L’elettrificazione progressiva di tutti i modelli porterà a degli inevitabili cambiamenti. Uno di questi sarà l’addio al cambio manuale in favore dell’automatico, anche nei modelli di piccole dimensioni e nelle sportive.

Volkswagen sembra aver messo una “data di scadenza” per leva e frizione: dal 2023 inizierà l’addio ai modelli con cambio manuale.

Offerta “semplificata”

La notizia è riportata dalla testata tedesca Auto Motor und Sport e pare tracciare la fine di un’era. Il motivo è semplice e anche piuttosto comprensibile.

Volkswagen (e con lei tanti altri brand nel mondo) sono impegnati in forti investimenti per l’elettrificazione della gamma e ciò porterà inevitabilmente a tagliare tutti i costi ritenuti “non necessari” o troppo onerosi. Il meccanismo di una trasmissione manuale, infatti, richiede uno studio complesso per l'applicazione anche ad un’auto elettrica.

Questo significa semplificare l’offerta e dare la priorità a soluzioni come il cambio DSG che rappresentano già una quota di mercato importante delle vendite del marchio. Secondo la testata, il 2030 segnerà la fine del cambio manuale.

Nuove Golf e Leon solo con l’automatico

La decisione di Volkswagen avrà ovvie ripercussioni su tutti i brand del Gruppo come Skoda, Seat e Audi. Quest’ultima potrebbe anticipare i tempi dato che programma di produrre solo modelli elettrici dal 2026.

È probabile che già le prossime generazioni di Volkswagen Golf, Skoda Octavia e Seat Leon vedranno sparire del tutto la presenza del cambio manuale.

E l’impressione è che sia davvero solo l’inizio della fine. Anche le sportive del futuro punteranno sul cambio automatico per gestire i motori elettrici e potenze sempre più elevate. Il caso di Aston Martin fa capire che ci sono anche ragioni commerciali. Per alcuni modelli, la maggior parte dei clienti richiede esclusivamente una trasmissione automatica.

Fotogallery: Volkswagen Polo restyling (2021)