Questa non è di certo la prima volta che i nostri fotografi avvistano un muletto della nuova Porsche 911 GT3 RS (992) in fase di test, ma mai come questa volta erano riusciti ad avvicinarsi così tanto alla mastodontica ala posteriore.

E infatti, dalle foto qui sotto scattate a bassa velocità nei pressi del Nurburgring si vedono tanti dettagli a cui, prima d'oggi, non avevamo mai fatto caso.

Impossibile nascondere le prese d'aria

Questo particolare esemplare ha sulla carrozzeria ancora parecchie mimetizzazioni anche se, a prima vista, potrebbe non sembrare dato che il colore di rivestimento nero si confonde con quello della carrozzeria.

Fotogallery: Porsche 911 GT3 RS (2021), le foto spia

Pannelli provvisori nascondono i dettagli dei parafanghi anteriori e posteriori e si sviluppano anche sulle minigonne; nonostante questo, però, si vedono comunque le grandi prese d'aria nella parte bassa dell'anteriore, sul cofano (simili a quelle della GT3 standard. A proposito, avete visto il video della GT3 vs Alfa Romeo Giulia GTAm?) e al posteriore.

Lo spoiler è gigantesco

Rimaniamo dietro per dare un'occhiata all'enorme ala attiva della Porsche 911 GT3 RS. È probabile che i supporti che la collegano al corpo vettura non siano ancora stati finalizzati dato che sembrano ancora avvolti nel nastro adesivo. Lo spoiler è completamente scoperto e, per questo, pensiamo che sarà proprio così quello che vedremo nella versione che andrà in produzione.

560 o 580 CV

Un'aerodinamica così estremizzata potrebbe sembrare esagerata per alcune persone, ma svolge sicuramente un lavoro importantissimo nel tenere l'auto ben incollata a terra. La potenza in gioco, infatti, è elevatissima: sotto il cofano troverà spazio il sei cilindri boxer aspirato da 4.0 litri che, qui, potrebbe toccare i 580 CV. Quota però che non è ancora stata confermata, con alcune indiscrezioni che parlano di 560. Dovrebbe arrivare sul mercato all'inizio del 2022.