Il SUV col V6 da 356 CV è comodo in ogni situazione, lasciando alle sorelle più potenti il compito di dare sensazioni più sportive

Presentata nel 2013 e aggiornata con un corposo, almeno dal punto di vista tecnico, restyling nel 2018 la Porsche Macan si prepara a diventare (anche) un SUV 100% elettrico a partire dal 2022. Fino ad allora sotto il cofano continueranno ad esserci solo e unicamente motori a benzina, come il V6 di 3 litri di questa Macan S protagonista della nostra prova.

Una versione intermedia che supera di slancio i 300 CV, superando – e di molto – l’entry level col 2.0 4 cilindri, ma non eccede in esuberanza come le GTS e Turbo, la più sportiva (la prima) e la più potente (la seconda) della gamma del SUV medio di Zuffenhausen.

Com’è fuori

Quando si parla di design conservativo, uno dei primi brand a venire in mente è Porsche, che ha fatto della lenta e ricercata evoluzione del proprio stile uno dei suoi marchi di fabbrica. Uno stile che accomuna – sotto alcuni aspetti – ogni suo modello e che vede la Macan restyling abbracciare alcune soluzioni del resto della gamma, come le luci posteriori unite da una linea luminosa o i proiettori anteriori con gli ormai classici 4 punti luminosi.

2019 Porsche Macan S
Porsche Macan S restyling 2019

Uno stile che sulla Macan S ha qualche accenno di sportività in più, ma che non viene stravolto e non ha i particolari più vistosi e sportivi della GTS.

Com’è dentro

Negli abitacoli delle auto moderne gli schermi stanno prendendo il posto dei quadranti analogici e schermi touch stanno sostituendo i pulsanti fisici. Cambiamenti minimi per alcuni brand, ma eventi di portata epocale per un marchio come Porsche. Ma se sulla 911, per molti LA Porsche per eccellenza, le novità sono dirompenti, con la strumentazione digitale che mantiene (virtualmente) gli elementi circolari, sulla Macan c’è mix tra vecchia scuola e digitalizzazione.

Il sistema di infotainment – veloce e fluido con la pecca di non avere Android Auto – ora adotta un comodo touchscreen da 10,9”, maggiormente integrato nella plancia, nel quadro strumenti l’elemento a destra ospita un piccolo display e sul tunnel centrale ci sono ancora numerosi tasti fisici, a destra e a sinistra della leva del cambio.

Porsche Macan S restyling 2019
Porsche Macan S restyling 2019

Pulsanti che, come sul modello in prova, non sempre sono di serie e lasciano quindi spazio a placchette nere che – a nostro avviso – impoveriscono l’aspetto generale, nonostante tutti abbiano una solidità di altissima qualità. La pressione di ciascun tasto o la regolazione dei comandi del clima sono esperienza ben più piacevoli (anche comode) rispetto all’agire su comandi virtuali.

Per il resto la qualità è quella classica Porsche, con rivestimenti che vanno da piccoli inserti in Alcantara alla pelle pieno fiore. Meno bene lo spazio dietro, dove si sta comodi in 2 adulti, mentre in 3 si soffre un po’.

Piacere di guida

Come detto all’inizio la Porsche Macan S ospita sotto al cofano il nuovo 3.0 V6 turbo benzina da 356 CV e 480 Nm di coppia unito al cambio PDK doppia frizione a 7 rapporti – uno dei migliori cambi automatici in circolazione – per formare una coppia formidabile e sempre fluida.

In condizioni normali, durante la guida quotidiana, i passaggi di marcia avvengono in maniera impercettibile e sempre al momento giusto, mente se si porta il selettore delle modalità di guida in Sport Plus tutto avviene ancora più velocemente, con la possibilità di gestire il cambio tramite le comode leve dietro al volante.

Un SUV con una doppia anima, mai troppo irruento e profondamente tranquillo quando non si vuole chiedere tutto (e subito) al V6 davanti a noi. Merito anche dell’assetto adattivo – presente sul modello in prova – e le sospensioni pneumatiche, optional invece assente ma testato in occasione della presentazione internazionale del restyling. Un optional che non ha fatto sentire la sua mancanza, nonostante i grossi cerchi da 20” e le strade non sempre perfette percorse durante il test. Un assetto solido e composto, ma allo stesso tempo morbido e rilassato. Un giusto mix per dare la giusta sportività senza farci sobbalzare in presenza di buche o imperfezioni.

2019 Porsche Macan S facelift

Una rilassatezza forse troppo presente, e non per quanto riguarda le prestazioni – inferiori rispetto alla concorrenza ma comunque degne di nota, con 0-100 km/h in 4,9” (con pacchetto Sport Chrono) e velocità massima di 254 km/h – ma per una souplesse generale in ogni aspetto. Anche la mancanza dello scarico sportivo – un must-have su ogni Porsche – non ha aiutato, ma in generale la Macan S manca di quella grinta che ci si potrebbe aspettare. Ma per questo c’è la GTS.

C’è poi il discorso freni, con la possibilità di avere dischi rivestiti in carburo di tungsteno in materiale carboceramico. Forse troppo per un SUV che già con l’impianto standard frena sempre bene, con una buona modularità e potenza, senza prestare mai il fianco a stanchezza o allungamento dello spazio di arresto. Almeno nelle condizioni di utilizzo quotidiano, anche lasciandosi andare ad andature sostenute.

Comfort

Lo spazio non manca, a patto che si viaggi massimo in 4, e spulciando dalla lista degli optional si ricevono coccole e attenzioni di alto livello. Peccato però che molto sia a richiesta. Detto questo tra assetto adattivo, sospensioni pneumatiche e insonorizzazione di alto livello, viaggiare a bordo della Macan S è sempre piacevole e mai scomodo.

Porsche Macan S restyling 2019
Porsche Macan S restyling 2019

Curiosità

Tra le novità che non si vedono a bordo della Porsche Macan S restyling ci sono sospensioni anteriori con nuove forcelle e molle in alluminio, barre stabilizzatrici ritarate e pedale del alleggerito di 300 grammi e con leva accorciata.

Quanto costa

La Porsche Macan S restyling parte da 68.106 euro, vale a dire circa 6.000 euro in più rispetto alla Macan base col motore 4 cilindri. Di serie ci sono cerchi da 18”, pinze freno anteriori a sei pistoncini, dischi maggiorati, sedili con inserti in Alcantara e (quelli anteriori) regolabili elettricamente.

Ci si può poi sbizzarrire con i vari optional disponibili, facendo lievitare il prezzo e, come nel caso dell’auto in prova, raggiungere (e superare) gli 80.000 euro. Ci sono ad esempio lo scarico sportivo con terminali argento (2.464 euro), gli interni in pelle (1.573 euro), Park Assit (841 euro), Cruise Control Adattivo (1.293) e tanto altro.

Fotogallery: Porsche Macan S restyling 2019

2019 Porsche Macan S

Motore Twin-Turbocharged 3.0-liter V6
Potenza 348 Horsepower / 354 Pound-Feet
Trasmissione 7-Speed Dual-Clutch
Trazione All-Wheel Drive
Accelerazione 0-60 mph 4.9 Seconds
Velocità Massima 157 MPH
Consumi 18 City / 23 Highway / 20 Combined
Peso 4,293 Pounds
Posti a sedere 5
Capacità di carico 17.6 / 52.9 Cubic Feet
Prezzo base $58,600
Prezzo della versione provata $70,990