Pare che ormai ritrovare auto abbandonate sia la moda del momento. E se imbattersi in vecchi macinini tutti ruggine non è certo un'impresa memorabile, riportare alla luce modelli con un qualche valore storico permette - almeno per i classici 15 minuti - di salire alla ribalta e avere una qualche buona storia da raccontare agli amici. Se poi protagoniste del ritrovamento sono - come nella storia che vi stiamo per raccontare - 20 Ferrari beh, il titolo di "Indiana Jones delle auto" non ve lo toglie nessuno.

E immaginatevi il misto tra meraviglia e stupore di chi si è ritrovato davanti un tale spettacolo.

Rosse sfortunate

Ma cosa ci facevano 20 impolveratissime Ferrari dentro un magazzino nei pressi dell'Indianapolis Motor Speedway? E perché nessuno (ma proprio nessuno) se ne era accorto prima?

1980 Ferrari 512 BB

Ferrari 512 BB (1980)

La storia è costellata di un particolare incrocio di sfortunati eventi. Tutto inizia in Florida nel 2004, anno costellato da un'impressionante serie di uragani che hanno devastato terre e causato danni per miliardi. In particolar modo l'uragano Charley che sul suo cammino ha trovato il fienile che faceva da casa alle Ferrari del nostro racconto. Perché fossero lì e non in un garage rimane un mistero.

1977 Ferrari 400 Automatic

Ferrari 400 Automatic (1977)

1976 Ferrari 308 GTB 'Vetroresina' by Scaglietti

Ferrari 308 GTB 'Vetroresina' by Scaglietti (1976)

Quello che conta è che per evitare (ulteriori) danni le 20 rosse sono state trasferite nel magazzino dell'Indiana, dove sono poi rimaste dimenticate per quasi 20 anni. Eppure tra di loro ci sono modelli davvero particolari.

Perle rare

La collezione di Ferrari conta per esempio una 250 GT del 1956, un tempo di proprietà del Re Mohamed V del Marocco, una 275 GTB che partecipò alla Targa Florio del 1966, una 512 BB Competizione e una TestaRossa del 1991.

1956 Ferrari 250 GT Coupe Speciale by Pinin Farina

Ferrari 250 GT Coupe Speciale by PininFarina (1956)

1965 Ferrari 275 GTB6C Alloy by Scaglietti

Ferrari 275 GTB6C Scaglietti (1965)

I vari modelli non sono ancora stati sottoposti a lavori di ristrutturazione e presentano ancora i vanni danni subiti a causa dell'uragano. Alcuni lievi altri, come nel caso 500 Mondial Spider del 1954, che definire "gravi" è dire poco. Basta guardare la foto qui sotto.

1991-Ferrari-Testarossa

Ferrari Testarossa (1991)

1954 Ferrari 500 Mondial Spider Series I by Pinin Farina

Ferrari 500 Mondial Spider Series I PininFarina (1954)

A doversi prendere cura di loro saranno i nuovi proprietari, chiamati a raccolta per la speciale asta che RM Sotheby's terrà a Monterrey (California) dal 17 al 19 agosto in occasione della Car Week 2023.