E se ritornasse la Renault Avantime? Potrebbe essere infatti questo il nome della Renault Austral coupé, prossimo SUV della Casa francese. Uno sguardo al passato della Losanga e a un modello particolare ma mai capace di sfondare nelle vendite, per via di forme e soluzioni forse troppo all'avanguardia per quei tempi (erano gli inizi degli anni 2000).

Ora i gusti sono cambiati, le forme da coupé piacciono sempre più, specialmente se abbinate all'assetto rialzato. Ecco allora che la Austral si prepara a trasformarsi, come vediamo nelle nuove foto spia che pubblichiamo oggi.

Muso di famiglia

Rispetto a un mese fa i muletti avvistati durante alcuni test non ci sono grandi differenze: le pesanti camuffature rimangono al loro posto, lasciando scoperti solo piccoli elementi come parte dei gruppi ottici anteriori e posteriori, nelle quali possiamo ritrovare lo stile della Clio restyling.

Foto spia frontale di Renault Austral Coupe

Ci sono infatti delle luci a sviluppo verticale ai lati della mascherina, esattamente come visto sulla rinnovata versione della piccola francese.

La Renault Austral coupé (o Avantime se preferite) si differenzierà quindi dalla versione classica, con uno stile più aggressivo nel frontale. La differenza maggiore naturalmente però sarà nella linea del tetto, che scenderà dolcemente verso la coda a partire dal montante centrale, terminando in un piccolo spoiler posteriore. 

Foto spia con vista laterale di Renault Austral Coupe

Quali motori?

Trattandosi di una versione più slanciata e sportiva del SUV medio della Losanga la Austral coupé potrebbe montare unicamente i motori più potenti, montando quindi il full hybrid da 200 CV lasciando da parte i mild hybrid da 130 e 160 CV. In futuro potrebbe poi arrivare un'unità ancora più potente, ma non ci sono certezze a riguardo.

Non si sa nemmeno quando verrà presentato il nuovo SUV Renault, anche se i camuffamenti ancora così pesanti lasciano presagire che passerà ancora qualche mese prima del debutto.

Fotogallery: Foto - La Renault Austral coupé durante i test

Fonte: Automedia