Le prime nuove BMW Serie 7 stanno raggiungendo le concessionarie in questi giorni. La settima generazione dell’ammiraglia dell’Elica rappresenta una svolta importante nella storia del modello che per la prima volta viene proposto anche in versione elettrica.

In generale, il listino della Serie 7 è molto ampio, soprattutto se si considerano le varie motorizzazioni vendute in Cina e Stati Uniti. Proprio negli USA è presente la 760i, con un V8 non elettrificato che non vedremo mai nel Vecchio Continente. I nostri colleghi di Motor1.com Germania l’hanno provata sulle colline californiane per vedere cosa si stanno perdendo i clienti europei.

Rompe col passato

Nel prendere in esame la Serie 7 non si può considerare solo il vecchio modello. La BMW fa parte di un “trio” molto speciale e che comprende anche la Mercedes Classe S e l’Audi A8, altre due icone del lusso tedesco.

BMW 760i xDrive, la prova di Motor1.com
BMW 760i xDrive, la prova di Motor1.com

La Serie 7 è l’ultima delle tre a rinnovarsi del tutto e lo fa in modo tutt’altro che banale. Se Classe S e A8 sono rimaste al passo coi tempi adottando uno stile molto conservatore, lo stile della nuova BMW rompe i legami col passato. Le luci anteriori su due livelli, la grande calandra a doppio rene e il posteriore minimalista sono solo alcune delle caratteristiche di design che spingono la Serie 7 verso il futuro.

Anche le dimensioni sono diverse. Se prima si potevano scegliere due lunghezze diverse per il passo, ora la Serie 7 è disponibile in un’unica versione con interasse di 3,22 m. La lunghezza è cresciuta di 13 cm, per un totale di 5,39 metri che lasciano indietro Classe S e A8 (rispettivamente 5,29 m e 5,32 m per le varianti a passo lungo) e aumentano ulteriormente lo spazio a bordo.

Una limousine da guidare

La prova della Serie 7 inizia dai sedili posteriori dove tanti clienti spenderanno la maggior parte del loro tempo. Ed è qui che BMW ha dedicato tantissime novità nella sua ammiraglia, a partire dal pazzesco schermo da 31,3” con risoluzione in 8K che permette di godersi i lunghi viaggi come se si fosse al cinema.

Per mettersi comodi ci sono due schermi da 5,5” integrati nelle maniglie delle portiere che consentono di regolare le varie impostazioni dei sedili, inclusi i programmi di massaggio, il riscaldamento, la ventilazione e l’inclinazione fino a 42,5°.

BMW 760i xDrive, la prova di Motor1.com

Dopo esserci rilassati per qualche minuto, siamo passati alla posizione di guida. Qui si possono notare subito il BMW Curved Display e l’Interaction Bar.

Il primo ha debuttato sull’iX e sul restyling dell’X7 ed è composto da due schermi da 12,3” e 14,9” che riproducono le indicazioni del navigatore in realtà aumentata, oltre a essere equipaggiati con innumerevoli funzioni, tutte selezionabili in modo molto rapido e intuitivo anche attraverso il controller in cristallo sul tunnel centrale.

BMW 760i xDrive, la prova di Motor1.com

La “barra”, invece, è una modanatura che attraversa i pannelli delle portiere e la plancia che s’illumina con colori diversi a seconda dell’impostazione selezionata e della modalità di guida corrente.

Quella col V8 non delude (ed è pure “autonoma”)

La piattaforma CLAR della Serie 7 è estremamente versatile, tanto che la gamma di compone di motorizzazioni a benzina, diesel, ibride plug-in ed elettriche. Come detto, però, non tutte saranno disponibili in Europa, dove BMW si affiderà principalmente alle ibride plug-in e alle EV, con queste ultime che - nelle previsioni del brand – dovrebbero raggiungere in pochi anni il 75% delle richieste.

La protagonista della prova è “l’americana” 4.4 V8 biturbo da 544 CV e 750 Nm con cambio automatico a 8 rapporti e trazione integrale xDrive.

BMW 760i xDrive, la prova di Motor1.com

L’obiettivo della Casa è stato quello di unire al meglio il comfort e la sportività e c’è da dire che i dati tecnici sono piuttosto interessanti. L’ammiraglia da 2,3 tonnellate, infatti, ferma il cronometro nello 0-100 km/h in appena 4,2 secondi e raggiunge una velocità massima di 250 km/h limitata elettronicamente.

Oltre alla forma, comunque, c’è anche tanta sostanza. Alla guida, la BMW appare più comoda rispetto alla generazione precedente e risulta anche più dinamica in tante situazioni. Il merito va alle ruote posteriori sterzanti che rendono più reattiva l’auto, mentre il sistema anti-rollio a 48 Volt e le nuove sospensioni ad aria evitano che la BMW si “corichi” troppo in curva.

BMW 760i xDrive, la prova di Motor1.com

Al netto delle prestazioni, la Serie 7 è tra le auto più complete del suo segmento quando si parla di sistemi di assistenza alla guida. Sull’ammiraglia sono presenti oltre 30 tra sensori, telecamere e radar che permettono una guida autonoma di livello 3 in autostrada.

In pratica, l’auto può cambiare corsia da sola e rallentare accelerare in base alle condizioni del traffico (è comunque richiesto l’intervento umano nelle situazioni più critiche). Tuttavia, il sistema non è legale (al momento) in Europa, dove manca ancora l’impianto normativo per decidere le responsabilità in caso d’incidente.

Quale scegliere in Europa

Occorre ricordare che dotazione e prestazioni della 760i sono praticamente le stesse dell’elettrica xDrive 60 da 544 CV e 625 km (un’autonomia non troppo diversa rispetto a quella della versione “pura” a benzina). Questa variante dell’i7 scatta da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi e tocca i 240 km/h di velocità massima e nel corso del 2023 arriverà anche la top di gamma M70 xDrive da 660 CV e 1.000 Nm di coppia.

Per certi versi, il powertrain elettrico potrebbe risultare più appropriato al tipo di auto, visto che promette un’esperienza di guida ancora più confortevole e silenziosa.

Per gli amanti del V8 in Europa, comunque, ci sono la 750e la M760e da 489 e 571 CV, entrambe ibride plug-in con un’autonomia in elettrico intorno agli 80 km. Infine, resta il classico 3 litri diesel da 299 CV. Non resta che scegliere la motorizzazione più adatta alle proprie esigenze.

Fotogallery: BMW 760i xDrive, la prova di Motor1.com

Bmw Serie 7

Motore 4,395 cc V8 biturbo
Trasmissione Automatico a 8 rapporti
Trazione Integrale xDrive
Potenza 544 CV (a 5.500 giri/minuto)
Coppia Massima 750 Nm (tra 1.800 e 5.000 giri/minuto)
Accelerazione 0-100 km/h 4,2 secondi
Velocità Massima 250 km/h (limitata elettronicamente)
Consumi 11,2 l/100 km (rilevato durante i test)
Emissioni 255 g/km
Peso 2.345 kg
Portata 710 kg
Lunghezza 5,39 m
Larghezza 1,95 m
Altezza 1,54 m