi Q7: la distanza tra i pedali e la seconda fila di sedili, ad esempio, è di 183 cm nella Q4, contro i 181 cm della Q7. Questo però non si traduce in dimensioni maggiori, anzi.

Uscendo da Milano non ci siamo sentiti quindi goffi o troppo ingombranti. La Sportback riesce a sfilare tra il traffico rapidamente e riesce a far “digerire” le costanti code ai semafori grazie alla frenata rigenerativa modulabile. Essa si può regolare in tre configurazioni, fino ad arrivare quasi a fermarsi completamente togliendo il piede dall’acceleratore.

Audi Q4 e-tron Sportback, la prova di Motor1.com
Audi Q4 e-tron Sportback, la prova di Motor1.com

Abbandonato lo stress cittadino ed entrando in autostrada, si può apprezzare ancora di più la silenziosità di marcia e la ripresa per effettuare un sorpasso dopo un rallentamento. Nonostante la mole di 2 tonnellate, la Q4 e-tron Sportback prende vigore con una una piacevole rapidità. Del resto, Audi ha ammesso che la trazione integrale quattro elettrica è due volte più veloce di quella tradizionale meccanica.

Il cruise control adattativo contribuisce a rendere piacevole il tratto autostradale, anche se l’intervento del mantenimento di corsia è, a volte, un po’ troppo accentuato.

Nel tratto extraurbano, tra curve e stradoni, la Q4 e-tron Sportback dimostra anche una certa agilità. Le forme da SUV non inficiano la qualità della guida dato che in curva il rollio è piuttosto contenuto. Il merito va anche ad un bilanciamento dei pesi prossimo al 50:50 tra i due assi.

Audi Q4 e-tron Sportback, la prova di Motor1.com

Un aspetto negativo riguarda il volante. Il design esagonale è sicuramente accattivante, ma i comandi a sfioramento possono essere toccati senza volere. Se si preme inavvertitamente l’icona del telefono, l’auto chiama il primo contatto sulla vostra rubrica. Non proprio il massimo. E serve un po’ di tempo per prenderci la mano.

Ricarica

Le batterie da 55 e 82 kWh godono di un circuito climatizzato dedicato e completamente indipendente rispetto a quello che raffredda i motori elettrici e il caricatore di bordo. In corrente alternata AC, la Q4 e-tron Sportback accetta fino ad 11 kW, mentre in fase continua si arriva a 125 kW. In altri termini, se si collega l’auto ad una colonnina rapida HPC si ottengono 130 km di autonomia in 10 minuti.

Il servizio “Audi etron charging service” facilita la ricarica attraverso un unico contratto e un’unica card, su cui sono addebitabili i costi della ricarica da colonnina pubblica in tutta Europa. Così si può avere una tariffa ribassata fino a 0,31 euro al kWh attraverso un abbonamento fisso a circa 18 euro al mese.

Audi Q4 e-tron, prova su strada

Per programmare ricarica e pianificare i viaggi torna utile l’app myAudi. Il navigatore tiene conto del percorso e del traffico in tempo reale per gestire eventuali soste.

Infine, per migliorare ulteriormente l’autonomia viene in aiuto la pompa di calore che risulta più efficiente compressore del climatizzatore. L’abitacolo si rinfresca con tempistiche identiche, ma ne guadagna il chilometraggio tra una ricarica e l’altra.

Nel corso della nostra prova abbiamo rilevato un consumo di circa 18,8 kWh/100 km. In un percorso di 150 km caratterizzato principalmente da tratti autostradali il cruscotto ha indicato un consumo della batteria del 33%.

In linea teorica, quindi, l’autonomia sarebbe di 450 km, ma in un utilizzo principalmente cittadino o a velocità da strada extraurbana non è irragionevole raggiungere il valore di omologazione di 532 km (ossia 12 km in più della Q4 tradizionale).

Curiosità

La Q4 e-tron Sportback nasce a Zwickau, un impianto carbon neutral che ricorre ad energia “green” per tutti i suoi processi. L’auto stessa è realizzata con grande attenzione all’impatto ambientale dato che ben 27 componenti sono derivate da materiali riciclati.

Come i modelli Tesla, anche questa Audi si mette in moto in modo assolutamente intuitivo. Per partire, basta tenere le chiavi in tasca, aprire la porta, sedersi, premere il pedale del freno e impostare la marcia. Non ci sono pulsanti fisici da premere: capisce “da sola” che vogliamo partire. Naturalmente, la procedura è inversa quando si parcheggia la propria Q4.

Prezzi

I due tagli della batteria da 55 e da 82 kWh danno vita a tre motorizzazioni diverse, la 35, la 40 e la 50. La prima monta il pacco batterie più piccolo, un motore elettrico (posizionato sull’assale posteriore per avere solo la trazione su due ruote motrici) da 170 CV e 310 Nm.

La versione intermedia 40 utilizza le batterie più grandi e sprigiona 204 CV, mentre la 50 arriva a 299 CV e 460 Nm di coppia grazie a due motori elettrici e alla trazione integrale. L’autonomia dichiarata parte dai 349 km della 35 e arriva ai 532 km della 40, mentre per la 50 è dichiarata una percorrenza di 497 km. Sempre la 50 è la più veloce tra tutte le Q4 Sportback e-tron con uno scatto 0-100 km/h di 6,2 secondi.

Audi Q4 e-tron Sportback, la prova di Motor1.com

I cinque allestimenti sono base, Evo, Business, Business Advanced e S line edition. I prezzi oscillano dai 47.750 euro della 35 e-tron base fino ai 65.750 euro della 50 e-tron quattro S line edition.

E' disponibile anche la formula di noleggio a lungo termine. In quest'ultimo caso, una Q4 e-tron Sportback 40 Business (del valore di 57.350 euro) viene offerta con canone all-inclusive da 499 euro al mese.

Questo include 36 mesi e 45.000 km e una lunga serie di servizi, tra cui l'accesso gratuito per 12 mesi alla rete di ricarica Audi e-tron Charging Service, la dotazione per la ricarica domestica con wallbox Enel X, manutenzione ordinaria e straordinaria, soccorso stradale e possibilità di uscita dal contratto a condizioni agevolate optando per un'altra Audi.

Fotogallery: Audi Q4 e-tron Sportback, la prova di Motor1.com

Audi Q4 e-tron Sportback 40 quattro

Lunghezza 459 cm
Larghezza 186 cm
Altezza 161 cm
Peso 2.045 kg
Capacità di carico 535/1.460 litri
Motor posteriore sincrono magneti permanenti - anteriore asincrono induzione
Trasmissione singolo rapporto
Trazione trazione integrale
Potenza 204 CV / 150 kW
Coppia Massima 310 Nm
Accelerazione 0-100 km/h 8,5 secondi
Velocità Massima 160 km/h
Batteria 82 kWh nominale - 77 kWh effettiva
Autonomia in elettrico 532 km max (WLTP)
Consumi 18,8 kWh/100 km (WLTP)