A volte ci vuole un po' più di tempo per trovare un degno successore di un modello iconico. I Costruttori lo sanno bene. Basti pensare alla Ford Model T (19 anni di carriera), al Maggiolino Volkswagen (36 anni) e alla Renault Twingo (14 anni). Anche la Fiat ha affrontato questo problema e ha impiegato ben 23 anni per dare alla Panda un'erede.

La Fiat Panda disegnata da Giugiaro continuò a vendere bene fino agli Anni '90, soprattutto in Italia. Ma la "grande auto" era completamente superata in termini di sicurezza, quindi un successore era una priorità assoluta.

Fotogallery: Fiat Panda seconda generazione (2003-2012)

Gingo invece di Panda

Dopotutto, Fiat è riuscita a cavarsela per molto tempo con la Cinquecento e la Seicento come complemento alla Panda originale, e la nuova Panda avrebbe dovuto sostituire tutti questi modelli. Curiosamente, però, non amavano chiamarla così. A quanto pare, la "Nuova Panda" era troppo diversa dal modello originale del 1980.  

La seconda generazione della Panda, nome in codice Modello 169, ha fatto il suo debutto nel 2003 senza alcun legame tecnico diretto con la prima generazione. Fino al 31 luglio 2003, il nome del veicolo era "Fiat Gingo". Dopo una richiesta di Renault, perché "Gingo" suonava troppo simile al nome della loro utilitaria Twingo, Fiat ha finalmente cambiato il nome della sua city car.

Fiat Nuova Panda (Typ 169, 2003-2012)

Fiat Nuova Panda (Tipo 169, 2003-2012)

La seconda generazione della Panda ha sostituito l'originale (modello 141) dopo 23 anni di produzione. Come la più piccola Seicento, la Panda è stata prodotta solo a Tychy, in Polonia, da Fiat Auto Poland.

Auto dell'anno 2004

La "Nuova Panda", con la sua carrozzeria alta, si ispirava al design dei minivan e dei mini SUV, in particolare alla Fiat Multipla. Il designer della Multipla Roberto Giolito è stato coinvolto, ma il lavoro principale è stato svolto da Giuliano Biasio della Bertone.

Fiat Nuova Panda (Typ 169, 2003-2012)

Auto dell'anno 2004: Fiat Panda

La Panda di seconda generazione, sempre a cinque porte, era lunga 3,54 metri, larga 1,60 metri e alta 1,58 metri. Passo: 2,30 metri, peso da 840 chilogrammi. Questo pacchetto fu ben accolto e nel 2004 la Panda vinse il premio "Auto europea dell'anno" davanti alla Mazda 3 e alla Volkswagen Golf V.

A partire da settembre 2005, tutte le Panda erano dotate di ABS, EBD e almeno un airbag anteriore. La leva del cambio era posizionata in alto sulla plancia centrale, per rendere più confortevole il cambio di marcia rispetto alla tradizionale leva sul pavimento.

Fiat Nuova Panda (Typ 169, 2003-2012)

Fiat Nuova Panda (Tipo 169, 2003-2012)

I motori a benzina più diffusi erano l'1,1 litri da 54 CV e l'1,2 litri da 60 CV, successivamente 69 CV. Sul versante diesel, c'era un motore da 1,3 litri con 69 e 75 CV rispettivamente. Le versioni Panda a metano (Natural Power) e a Gpl (EasyPower) furono particolarmente apprezzate in Italia. Tuttavia, la 1.2 8V Natural Power non era particolarmente veloce: impiegava ben 19 secondi per raggiungere i 100 km/h in modalità a metano, con una velocità massima di 152 km/h.

100 CV: La Super Panda

La Panda più sportiva a partire dal 2006, denominata "100 HP", era invece di tutt'altro calibro. Sotto il cofano imperversava un 1.4 16V da 100 CV. Era presente anche un cambio manuale a sei marce. Abbastanza per accelerare la piccola auto a 100 km/h in soli 9,5 secondi

Fiat Nuova Panda (Typ 169, 2003-2012)

Fiat Panda 100 CV

La Super Panda si differenziava dalle altre Panda per i freni a disco su tutte le ruote, i vetri oscurati e i paraurti anteriore e posteriore di tipo sportivo. La Panda 100 HP era dotata di sospensioni uniche con molle, ammortizzatori e boccole modificate per una maneggevolezza significativamente più rigida.

Panda 4x4 con trazione integrale

Naturalmente, per la seconda generazione di Panda doveva esserci anche una Panda 4x4. Il modello precedente era onnipresente nelle regioni montane italiane. La Panda 4×4 a trazione integrale fu aggiunta nell'autunno 2004. Si riconosceva, tra l'altro, per il silenziatore posteriore trasversale e per l'altezza da terra leggermente superiore.

Fiat Nuova Panda (Typ 169, 2003-2012)

Fiat Panda Cross

Nel gennaio 2006 fu presentata una versione visivamente modificata della Panda 4×4, la Panda Cross, disponibile solo con il motore diesel 1.3 Multijet 16V (69 CV). Due Fiat Panda 4x4 costruite in fabbrica sono state preparate per il difficile Rally Dakar 2007, iniziato a Lisbona, con il nome di "PanDAKAR".

Le due Panda 4x4, che hanno gareggiato nella categoria T2, la classe più vicina ai veicoli di serie, sono state guidate rispettivamente da Miki Biasion e dall'ex vincitore della Dakar Bruno Saby e alimentate da un turbodiesel multijet da 1,3 litri abbinato a un cambio manuale a sei rapporti. I motori erogavano 105 CV e una coppia massima di 167 Nm.

Fiat Nuova Panda (Typ 169, 2003-2012)

Fiat PanDAKAR

Oltre che per le dimensioni ridotte, i due veicoli erano caratterizzati soprattutto dalla trazione integrale automatica con giunto viscoso e differenziale a slittamento limitato, che garantiva maggiore aderenza e trazione su superfici irregolari e morbide grazie alla distribuzione ottimale della trazione alle ruote.

Le due Panda che hanno partecipato al Rally Dakar 2007 sono state equipaggiate appositamente per questo rally: Nell'abitacolo è stato ricavato uno spazio per accessori come piattaforme in alluminio per facilitare l'estrazione dei veicoli dalla sabbia soffice, pale, ruote di scorta, riserve d'acqua per l'equipaggio e altre attrezzature speciali utili per l'evento. La spedizione Fiat a Dakar comprendeva una Fiat Sedici come riserva di assistenza e tre camion Iveco per il trasporto di ricambi e tecnici. Entrambe le PanDAKAR si sono ritirate alla quarta tappa dell'evento.

Versioni speciali

Naturalmente, non mancavano i modelli speciali per la "Nuova Panda". L'azienda italiana di design Alessi ha creato un'edizione speciale con una verniciatura bicolore e rivestimenti interni ed esterni unici. Fiat ha regalato alcuni prodotti Alessi (caffettiera e apriscatole) in occasione dell'anteprima del modello speciale all'Ideal Home Show nel Regno Unito.

Fiat Nuova Panda (Typ 169, 2003-2012)

Fiat Panda Alessi

Fiat Nuova Panda (Typ 169, 2003-2012)

Fiat Panda Jolly

La Fiat Panda Jolly è stata progettata dal Centro Stile Fiat e da Stola e si ispira al design delle barche. È stata utilizzata come bus navetta speciale a Capri nell'estate del 2006. Il concetto deriva principalmente dalla 600 Multipla Jolly, un'auto sviluppata dalla Carrozzeria Ghia nel 1956, che all'epoca si poteva vedere per le strade di Capri.

L'ideatore della Panda Terramare fu il milanese Maurizio Zanisi, un ingegnere indipendente ex Iso Rivolta. Il suo veicolo anfibio autocostruito si basa sul telaio della Panda 4x4, ma è dotato di una cintura di galleggiamento gonfiabile e di un sistema di propulsione a getto d'acqua azionato dall'asse posteriore. Il 21 luglio 2006, la Terramare ha attraversato la Manica da Folkestone nel Kent a Cap Gris Nez in poco più di 6 ore.

Fiat Nuova Panda (Typ 169, 2003-2012)

Fiat Panda Terramare

La Panda Hydrogen, un prototipo alimentato da una cella a combustibile a idrogeno, è stato un progetto congiunto di Fiat Auto, del Centro Ricerche Fiat e di Fiat Powertrain Research & Technology con il supporto del Ministero della Ricerca e del Ministero dell'Ambiente.

Nella Panda Hydrogen, il sistema di celle a combustibile era alloggiato sotto il pianale. Le celle a combustibile erano composte da diverse celle collegate in serie. A piena potenza, la Panda Hydrogen produceva 60 kW (82 PS; 80 CV), con i quali l'auto raggiungeva una velocità massima di oltre 130 km/h e accelerava da 0 a 50 km/h in 5 secondi. L'auto è stata anche in grado di superare senza problemi una pendenza del 23% alla partenza.

Fiat Nuova Panda (Typ 169, 2003-2012)

Fiat Panda a idrogeno

Nel 2006, una fase dimostrativa di piccole flotte di Panda a idrogeno ha fatto da apripista ad altri programmi dimostrativi promossi e sostenuti dall'Unione Europea e dai Ministeri e dalle Regioni italiane. L'obiettivo era quello di immettere sul mercato tali veicoli entro 15-20 anni.

Modifiche e fine della produzione

Nel settembre 2005 sono state apportate diverse modifiche alla Panda, tra cui l'aggiunta di serie dell'ABS e dell'airbag per il passeggero.

Nel marzo 2007 la gamma Panda ha ricevuto piccoli aggiornamenti, tra cui un nuovo cruscotto di colore più scuro. Il modello Active ha ricevuto anche nuovi rivestimenti per i sedili, più scuri e di qualità superiore, ed è stato dotato di lettore CD di serie. Nell'estate 2007, il nuovo emblema Fiat di colore rosso scuro ha sostituito il tondo blu della Panda.

Nel 2009 la gamma Panda è stata leggermente rivista e sono stati aggiunti i modelli Active Eco e Dynamic Eco. Questi modelli erano dotati di motori a benzina 1.1 e 1.2 rivisti per migliorare i consumi e le emissioni di CO2. Sono stati inoltre eliminati i modelli con climatizzatore automatico e tetto in vetro SkyDome, a favore di una semplificazione della gamma Panda.

Fiat Nuova Panda (Typ 169, 2003-2012)

Fiat Nuova Panda (modello 169, 2003-2012)

Il 4 luglio 2011, Fiat ha annunciato che la Panda numero 2.000.000 è uscita dalla linea di produzione di Tychy, in Polonia. La vettura dell'anniversario era una Panda Cross nel colore Rosso Sfrontato, equipaggiata con il motore diesel a quattro cilindri Multijet da 1,3 litri da 75 CV. Fiat non ha specificato il Paese in cui è stata consegnata.

La Panda Classic era una Fiat Panda II ribattezzata e con un prezzo di listino ridotto per differenziarla dalla nuova generazione lanciata alla fine del 2011. La gamma motori comprendeva il 1.2 Fire benzina, il 1.2 Fire EasyPower (benzina e GPL), il 1.4 Fire Natural Power (benzina e metano) e il 1.3 Multijet diesel. La 4x4 è stata offerta con motori a benzina da 1,2 litri e come diesel. La Panda Cross è stata dismessa. La Panda Classic è stata prodotta fino al 2012.

Esattamente 2.168.491 unità della seconda generazione di Panda sono uscite dalla linea di produzione in Polonia. Una buona cifra, soprattutto perché la Panda è sempre stata in testa alla classifica delle auto piccole. Dal 2007, però, a Tychy è stata creata una rivale ancora più popolare: la Fiat 500. Attualmente la Panda viene ancora offerta nella sua terza generazione, ma nell'estate del 2024 Fiat presenterà una nuova Panda come auto elettrica a prezzi accessibili.