Al Seoul Mobility Show debutta la nuova Kia Niro. La seconda generazione del crossover sudcoreano cambia fino all’ultimo bullone puntando su un look futuristico derivato in gran parte dalla concept Habaniro del 2019.

Tra interni tecnologici ed ecosostenibili e una modalità ibrida “intelligente”, ecco le novità della Kia Niro.

Punta sull’originalità

Come i modelli più recenti della gamma, anche la Niro è stata realizzata secondo la filosofia di design degli “Opposti Uniti”. Nel crossover questa prende la forma della “Gioia per la Ragione” e mette insieme la responsabilità ambientale con un’estetica orientata al futuro.

Kia Niro (2022)

La Niro si caratterizza per linee molto muscolose e squadrate. Il frontale integra una “Tiger Face” ingrandita che si estende dal cofano alla mascherina e che termina negli elaborati fari LED.

La zona posteriore è probabilmente la parte più curiosa di tutta l’auto. Le luci hanno una forma a boomerang e si allungano nel tetto “sostenute” da un pannello grigio scuro.

Kia Niro (2022)

Completano il pacchetto estetico le protezioni nere dei paraurti e dei passaruota che donano un aspetto ruvido e da fuoristrada.

Interni e motori ecosostenibili

Anche l’abitacolo è stato radicalmente trasformato rispetto al modello precedente. Oltre al volante a due razze (una caratteristica comune con la EV6), la plancia è dominata dai due schermi per il quadro strumenti e per l’infotainment. I comandi sono ridotti al minimo dato che la maggior parte delle funzioni sono integrate direttamente nell’infotelematica.

Kia Niro (2022)

La novità più interessante degli interni della Niro, comunque, riguarda i rivestimenti. Il padiglione è realizzato con carta da parati riciclata, i sedili con un tessuto derivato dalle foglie di eucalipto, mentre la verniciatura dei pannelli delle porte non contiene sostanze inquinanti come il benzene.

A livello di motorizzazioni, Kia non ha ancora rilasciato dati ufficiali limitandosi a comunicare che la Niro sarà disponibile con powertrain full hybrid, ibridi plug-in e 100% elettrici nel 2022.

Le ibride saranno dotate della “Greenzone Drive Mode”. Basandosi sui dati di navigazione e sui posti più frequentati dal guidatore, l’auto riesce a riconoscere la vicinanza di scuole, ospedali e aree residenziali passando automaticamente al motore elettrico. Lo “switch” alle emissioni zero avviene anche in prossimità di casa e della propria sede di lavoro.

Nei prossimi mesi scopriremo di più su prestazioni e prezzi.

Fotogallery: Foto - Nuova Kia Niro (2022)