La protagonista del Perché Comprarla di oggi è la Mercedes Classe B e se cercate un’auto non troppo grande che non sia un SUV, da usare sia in città che fuori e con tanto spazio a bordo non potete non prenderla in considerazione. È stata da poco aggiornata nel design fuori soprattutto davanti e dentro con una nuova configurazione di alcune zone.

Questo esemplare in particolare è una delle versioni più interessanti a listino con sotto il cofano il diesel 2.0 da 116 CV: ecco com'è e come va.

Clicca per leggere
Dimensioni | Interni | Guida | Consumi | Prezzi

Pregi e difetti

Ci piace Non ci piace
Comfort di marcia Il volante copre la parte sinistra dello schermo centrale
Tecnologia e connettività Quinto posto poco sfruttabile
Ampia gamma motori Dotazione di serie: la lista optional è lunga
Consumi motore diesel La cappelliera non ha uno spazio dedicato

Verdetto

7.7 / 10

La Mercedes Classe B appartiene ad una categoria di auto che negli ultimi anni è stata divorata a livello di vendite da quella dei SUV e dei crossover. Sono pochi però i modelli che possono vantare una tale poliedricità, una capacità a trovarsi bene in qualsiasi condizione vengano messi alla prova: le dimensioni sono quelle giuste per la città, i consumi in viaggio contenuti, lo spazio sempre abbondante e la dotazione tecnologica al top. E poi, scegliendo lei ci si mette in garage una Mercedes: non è un’ammiraglia, ma alla guida e a bordo avrete sempre la sensazione di vivere un’esperienza premium.

Mercedes-Benz Classe B (2023)

Mercedes-Benz Classe B (2023)

Dimensioni, bagagliaio e spazio

Per quanto riguarda le dimensioni, la Mercedes Classe B è lunga poco più di 4 metri e 40, alta 1 e 56 e larga circa 1 e 80. Lo spazio a disposizione è uno dei punti dei suoi punti di forza perché la forma squadrata della carrozzeria non toglie centimetri di spazio per la testa. Il bagagliaio poi è abbastanza grande considerando la media della categoria e si sviluppa in altezza.

La capacità minima a disposizione è di 455 litri con il vano che è regolare nelle forme e ben rifinito. C’è un doppiofondo per cui il piano può essere impostato su due differenti livelli, peccato solo che sotto non entri la cappelliera quando la si toglie. Per l’organizzazione generale ci sono due ganci e una serie di anelli, con gli schienali della seconda fila che possono essere abbattuti in configurazione 40-20-40 massimizzando la capacità fino al oltre 1.500 litri.

Mercedes-Benz Classe B (2023)

Mercedes-Benz Classe B (2023)

Dietro si sta comodi perché lo spazio è sufficiente in tutte le direzioni anche per i più alti e questo vale sia per la testa che per le ginocchia e i piedi. Il posto centrale è più sacrificato perché il tunnel è ingombrante, per cui il consiglio è di viaggiare al massimo in quattro sfruttando il bracciolo che ha anche due portabicchieri a scomparsa. Qui ci sono le bocchette dell’aria e una presa USB di tipo C.

Le misure

 

Fuori

 

Lunghezza

4,42 metri

Larghezza

1,80 metri

Altezza

1,56 metri

Passo

2,73 metri

Dentro

 

Bagagliaio

455 / 1.540 litri

Plancia e comandi

Entrando in abitacolo, gli interni della Classe B stupiscono con uno stile minimal ma allo stesso tempo high tech, con i due grandi schermi di strumentazione e infotainment e la scenografica illuminazione ambientale. Trasmette trasmette fin da subito una bella sensazione di qualità attraverso assemblaggi solidi e accostamenti riusciti tra i diversi materiali.

Con il restyling è cambiato il volante, ora a due razze sdoppiate e con tasti sia fisici che a sfioramento. Anche tutta la zona sul tunnel è stata aggiornata e al centro c’è uno svuotatasche rivestito in gomma, sicuramente utile ma non abbastanza grande da accogliere gli smartphone XL di ultima generazione.

Mercedes-Benz Classe B (2023)

Mercedes-Benz Classe B (2023)

Per quanto riguarda gli altri spazi a disposizione, i vani sparsi qua e là sono capienti a partire da quello a scomparsa nella parte bassa della consolle con la piastra ad induzione per ricaricare il telefono e due prese, una USB C e una 12 V. Ci sono poi i due portabicchieri, e sono nella media anche quello sotto il bracciolo, dotato di un’altra USB C, quello davanti al sedile del passeggero e le tasche nelle portiere.

Come va e quanto consuma

La Mercedes Classe B è un modello molto poliedrico che si trova bene praticamente in qualunque contesto a partire dalla città. Il raggio di sterzata è ottimo e questo a vantaggio dell’agilità e la posizione di guida rialzata insieme alle superfici vetrate ampie garantiscono una buona visibilità a 360°, anche dietro di tre quarti nelle immissioni. Nelle manovre di precisione poi ci sono i sensori sia davanti che dietro e anche la retrocamera che è molto nitida nella risoluzione.

Ci sono poi due sistemi interessanti: uno è l’autohold che tiene ferma la macchina senza dover tenere premuto per forza il pedale del freno, l’altro consiste in una telecamera che quando si è al semaforo lo proietta sullo schermo dell’infotainment in modo tale da non doversi sporgere aspettando il verde. È comodissima anche la leva del cambio automatico sul piantone dello sterzo perché è sempre a portata e permette di essere più veloci senza mai staccare le mani dal volante nelle situazioni più concitate.

Mercedes Classe B restyling (2022)

Mercedes Classe B restyling (2022)

Ci si muove sempre in maniera molto rilassata e il merito è del cambio automatico a 8 rapporti che è di serie ed è fluido, preciso e puntuale in quasi tutte le situazioni. Si sposa alla perfezione con questo motore diesel 2.0 da circa 116 CV che lavora sempre sfruttando la coppia di 280 Nm favorendo l’inserimento delle marce alte a vantaggio dei consumi che sono bassissimi e del comfort acustico.

Quello di questo esemplare è un allestimento AMG per cui è leggermente più rigido di quello standard ma in questa configurazione con i cerchi da 18 lavora molto bene: le buche più profonde si sentono, ma in generale riesce a garantire sia una buona dinamica tra le curve - si sente il rollio ma la macchina appoggia bene e tiene - sia un ottimo assorbimento delle asperità normali come il pavé o le rotaie.

Lo sterzo è molto leggero ma è preciso e lineare, ma se vi piace con un po’ di carico non ci sono problemi perché la pesantezza può essere modificata attraverso le modalità di guida. La Classe B quindi è un’auto da famiglia e si trova perfettamente a proprio agio anche nei lunghi a maggior ragione con questo motore: il 2.0 gira veramente bassissimo, anche a 130 orari fissi non supera mai i 2.200/2.300 giri al minuto e anche fruscii aerodinamici e rotolamento delle gomme non danno mai fastidio.

Per quanto riguarda i consumi, in città si fanno oltre 15 km con un litro di gasolio. In autostrada a velocità di codice si sfiorano i 17 mentre in extraurbano si possono addirittura toccare i 25. Il tutto per una media di circa 18 km e mezzo al litro che corrispondono a 5,4 litri ogni 100 km. 

Versione provata

 

Motore

2.0 benzina

Potenza

116 CV

Coppia

280 Nm

Cambio

Automatico a 8 marce

Trazione

Anteriore

Prezzi e concorrenti

La Mercedes Classe B ha un prezzo di listino che parte dai poco più di 36 mila euro della A180 a benzina mild hybrid. Per la diesel ne servono almeno 37.500 mentre per l’ibrida plug-in da 218 CV almeno 10 mila in più. Sono sette gli allestimenti disponibili, con una differenza di oltre 13 mila euro tra il base e il top di gamma.

Mercedes-Benz Classe B (2023)

Mercedes-Benz Classe B (2023)

La rivale diretta della Mercedes Classe B è la BMW Serie 2 Active Tourer che è di qualche centimetro più corta ma se la gioca sullo stesso piano per dotazioni, motorizzazioni e prestigio. Impossibile poi non tirare in ballo anche tutti i SUV e crossover tra i 4 metri e 30 e i 4 metri e 50 che negli ultimi anni hanno invaso il mercato. In questo caso la concorrente più temibile la Classe B se la trova in casa ed è la GLA.

Fotogallery: Mercedes Classe B restyling (2022)