600 CV e upgrade da capogiro per la sportiva più desiderata del momento. Da fuori sembra una safety car

La BMW M2 CS è una delle auto sportive più desiderate del momento. La trazione è al posto giusto - ovviamente posteriore - e il sei cilindri in linea tocca i 450 CV di potenza, l'ideale per diversi in pista.

Ma tutto questo non vi basta e volete qualcosa di più estremo? La risposta a tutto è la Manhart MH2 GTR, sportiva basata sulla CS ma con un motore ben più potente e dall'estetica che strizza l'occhio al mondo delle corse.

Una macchina da corsa per la strada

Il design della MH2 GTR riprende quello della M2 da corsa, la CS racing, con l'aggiunta di un enorme spoiler in carbonio. Materiale composito che si trova anche sulle prese d'aria laterali installate sui parafanghi maggiorati.

Manhart MH2 GTR (2021)

Anche gli interni sono stati curati ad hoc: i sedili sportivi sono Recaro e volante e cambio rivestiti completamente in carbonio attingendo agli uprgrade originali dal programma BMW M Performance. Al posto di una delle due bocchette dell'aria centrale è stato integrato un display che fornisce al guidatore informazioni su tutti i parametri di funzionamento del motore.

Potenza esagerata

Ma le novità più importanti si concentrano sotto il cofano. Il motore 3.0 sei cilindri in linea biturbo passa dai 450 CV e 550 Nm originali a 600 CV e 830 Nm grazie a un turbocompressore maggiorato, a un l'intercooler specifico della CSF e a un'aspirazione in carbonio prodotta dalla ARMA. Per far lavorare il tutto in condizioni ottimali, la centralina è stata rimappata e il cambio automatico a sette rapporti aggiornato.

Manhart MH2 GTR (2021)

Tutto l'impianto di scarico è stato sostituito da un sistema in acciaio INOX con valvole bypass, terminali sportivi in carbonio da 10 cm di diametro firmati Manhart e catalizzatore a 300 celle.

Per garantire il massimo dell'agilità, gli ammortizzatori originali sono stati sostituiti con un kit della H&R esclusivo e i cerchi forgiati in nero opaco sono da 20" e gommati con pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 da 255/30 all'anteriore e da 295/25 Al posteriore. A richiesta si possono avere diversi impianti frenanti a seconda delle esigenze: di base c'è quello BMW di serie.

Fotogallery: Manhart MH2 GTR (2021)