Non ha costi aggiuntivi ed è abbinato al pacchetto Sports Chrono, che comprende alcune chicche per la pista

Per tutti i modelli S e 4S della Porsche 911 è ora possibile ordinare un cambio manuale a sette rapporti. L'alternativa all'ormai rinomato PDK a otto marce è disponibile senza costi aggiuntivi e viene abbinato al pacchetto chiamato Sports Chrono.

Ci sono poi altre novità per il modello 2020 della 911 Carrera: tra queste, si trovano il Torque Vectoring, il sistema InnoDrive - un cruise control molto avanzato - che finora era disponibile solo per Panamera e Cayenne, oltre a una funzione Smartlift che solleva automaticamente il frontale dell'auto in vista di dossi troppo alti.

Un pacchetto per la pista

Il pacchetto Chrono Sports comprende alcune accortezze per esaltare la guida del cambio manuale: la modalità PSM Sport, un cronometro per i giri veloci, l'applicazione Porsche Track Precision e varie modalità di guida selezionabili con l'apposita rotella sul volante.

I settaggi si dividono in Normal, Sport, Sport Plus, Wet e Individual, con cui ciascuno può modificare a proprio piacimento le varie regolazioni del volante, dell'acceleratore, dei sistemi elettronici e così via.

Fotogallery: Porsche 911 S e 4S, arriva il cambio manuale a sette marce

Nel pacchetto Sports Chrono è compreso anche il Porsche Torque Vectoring (PTV), che distribuisce in modo intelligente la potenza motrice alle ruote posteriori lavorando sui freni, per dare coppia alla ruota con più aderenza; non manca, comunque, un sistema di bloccaggio meccanico del differenziale. Una chicca è il nuovo display che mostra la temperatura degli pneumatici: quando è troppo bassa, le barre blu avvertono il guidatore della ridotta aderenza.

La 911 Carrera S con cambio manuale a sette rapporti accelera da zero a 100 km/h in 4,2 secondi e raggiunge un massimo di 308 km/h. La bilancia si ferma a 1.480 kg, ovvero 45 kg in meno rispetto alla versione PDK.

Porsche 911 S e 4S, arriva il cambio manuale a sette marce

Opzioni per il comfort

Per il MY 2020, Porsche aggiunge il sistema InnoDrive alla lista degli optional per la 911. Nelle versioni con cambio PDK, il cruise control è in grado di prevedere - basandosi sui dati di navigazione - come adattare la velocità per i successivi tre chilometri: questo comprende le curve, le rotatorie, le pendenze e - se lo si desidera - i limiti di velocità. La previsione del sistema viene integrata, ovviamente, con ciò che rilevano radar e telecamere, anche per un'eventuale frenata di emergenza.

Porsche 911 S e 4S, arriva il cambio manuale a sette marce
Porsche 911 S e 4S, arriva il cambio manuale a sette marce

Un'altra chicca è il sistema Smartlift, che solleva il frontale dell'auto fino a quattro centimetri nei punti in cui si potrebbe raschiare il paraurti. L'auto è in grado di vedere e agire in autonomia quando si tratta di dossi, ma è anche possibile memorizzare le coordinate GPS di un punto preciso manualmente: da lì in avanti, l'auto si alzerà sempre e automaticamente in quel punto preciso.

I dettagli fanno la differenza

Ci sono poi alcuni optional per l'estetica dell'auto, come il pacchetto "Pelle 930" - finora disponibile solo per la 911 Turbo - che comprende sedili e pannelli delle portiere in pelle trapuntata.

In più, sono ora disponibili nuovi vetri più leggeri e isolanti per i finestrini, il pacchetto Light Design per le luci ambientali con sette colori e una nuova verniciatura Python Green (Verde Pitone).