Se in Europa il Jeep Avenger, il SUV compatto (ma massiccio) per la città e non solo, il cui esordio ufficiale (presentazione e apertura dei preordini) è atteso per il 18 ottobre, in America la Casa di Toledo avvierà la propria avventura a zero emissioni con altri due modelli: la Jeep Recon e la Jeep Wagoneer S, attesi a partire dal prossimo anno.

Hanno aspetto e impostazione agli opposti. La Recon vuole esaltare il concetto di fuoristrada vecchio stampo, stile Wrangler per intenderci; la seconda, invece, ha una vocazione premium e punta su eleganza e prestazioni da prima della classe.

Mobilità estrema per la Recon

Partiamo dalla Jeep Recon. L’auto, basta guardarla, sembra una variante a zero emissioni della Wrangler. A parte le somiglianze estetiche, che si ritrovano ad esempio nelle linee squadrate e negli sbalzi ridotti, il SUV rispetta in pieno il DNA del marchio per quanto riguarda lo spirito di avventura e la voglia di vivere all’aria aperta, lontano dall’asfalto. Per questo, ad esempio, ha il tetto in tela (azionabile elettricamente) o addirittura le portiere amovibili, per viaggiare “a scocca nuda”. Si, proprio come la Wrangler.

Vista laterale Jeep Recon 2024
Jeep Recon

Nata sin dall’origine per essere solo elettrica, la Jeep Recon, mossa da motori elettrici disposti sui due assi, sfrutta una trazione integrale con tecnologia Select-Terrain e un sistema di blocco degli assi che simula quello degli schemi a quattro ruote motrici meccanici. Dotato di sistema di infotainment UConnect di ultima generazione, con mappe dedicate all'offroad, il SUV elettrico, a conferma delle proprie capacità fuoristradistiche, è in grado di superare il Rubicon Trail, il famoso percorso offroad usato come banco di test per molte Jeep di ieri e di oggi.

Un nuovo concetto di SUV premium

Per quanto riguarda la Jeep Wagoneer S (nome ancora da confermare) il discorso cambia. Il SUV ha degli elementi estetici comuni con la Wagoneer odierna, ma è completamente diverso per quanto riguarda dimensioni – più compatte – look e powertrain. Si pone quasi come una sorta di "sorella minore" e 100% elettrica.

Jeep Wagoneer S
Jeep Wagoneer S

Ha, come detto, impostazione premium. Esteticamente si caratterizza per linee più filanti e aerodinamiche e, nella vista frontale, presenta un’inconfondibile griglia a sette feritoie a forte sviluppo orizzontale, con tanto di illuminazione a LED incorporata. Dal punto di vista meccanico, la Wagoneer S sarà dotata di trazione integrale con sistema “all-terrain” e potrà contare su un’autonomia fino a 640 km. Le versioni più potenti saranno inoltre in grado di scattare da 0-100 in 3”5.

Si parte dal 2023

Se la Jeep Recon sarà regolarmente a listino negli Usa dal prossimo anno, per la Wagoneer S i tempi sono più lunghi. “L’auto sarà presentata al pubblico nel corso del 2023 – ha fatto sapere Christian Meunier, ceo della Casa – ed entrerà in produzione nel 2024”.

Vista posteriore Jeep Recon 2024
Jeep Wagoneer S

Con Avenger in Europa e Recon e Wagoneer S negli Usa, almeno in un primo momento, Jeep dà seguito al piano che la vede impegnata nella progressiva elettrificazione della gamma. L’intento è chiaro. Come ha spiegato Meunier, “Si punta ad affermarsi come il brand leader nel mondo nel campo dei SUV elettrici”. Le tappe di questo percorso sono segnate, con 4 SUV completamente elettrici in Europa e in Nord America entro il 2025 e con vendite che, nel 2030, saranno full electric per il 50% negli States e per il 100% nel Vecchio Continente.

Fotogallery: Jeep Recon 2023

Fonte: Jeep