Il nuovo powetrain è composto da un motore elettrico da 90 kW inserito all'interno del cambio automatico

Mercedes prosegue nel percorso di elettrificazione della sua gamma, che arriverà ad avere dieci modelli ibridi plug-in entro la fine del 2019, presentando la nuova GLC 300 e 4MATIC, che porta anche al debutto a Francoforte la terza generazione di powertrain ibrido di Stoccarda, in questo caso specifico in configurazione ibrida plug-in.

Il motore 2 litri turbo benzina da 211 CV e 350 Nm di coppia è supportato da un'unità elettrica da 90 kW e 400 Nm. Insieme configurano una potenza di sistema di 320 CV e una coppia di 700 Nm, sufficienti per accelerare da 0 a 100 km/h in 5,7 secondi - grazie anche alla trazione integrale - e superare i 230 km/h. In modalità full electric, invece, si arriva a 130 km/h e l'autonomia è di circa 40 km - l'omologazione WLTP è ancora in corso - grazie a una batteria da 13,5 kWh. A livello di consumi ed emissioni siamo a 2,5-2,2 l/100 km e 57-51 g/km di CO2, ovviamente misurati con il plus della batteria piena.

Un po' di meccanica

Il cuore di questo powetrain è un motore elettrico inserito all'interno del cambio 9G-Tronic ed è realizzato come rotore interno, secondo il principio della macchina sincrona ad eccitazione permanente. Rispetto alla versione precedente, una delle maggiori innovazioni consiste nell’adozione di un convertitore di coppia con frizione di esclusione, come elemento di avviamento, e di una frizione supplementare di separazione fra motore a combustione e unità elettrica, per la marcia in modalità esclusivamente elettrica.

Mercedes GLC 300 e 4MATIC

Lo statore dell’unità elettrica è integrato nel carter della testa di trasmissione; il rotore, nella catena cinematica composta da frizione di separazione ed ingresso cambio. Il raffreddamento di statore e rotore in base al fabbisogno consente di sfruttare agevolmente la potenza, di picco e continuativa, dell’unità elettrica.

Mercedes-Benz GLC 300e

E di elettronica

Anche l’elettronica di potenza è stata completamente riprogettata e la rete di bordo ad alta tensione alimenta non solo i componenti di trasmissione e della pompa a depressione del sistema frenante a recupero, ma anche il compressore elettrico del fluido refrigerante ed il riscaldamento supplementare ad alta tensione. I due dispositivi consentono la preclimatizzazione dell’abitacolo, sia in estate, sia in inverno, operando anche senza il motore a combustione.

Mercedes GLC 300 e 4MATIC

A livello di ingombri, infine, la batteria della GLC ibrida plug-in è stata inserita sopra l'asse posteriore, modificando parte della scocca e lo schema delle sospensioni. In questo modo il vano di carico è rimasto piatto, con una capacità minima di 395 litri, solo di poco inferiore rispetto alle altre GLC.

Fotogallery: Mercedes GLC 300 e 4MATIC