Somiglianze e differenze tra vecchia e nuova R5 che De Meo dice "avrà prezzi accessibili e renderà popolare l'auto elettrica"

Tra le auto che hanno segnato un'epoca un posto in prima fila spetta alla Renault 5, l'utilitaria (allora si chiamavano così) che ha motorizzato tanti giovani e non solo negli Anni '70 e '80.  

Un modello così amato e presente nella memoria collettiva che ora la Casa francese ha deciso di rifarla a partire dal 2023, elettrica e con stile retrò anticipata dalla Renault 5 Prototype

Piace già tanto 

Non c'è infatti bisogno di essere ultra ottantenni per ricordare con nostalgia la vecchia Renault 5 prodotta nella sua forma classica dal 1972 al 1985 e diventata poi Supercinque dal 1984 al 1996.  

Renault 5 Turbo vs Renault 5 Prototype
Renault 5 Turbo vs Renault 5 Prototype

Anzi, la scelta fatta dal nuovo ad Luca de Meo e dal suo team di designer e uomini di marketing appare davvero azzeccata, perché i potenziali clienti con età compresa tra i 30 e i 100 anni non potranno che innamorarsi di lei come già sembrano aver fatto tanti nostri lettori anche più giovani che ci seguono su Facebook

Un motivo in più per scegliere l'auto elettrica 

Poco importa che per rivivere lo spirito libero, pratico e un po' spensierato della prima Renault 5 si debba per forza fare quel passo definitivo verso la l'auto elettrica che ancora spaventa molti. 

Renault 5 Turbo vs Renault 5 Prototype
Renault 5 Turbo vs Renault 5 Prototype

Per la mitica R5 si potrà fare anche questo perché il suo obiettivo, lo dice lo stesso De Meo presentando il piano strategico Renaulution è quello di 

"democratizzare la tecnologia diventando protagonista nella transizione verso la mobilità elettrica". 

Gialla e nera come la Renault 5 Turbo da rally

In realtà il prototipo elettrico appena svelato sembra ispirarsi più alla Renault 5 Turbo del 1980 che alla normale R5, un po' per la grinta dello stile con passaruota allargati, un po' per i grandi cerchi in lega tipo Alpine e soprattutto per la colorazione in giallo e nero tipica della livrea "Tour de Corse" della Turbo che vinceva nei rally con Jean Ragnotti.

In questa pagina trovate un confronto dinamico di stile tra le due, in assenza di info ufficiali portate alle stesse dimensioni.

Renault 5 Turbo vs Renault 5 Prototype
Renault 5 Turbo vs Renault 5 Prototype

Non sfugge poi la stessa idea della grande scritta Renault davanti, lo sportellino per la ricarica elettrica sul cofano anteriore che imita lo sfogo d'aria della storica antenata e la strumentazione digitale che sembra in qualche modo richiamare il rigore formale dell'antico cruscotto.

Cinquant'anni di evoluzione e si vede

In realtà i richiami stilistici che arrivano fino ai fanali posteriori verticali, alla sagoma dei fari anteriori rettangolari e alla identica forma del montante posteriore non si affiancano ad un'identità meccanica, perché in questo la Renault 5 Turbo e la nuova Renault 5 Prototype non potrebbero essere più diverse.

Renault 5 Turbo vs Renault 5 Prototype
Renault 5 Turbo vs Renault 5 Prototype

Intanto la Turbo aveva solo tre porte e motore centrale turbo benzina da 160 a 350 CV con trazione posteriore, mentre il nuovo prototipo che è a cinque porte monterà con ogni probabilità un motore elettrico sull'asse anteriore o al massimo uno anche dietro per avere la trazione integrale.

Prezzi accessibili 

Il manager italiano ci dice anche che per la Renault 5 elettrica i prezzi saranno accessibili per la maggioranza dei clienti e che anche grazie al suo stile familiare e nostalgico contribuirà a rendere popolari le auto elettriche. 

Renault 5 Turbo vs Renault 5 Prototype
Renault 5 Turbo vs Renault 5 Prototype

Un'operazione nostalgia (in stile Fiat 500 o MINI) che però non è fine a sé stessa, ma punta con una serie di attente scelte industriali, sinergie e i vantaggi dell'Alleanza Renault Nissan Mitsubishi a far tornare in utile i conti del gruppo francese. In questo De Meo è chiaro: "Più auto di valore e meno corsa ai volumi di vendita". 

Il video completo della presentazione

Anche Alpine e poi, forse, la Renault 4 

Per ottenere questa "magia" degna di un manager esperto come De Meo il gruppo Renault ha infatti ufficializzato solo oggi l'esistenza della nuova piattaforma CMF-B EV. Parliamo dell'architettura modulare elettrica compatta che farà da base alla nuova Renault 5 elettrica, ma anche della sua variante sportiva marchiata Alpine che con un ulteriore richiamo al passato potrebbe chiamarsi "Alpine Turbo". 

Gruppo Renault, il piano strategico Renaulution

Ma non finisce qui perché lo stesso De Meo ci ha detto che nel suo piano prodotti c'è posto anche per un'altra elettrica Renault ispirata al passato e proiettata verso il futuro come la 5 Protoype. Tutto sembra quindi far pensare anche ad una riedizione della mitica Renault 4, pure lei a batteria e costruita sulla piattaforma CMF-B EV. 

Che cos'era la Renault 5

Per chi non avesse mai conosciuto, guidato o visto da vicino una Renault 5 ricordiamo che la compatta francese è stata capace di motorizzare la Francia e gran parte dell'Europa proponendo sin dal 1972 doti di grande modernità e uniche per l'epoca (il 1972) come la trazione anteriore, il portellone posteriore, gli interni di design e i paraurti in materiale plastico. 

Fotogallery: Renault 5, le foto storiche

Col suo stile un po' squadrato e fino al 1979 legato alle tre porte con grandi superfici vetrate, la Renault 5 è stata una delle protagoniste di quel ricambio generazionale che ha interessato il mondo dell'auto tra la fine degli Anni '60 e gli inizi degli Anni '70. 

L'arrivo delle auto a due volumi (hatchback le chiamiamo oggi) più moderne nello stile, più pratiche nell'utilizzo e anche più sicure; assieme a lei hanno scritto questa storia piccole auto gloriose come la Mini, l'Autobianchi A112, la Fiat 127, la Ford Fiesta, la Peugeot 104 e la Volkswagen Polo. 

Fotogallery: Renault R5 Prototype

Foto: Renault e Jack Passey via RM Sotheby's

Fotogallery: Renault 5 Turbo "Tour de Corse" (1980)