Torna la R8 a trazione posteriore, con il motore V10 da 540 CV e un look rinnovato

Aggiornata nel 2018, in occasione del restyling di metà carriera (la seconda generazione è del 2013), la supercar Audi R8 è ordinabile da allora solo con la trazione integrale quattro.

Oggi però la casa tedesca annuncia la rinnovata versione R8 V10 RWD, dotata del motore 5.2 FSI (lo stesso disponibile per le “sorelle”) ma con la trazione posteriore, un abbinamento che sicuramente farà gola a chi cerca una sportiva dalle prestazioni esaltanti in grado di divertire chi la guida, perché le auto a trazione posteriore sanno essere più imprevedibili e impegnative di quelle con il 4x4.

Fotogallery: Audi R8 V10 RWD

30 CV e 65 kg in meno

L’Audi R8 V10 RWD ha il motore aspirato V10 5.2 da 540 CV e 540 Nm, collegato alla trasmissione robotizzata S tronic a 7 marce. La potenza è inferiore di 30 CV rispetto alla meno potente fra le R8 a trazione integrale, ma questo svantaggio è colmato dal peso inferiore, perché la R8 V10 RWD ferma l’ago della bilancia a 1.595 chilogrammi senza benzina e altri liquidi, 65 kg in meno della R8 V10 quattro; il peso a secco della R8 Spyder V10 RWD è invece di 1.695 kg, 55 in meno.

Per entrambe la massa “grava” per il 40% sull’asse anteriore e il 60% su quello posteriore. Le prestazioni rimangono decisamente elevate, perché la casa tedesca dichiara uno 0-100 km/h in 3,7 secondi e una velocità massima di 320 km/h, che diventano 3,8 secondi e 318 km/h per la R8 Spyder.

In Germania si risparmiano 22.000 euro

Lo stile della R8 V10 RWD è identico ai modelli con il 4x4, reso più grintoso con l’aggiornamento del 2018: la mascherina è ribassata e allargata, il fascione è più scolpito e fanno bella figura nuove prese d’aria, oltre a fari ridisegnati con una inedita “firma” luminosa a led.

La R8 V10 RWD sarà in vendita da inizio 2020 con prezzi ridotti rispetto alle R8 quattro: in Germania partono da 144.000 euro, 22.000 euro in meno della R8 a trazione integrale.

Fotogallery: Audi R8 V10 RWD