La collaborazione con Geely vede già un crossover smart nei piani, ma questo non si limiterà al solo mercato cinese

Il mercato dei SUV, a oggi, sembra inarrestabile e (quasi) tutti i marchi hanno un SUV in gamma. Ed è confermato che presto anche smart avrà un suo crossover urbano elettrico, frutto della collaborazione con la cinese Geely, colosso cinese maggior azionista di Daimler e proprietaria anche di Volvo.

Se però si pensava che potesse essere una delle tante esclusive per il mercato cinese, in verità sappiamo che l'Europa è il mercato probabilmente con il più alto potenziale. E quindi "prepariamoci", perché presto vedremo smart anche a ruote alte per le strade.

 

La piattaforma Geely può fare da struttura sia ad auto piccole che ad auto più alte e grandi, e questo significa che potrebbe essere la fine della "smart" come la conosciamo, e cioè come auto che punta tutto sulle dimensioni ridotte.

smart Forstars, il concept 2012
smart Forstars, concept del 2012 che prefigurava il SUV da città del brand

Il brand sta cercando di riposizionarsi, non più come sola auto piccola ma per essere più "di classe". Daniel Lescow, Vicepresidente smart, ha detto a riguardo:

"La lunghezza del veicolo da sola non è più un fattore decisivo per noi... abbiamo ridefinito i requisiti della Smart: vogliamo irradiare ancora più premium, e non apparire così giocherelloni."

Le nuove caratteristiche del marchio includeranno anche nuovi standard di connettività, come aggiornamenti online dal cloud e sistemi di guida parzialmente automatizzati.

smart Forstars, il concept 2012
smart Forstars Concept 2012
smart Forstars, il concept 2012
smart Forstars Concept 2012

Ciononostante, il passaggio alla fascia alta - e il conseguente aumento dei prezzi, nonostante i costi di produzioni minori in Cina - non andrà a cannibalizzare le vendite della gamma compatta Mercedes (che comprende Classe A e GLA). Stando a quanto dice Lascow, in teoria, dovrebbe "rimanere un marchio accessibile per i clienti".

Questo anche perché la compattezza rimane una caratteristica di smart, che pur crescendo nelle dimensioni rimane focalizzata sulla mobilità urbana, anche seguendo l'onda dei SUV tanto amati in Europa. Lascow ha detto a proposito:

"Il potenziale è enorme, non solo in Europa ma anche in Cina. I SUV stanno diventando i più popolari tra tutti i veicoli per il trasporto di passeggeri in Cina. Ma non preoccupatevi, il nostro nuovo SUV non sarà solo per la Cina - lo porteremo sui mercati europei."

Daimler e Geely costruiranno auto elettriche a marchio smart nella città cinese di Xian, in uno stabilimento con una capacità produttiva annua di circa 150.000 veicoli, a partire dal 2022. Per il momento, però, ancora non si sa nulla di dettagliato sul SUV smart elettrico, per intenderci nemmeno se sarà a due posti come la fortwo o a quattro posti come la forfour.

Fotogallery: smart Forstars, il prototipo di SUV da città