I rapidi aumenti dei prezzi della benzina non hanno modificato le preferenze dei consumatori al momento dell'acquisto di auto negli Stati Uniti. I dati di vendita più recenti mostrano che, nonostante il surriscaldamento dell'inflazione e il periodo economico incerto, gli automobilisti in America continuano a comprare grandi veicoli.

Secondo le informazioni fornite da JATO Dynamics, i SUV e i pick-up hanno registrato una nuova quota di mercato record nei primi quattro mesi del 2022. Questi due segmenti hanno rappresentato il 72,9% del totale delle vendite di autovetture tra gennaio e aprile 2022. In numeri assoluti si tratta di 3,32 milioni di unità su un totale di 4,56 milioni. I SUV hanno rappresentato il 53,5% di quota, mentre i pick-up il 19,4%.

È di gran lunga la quota più grande al mondo per questi veicoli, un altro esempio di come il mercato degli Stati Uniti sia particolare. Questo spiega anche perché l'elettrificazione qui stenta a decollare rispetto ad altre regioni, come l'Europa o la Cina. I consumatori negli Stati Uniti sono semplicemente dipendenti dalla benzina.

I segmenti in più rapida crescita

Oltre alla loro posizione dominante, i SUV e i pick-up sono risultati anche leader delle quote di mercato negli ultimi quattro anni. A gennaio-aprile 2019, un anno prima che la pandemia colpisse le economie globali, i due segmenti hanno rappresentato il 63,0% delle vendite totali. La quota di mercato nel 2020 è salita al 67,9% e poi nel gennaio-aprile dello scorso anno al 70,5%.

In totale, la loro quota di mercato è aumentata di 9,9 punti tra il 2019 (pre-pandemico) e il 2022. Il caso dei SUV è più notevole. La loro quota di mercato non ha mai smesso di crescere passando dal 46,1% nel 2019 al 47,5% nel 2020, al 52,3% nel 2021. Ciò significa che la 'market share' è aumentata di 7,4 punti durante questi anni.

SUV e pick up continuano a spopolare negli USA

La crescita corrisponde abbastanza al calo registrato dalle berline, le più grandi perdenti in questo periodo. La loro quota è scesa dal 23,4% di gennaio-aprile 2019 al solo 16,3% di quest'anno. Sono 7,1 punti in meno. In termini di volume, le berline hanno trovato 1,25 milioni di nuovi clienti nel 2019 e solo 742.000 quest'anno fino ad aprile. Del resto, erano il terzo più grande segmento del Paese.

I SUV di Tesla, Hyundai e Toyota, i grandi vincitori

Parte della crescente popolarità dei SUV è spiegata dai forti risultati di vendita della Tesla Model Y. Dalla sua introduzione nel 2020, è diventata il veicolo elettrico più popolare negli Stati Uniti, superando la Model 3. In realtà, la Model Y è stata la 13esima auto più venduta fino ad aprile e il settimo SUV più acquistato.

SUV e pick up continuano a spopolare negli USA

La Model Y ha così permesso a Tesla di incrementare la propria quota di mercato nel segmento dei SUV dallo 0,2% nel 2019 al 2,7% quest'anno. Questo è l'aumento più alto tra tutte le marche che vendono SUV. Il marchio Tesla è stato seguito da Hyundai, salito di 2,4 punti in quegli anni e guidato dall'ultima generazione di Tucson e dalla Palisade.

Toyota invece ha guadagnato la prima posizione grazie al RAV4, il SUV preferito del Paese a stelle e strisce, ed l'Highlander, il terzo SUV più venduto.

SUV e pick up continuano a spopolare negli USA

SUV e pick up elettrici per guidare la crescita

Questo rapido passaggio dai segmenti tradizionali a SUV e pick up è destinato a continuare nei prossimi anni grazie all'introduzione di modelli elettrici. Oltre alla Model Y, la Ford Mach E, la Hyundai Ioniq 5, la Kia EV6, la prossima Chevrolet Equinox EV, la Chrysler Airflow e molte altre novità dovrebbero consentire a questa crescita di proseguire.

Lato pick-up, a scuotere il mercato ci sono il Ford F-150 Lightning, la Chevrolet Silverado EV, la prima Ram elettrica e il Tesla Cybertruck. Gli americani si convinceranno così a passare all'elettrico?

L'autore dell'articolo, Felipe Munoz, è Automotive Industry Specialist di JATO Dynamics.