L'indiana Gurkha combina lo stile della Mercedes Classe G con le doti di fuoristrada e il prezzo della Lada Niva

Le fuoristrada compatte sono ormai un segmento estremamente di nicchia del mercato europeo ed italiano. Una volta c’erano modelli come la Mitsubishi Pajero Pinin, la prima Suzuki Vitara o la Daihatsu Terios. Ora uno dei pochi modelli rimasti è la Suzuki Jimny, insieme alla “immortale” Lada Niva. Non sappiamo, invece, se arriverà in Italia la Lada Niva Travel che hanno provato i nostri colleghi di Motor1.com Russia (qui invece vi spieghiamo perché piace tanto la piccola fuoristrada russa).

Nel mondo, tuttavia, esistono una miriade di fuoristrada come quelli citati. Uno di questi è la Force Motors Gurkha, una best-seller in India. Già dall’origine del nome si può capire l’ambizione della Gurkha: Guru Gorkhanath fu infatti un guerriero indiano dell’ottavo secolo, i cui seguaci fondarono il Regno del Nepal.

Nel segno della Classe G

La prima cosa che si nota nella 4x4 della Force Motors è un design (neanche troppo) velatamente ispirato alla Mercedes Classe G. La stessa casa non nasconde la somiglianza e cita la fuoristrada Mercedes sul proprio sito ufficiale.

Classe G VS Jimny
Mercedes Classe G
Force Motors Gurkha
Force Motors Gurkha

In effetti, in passato Force Motors ha utilizzato delle basi Mercedes come il motore diesel OM-616 montato sulla prima Gurkha. Se la Gurkha del 2018 che vi mostriamo nelle foto ricorda più una Jimny o una Pajero, la nuova generazione attesa per quest’anno sarà ancora più somigliante alla Classe G.

A seconda che si scelga la versione tre o cinque porte, la Gurkha è lunga tra 3,99 e 4,34 metri. Solo la carrozzeria a tre porte utilizza la trazione integrale, mentre quella a passo lungo si affida alla trazione posteriore.

Come motorizzazioni si può scegliere tra un 2.2 turbodiesel da 140 cavalli e 320 Nm di coppia o un 2.6 diesel aspirato da 85 cavalli e 230 Nm. In entrambi i casi stiamo parlando di unità a quattro cilindri accoppiato alla trasmissione manuale a 5 rapporti.

La potenza, soprattutto del 2.2 turbo, può sembrare tutto sommato accettabile, ma bisogna fare i conti con una carrozzeria tutt’altro che leggera. La Gurkha fa segnare sulla bilancia ben 2510 kg (per fare un esempio, una Range Rover 3.0 diesel pesa circa 2350 kg) e non possiamo quindi aspettarci grandi risultati sul piano dei consumi e delle prestazioni.

Non teme il fuoristrada

Non è particolarmente veloce o efficiente e non brilla per originalità nella linea. Proprio come la Lada Niva Travel, però, la Gurkha se la cava egregiamente nel fuoristrada. Del resto, il look è di quelli seri: bull bar, assetto rialzato, ruota di scorta posteriore a vista, portapacchi e pure uno snorkel.

Le prestazioni lontano dall’asfalto sono garantite da un sistema di sospensioni indipendenti e dal bloccaggio del differenziale su entrambi gli assi. Completa la dotazione un set di pneumatici 245/70 da 16”.

Force Motors Gurkha

La Force Motors assicura un angolo d’attacco di ben 44° e uno d’uscita di 40° (in confronto, in quest’ultimo valore Ford Bronco e Jeep Wrangler si fermano a 37°). L’azienda indiana dichiara anche che la Gurkha può superare salite con una pendenza del 30%.

Esattamente come nel caso della Travel anche la Gurkha si propone ad un prezzo competitivo. La fuoristrada è in vendita in India all’equivalente di circa 11.000 euro. È difficile trovare un veicolo più versatile per questa cifra nel nostro listino.

Fotogallery: Force Motors Gurkha