E' una notizia che arriva da Parigi in un momento delicato per la micromobilità elettrica, da poco regolamentata in Italia

Non è il primo incidente per chi va in monopattino elettrico, ma è il primo mortale. E' successo a Parigi, nel quartiere di Goutte d’Or, dove un giovane 25enne si è scontrato con un camion, pare, perché non abbia rispettato la precedenza. La dinamica dell’incidente va ancora chiarita, ma come riferisce la CNN, il guidatore del mezzo commerciale non è indagato con l’accusa di omicidio colposo.

E' una notizia che arriva in un momento delicato per la micromobilità elettrica, la categoria in cui rientrano piccoli ed economici mezzi di trasporto come monopattini elettrici, hoverboard (simili a skateboard ma con la tavola perpendicolare alla strada) e monowheel (monoruota da “cavalcare” appoggiando i piedi su due sostegni fissi) che in Italia, per esempio, possono circolare sì, ma non su strada. Come abbiamo già scritto si possono utilizzare su piste ciclabili o in precise aree pedonali ed i Comuni stanno definendo regole più dettagliate. Intanto a Parigi, dove i monopattini elettrici si possono noleggiare in sharing come le biciclette, stanno diventato un "incubo" per gli automobilisti e l'incidente di oggi sta animando ulteriormente una polemica già in atto.

Non tutti sì, New York dice no

Questi veicoli si stanno diffondendo rapidamente, soprattutto in grandi metropoli come Barcellona e Parigi, ma il capitolo sicurezza continua a non convincere tutti (sono mezzi che si usano senza l'obbligo di protezioni come persino il casco, che è solo "raccomandato"). Dopo quest'incidente, che segue altri non mortali, il sindaco di Parigi, Anne Hidaldo, ha dichiarato la volontà di mettere fine a questa forma di “anarchia” e sta cercando di sensibilizzare sulla sicurezza le società che gestiscono questi mezzi in sharing. Intanto da luglio a Parigi il parcheggio dei monopattini elettrici sui marciapiedi sarà vietato, la velocità dovrà essere limitata a 20 km/h e non potrà superare gli 8 km/h nelle aree pedonali. 
 
Chi invece ha deciso di opporsi con decisione alla micromobilità è New York, dove i monopattini elettrici sono vietati per motivi di sicurezza e chi non rispetta la legge va incontro a multe salate: chi viene “pizzicato”, come riferisce il sito internet Il Post, rischia una sanzione pari all’equivalente di 500 euro e la confisca del mezzo.