A listino non c'è più la GT normale, con questa che prende il posto della GT S. È, di serie, più accessoriata

Come sempre accade, quando un'auto è sul mercato da diversi anni ma ancora piace, invece di essere rimossa dal listino viene migliorata, spesso con qualche piccolo upgrade in termini di potenza o dotazioni. Non un vero restyling, ma nemmeno un "semplice" model year.

È questo il caso della Mercedes-AMG GT, sportiva della Stella presentata al Salone di Parigi nel 2014 e che, in sei anni, è rimasta praticamente sempre la stessa.

Più potente e accessoriata

Con ancora negli occhi la cattivissima Black Series da 730 CV, la AMG-GT "normale" sempra ancora versione più "terrena", ma di certo non povera per quanto riguarda la potenza. La base di gamma con il 4.0 V8 passa infatti da 476 a 530 CV. Chi cercasse un po' di potenza in più, ma senza esagerare, può orientarsi sulla GT R da 585 CV o sulla GT R Pro, sempre da 585 CV ma "pronto pista".

Mercedes-AMG GT
Mercedes-AMG GT

Rispetto al passato, la lista delle dotazioni di serie aumenta. Tra i più importanti ci sono le sospensioni a controllo elettronico AMG Ride Control, il differenziale posteriore autobloccante elettronico e un impianto frenante con dischi carboceramici e pinze rosse.

I prezzi

Il prezzo per il mercato italiano dovrebbe oscillare intorno ai 150.000 euro, ma non si sa ancora nulla con certezza. Dovrebbe arrivare nelle concessionarie a novembre prossimo, Coronavirus permettendo.

Fotogallery: Mercedes-AMG GT (2020)