Una delle auto più interessanti nate a Zuffenhausen è sicuramente la Porsche 959. Realizzata in soli 292 esemplari tra il 1987 e il 1988 è tra le Cavalline più rare in assoluto, soprattutto in versione Sport prodotta in appena 29 esemplari.

L'ex pilota di Formula 1 Nick Heidfeld ha deciso nel 2017 di affidare la sua 959 S al reparto Porsche Classic per un restauro conservativo completo. Il lavoro ha richiesto poco più di tre anni (complici anche i ritardi a causa del Covid-19) ed ecco il risultato.

Già in buone condizioni

L'esemplare in questione con un chilometraggio eccezionalmente basso (soli 4.183 km) è rimasto presso il Porsche Classic Center dall'estate del 2017 fino a dicembre 2021. Uno dei principali grattacapi che i tecnici della Cavallina si sono trovati ad affrontare è stato quello di un malfunzionamento generale della centralina motore, Bosch Motronic. Ormai datata e logora è stata sostituita interamente con un pezzo nuovo, rarissimo da trovare oggi sul mercato.

Durante le fasi di smontaggio del motore, i tecnici si sono poi resi conto che l'auto aveva subito dei lunghi periodi di fermo in box. Una situazione non propriamente favorevole all'usura interna dei componenti, che quindi sono stati completamente sostituiti con dei pezzi nuovi, consigliando a Heidfeld di usare l'auto per almeno 100 km al mese.

Porsche 959 S di proprietà di Nick Heidfeld
Porsche 959 S di proprietà di Nick Heidfeld
Porsche 959 S di proprietà di Nick Heidfeld

Uwe Makrutzki, responsabile del restauro di fabbrica alla Porsche Classic ha commentato:

Non guidare la 959 S per un lungo periodo di tempo ha messo a dura prova i pezzi oleosi dell'auto: Se un'auto così innovativa dal punto di vista tecnologico non viene guidata regolarmente, i danni da deposito sono, purtroppo, inevitabili.

Sport o normale

Trattandosi di una rarissima versione Sport, la 959 di Heidfeld in origine doveva avere alcune differenze con le altre 959, modifiche che sono state ripristinate come in origine. Per esempio gli alzacristalli elettrici anteriori sono stati rimossi, così come la chiusura centralizzata e l'aria condizionata automatica, probabilmente voluti dal primo proprietario dell'auto.

Allo stesso modo sono stati ripristinati anche i sedili posteriori, così come lo specchietto lato passeggero, mentre è stato rimosso il sistema di sospensioni autolivellanti della versione standard.

Porsche 959 S di proprietà di Nick Heidfeld

A livello meccanico sono state poche le modifiche apportate dai tecnici Porsche. La 959 S era già in origine molto performance, gli ingegneri Porsche si sono limitati a installare dei turbocompressori di nuova generazione, più grandi che funzionano a un livello di spinta più elevato. La potenza è stata così innalzata fino a 508 CV e 561 Nm di coppia, sufficienti per portare da 0 a 100 km/h l'auto in appena 3,7 secondi, fino a una velocità massima di 339 km/h.

Fotogallery: Foto - La Porsche 959 S di Nick Heidfeld