Il V8 4 litri da 600 CV e 800 Nm di coppia spinge come un forsennato, ma la station degli Anelli sa anche essere comoda per i viaggi

Per anni buona parte della stampa specializzata ha scritto lodando le virtù delle station wagon: belle da guardare, più piacevoli alla vista (nella maggior parte dei casi) rispetto agli inflazionati SUV e con tanto spazio da offrire. Una sorta di innamoramento che porta a concentrarsi sugli aspetti positivi, tralasciando quelli negativi e facendo passare soluzioni per lo più eccentriche come vera innovazione.

Una confusione che però non riguarda la nuova Audi RS 6 Avant, la station wagon che mi trovo qui davanti in questo momento e che mi fa entusiasmare ancora prima di salirci a bordo. Per capire bene la super station di Ingolstadt, e del perché sia capace di suscitare tante emozioni, non basta però guardarla e per conoscerla a fondo l’ho guidata nei pressi di Malibù (California), tra le capitali di tutto ciò che è fashion. Ma andiamo con ordine.

Fotogallery: Audi RS 6 Avant (2019)

Com’è fuori

Parte del fascino delle station wagon sportive è dato dalla loro estetica senza grosse pretese. Lasciarsi alle spalle una Corvette (solo per fare un esempio) nello scatto al semaforo a bordo di una familiare sui generis, magari col bagagliaio pieno di sacchetti della spesa, è una bella sensazione. Una filosofia che con la nuova Audi RS 6 viene definitivamente abbandonata. Guardatela bene e siate sinceri: la scambiereste mai per una station normale?

"Il nostro obiettivo era quello di avvicinarla allo stile di una supercar come la R8, o anche a quello di una Lamborghini".

Forse è un po’ tirata come affermazione, ma da quasi tutte le angolazioni la RS 6 Avant si fa notare. È più larga rispetto Avant normale e più bassa di 3 centimetri quando le sospensioni pneumatiche (offerte di serie) sono impostate sulla modalità più sportiva. Di serie ci sono ruote da 21” mentre come optional si possono montare quelli da 22. Un design esasperato che, almeno per chi vi sta parlando, sembra a proprio agio a bordo della station tedesca.

Com’è dentro

L’abitacolo potrebbe sembrare meno esasperato rispetto alla carrozzeria, ma non mancano certo di stile e caratterizzazioni sportive. Sedili ultra contenitivi, Alcantara e cuciture a contrasto e immancabile volante con corona tagliata nella parte inferiore. Sulla sommità centrale della plancia c’è il monitor touch per il sistema di infotainment, che permette di ridurre al minimo i pulsanti fisici. Al di sotto un altro monitor (da 8,6”) per le funzioni secondarie.

Naturalmente, trattandosi di una station wagon, l’Audi RS 6 Avant mette a disposizione anche una buona capacità di carico, con 566 litri quando si viaggia in 5 e quasi 1.680 con lo schienale posteriore reclinato.

Audi RS 6 Avant (2019)

Piacere di guida

Al di là del frontale simile a una bocca spalancata, pronta a divorare ogni cosa si trovi davanti ad essa, al di là dei passaruota sotto steroidi, del diffusore posteriore taglia XXL, a colpire di più (e ci mancherebbe altro) è il V8 sotto il cofano. Ha una cilindrata di 4 litri e sprigiona 600 CV e 800 Nm coppia, scaricati sull’asfalto da tutte e 4 le ruote tramite un cambio automatico a 8 rapporti. Una combinazione di elementi buona per bruciare lo 0-100 km/h in 3,6” e toccare – se si opta per il pacchetto Dynamic Plus – i 305 km/h di velocità massima.

Con specifiche simili sarebbe il caso di puntare subito verso le Malibu Hills e le loro meravigliose strade (tra le più belle della California). Ma ci sarà tempo: prima metto il selettore delle modalità di guida su comfort e mi dirigo verso l’autostrada, per capire come la RS 6 Avant si comporta nella guida di tutti i giorni. Ad aiutare a non sentire le asperità, a dispetto degli immensi cerchi da 22”, ci pensano le sospensioni pneumatiche, per un comportamento da vera Gran Turismo e anche un animo (leggermente) green grazie al cuore mild hybrid con rete da 48 V e alla possibilità di spegnere 4 cilindri quando non viene chiesta tutta la potenza.

Audi RS 6 Avant (2019)

Arrivato all’altezza del cartello Latigo Canyon Road – un misto di curve e rettilinei che dalla costa pacifica porta alla Mulholland Highway attraverso, come lascia supporre il nome, un bellissimo canyon – metto il selettore in Dynamic. Per farlo purtroppo bisogna distogliere per qualche istante lo sguardo dalla strada, a meno che non si sia settato prima uno dei 2 pulsanti RS1 o RS2 sul volante.

Si schiaccia sull’acceleratore: il V8 ringhia e la coppia arriva praticamente subito, senza traccia di turbo lag e la trazione integrale lavora al meglio per non perdere per strada nemmeno uno degli 800 Nm del V8 davanti a me. L’assetto si adatta al meglio agli stretti tornanti e l’asse posteriore sterzante dona alla RS 6 Avant una leggiadria quasi innaturale per un’auto lunga quasi 5 metri e pesante più di 2 tonnellate.

Il differenziale posteriore Quattro Sport (incluso nel pacchetto Dynamic Plus) fa anche lui la sua parte, con uscite di curva a velocità razzo. Lo sterzo è preciso e corposo e permette di sentire sempre l’auto.

A condimento ci sono i dischi freno carboceramici, accessorio che permette non solo di frenare meglio (quando i dischi sono più caldi) ma anche di risparmiare 34 kg rispetto all’impianto in acciaio.

Comfort

La RS 6 Avant è un’Audi a tutti gli effetti, con le classiche coccole dei modelli di Ingolstadt. Lo spazio non manca e dietro si sta come in business class. Spulciando tra la lista degli optional poi si possono avere accessori che aumentano il comfort come ionizzatore d’aria, ricevitore per la TV digitale, lettore DVD e così via.

Audi RS 6 Avant (2019)

Curiosità

La A6 Avant e la RS 6 Avant condividono solo tre componenti della carrozzeria: le portiere anteriori, il tetto e il portellone posteriore, il resto è tutto nuovo e dedicato esclusivamente alla station sportiva.

Quanto costa

Un solo allestimento per la nuova Audi RS 6 Avant per un prezzo di partenza fissato a 126.400 euro. Tanti, ma tanta è la potenza e anche l’offerta di serie, con cerchi in lega da 21”, climatizzatore automatico a 4 zone, rivestimenti in pelle e Alcantara, luci full LED, infotainment con monitor da 10,1”, impianto audio Bang & Olufsen 3D, cruise control adattivo e tanto altro.

Quasi sterminata la lista degli optional, con luci Matrix Laser LED, pacchetto Dynamic (4 ruote sterzanti, differenziale sportivo, velocità massima a 305 km/h, Dynamic Ride Control) e così via.

Fotogallery: 2021 Audi RS 6 Avant: First Drive

2021 Audi RS 6 Avant

Motore Twin-Turbocharged 4.0-liter V8
Potenza 591 Horsepower / 590 Pound-Feet
Trasmissione 8-Speed Automatic
Trazione All-Wheel Drive
Accelerazione 0-60 mph 3.6 Seconds
Velocità Massima 190 MPH
Consumi T.B.A.
Peso 4,575 Pounds
Posti a sedere 5
Capacità di carico 59.3 Cubic Feet
Prezzo base T.B.A.