Se ne parlava da tanto tempo ormai e finalmente la nuova Mercedes-AMG C63s su base Classe C W206 ha fatto il suo debutto, confermando le tante indiscrezioni dei mesi passati e, quindi, salutando per sempre lo storico V8. Al suo posto il 2.0 Turbo 4 cilindri più potente di sempre, abbinato a un modulo ibrido plug-in di generose dimensioni.

La nuova berlina sportiva di Stoccarda, deve vedersela ora con la sua storica rivale per eccellenza, la BMW M3, in particolare nella sua ultima generazione G80 e in versione Competition. I punti in comune tra le due sono tanti, così come le differenze e abbiamo quindi deciso di metterle faccia a faccia in maniera virtuale. Almeno per ora.

Lo stile esterno

Guardandole da fuori, le due tedesche appaiono ben diverse sotto tanti punti di vista. Se infatti la C63 AMGs mantiene delle linee piuttosto fedeli al modello da cui deriva, con allargamenti di carreggiata di 76 mm e una lunghezza aumentata di 84 mm grazie a nuovi paraurti anteriori e posteriori, la M3 ne stravolge lo stile, dotandosi perfino di un frontale completamente diverso preso in prestito dalla Serie 4 e dalla sua controparte firmata dal reparto Motorsport, la M4.

Mercedes-AMG C63s 4matic+
BMW M3 Competition xDrive

Partendo proprio dall’anteriore, entrambe mostrano la propria potenza extra con diversi accorgimenti estetici, come i paraurti dal carattere decisamente sportivo, abbinati in entrambi i casi a griglie frontali dedicate, insieme ad alcuni dettagli aerodinamici scuri, che, per tutte e due, opzionalmente, possono diventare in fibra di carbonio. Entrambe di serie sono equipaggiate con cerchi da 19 pollici, che optional possono arrivare fino a “20 per la Classe C e fino a “21 per la M3.

Ma è al posteriore che probabilmente iniziano a notarsi i maggiori punti di distacco. Qui infatti, al di la dello stile delle due berline profondamente diverso: sulla BMW M3 spiccano i quattro scarichi tondi, posti all’interno di un diffusore per l’aria di grandi dimensioni e dalle forme squadrate. Sulla Mercedes C63 AMGs, invece, si verifica esattamente l’opposto, con i classici scarichi squadrati della Casa, sempre quattro, incassati all’interno del diffusore dalle linee più levigate.

Mercedes-AMG C63s 4matic+
BMW M3 Competition xDrive
Modello Lunghezza Larghezza Altezza Passo
Mercedes-AMG C63s 4matic+ 4,84 1,89 1,44 2,88
BMW M3 Competition xDrive 4,79 1,90 1,44 2,86

Come sono dentro

Partita a pari merito si gioca poi anche negli interni, dove entrambe restano fedeli ai modelli da cui derivano, con alcune piccole modifiche di dettaglio per rendere ben nota agli occupanti la potenza.

La Classe C mantiene, infatti, l’impostazione classica della Stella, con uno schermo verticale e uno orizzontale, con il volante a tre razze doppie AMG-Line e i sedili anteriori sportivi, che optional possono diventare monoscocca “Performance” (un accessorio storico sulle Mercedes più sportive).

Mercedes-AMG C63s 4matic+
BMW M3 Competition xDrive

Sulla BMW M3, invece, con il recente aggiornamento di metà carriera dell’intera gamma e con l'introduzione della M3 Touring, trova posto il nuovo sistema di infotainment iDrive 8 (novità assoluta per l'M3 berlina) con schermi curvi a formare un unico elemento unendo strumentazione digitale e infotainment. Anche nel caso della berlina di Monaco nella lista degli accessori figurano i sedili più sportivi, dotati di fori interni per alleggerire il peso e favorire la traspirazione (una novità che aveva debuttato sulla precedente generazione di M3 e M4 e ora evoluta).

A livello di spazio per gli occupanti e per i bagagli, le dimensioni in entrambi i casi non cambiano rispetto agli altri modelli in gamma, con la C63s però che, a causa del modulo ibrido posteriore, dovrebbe adottare il vano di carico delle altre versioni ibride ricaricabili già in vendita (ma maggiori informazioni a riguardo arriveranno in seguito).

Mercedes-AMG C63s 4matic+
BMW M3 Touring

I motori

Ma veniamo al dunque. A livello meccanico queste due sportive tedesche sono vicine ma distanti e figlie di due filosofie ben diverse, un po’ come le due città da cui provengono, Stoccarda e Monaco.

La nuova Mercedes-AMG C63s è infatti la prima della sua categoria a essere ibrida plug-in. Vicino al già citato 2.0 turbo benzina a 4 cilindri da 476 CV (il più potente di sempre), con turbo ad azionamento elettrico e compressore in aspirazione (tecnologia che ha debuttato sul 6 cilindri in linea M256 alcuni anni fa), trova posto un motore elettrico posto sull’asse posteriore, in grado di generare fino a 204 CV di potenza extra, grazie a una batteria da 6,1 kWh. Questo particolare abbinamento porta la potenza complessiva della Classe C più potente in assoluto fino a quota 680 CV, scaricati a terra dalla trazione integrale 4matic+.

Mercedes-AMG C63s 4matic+
BMW M3 Competition xDrive

Dall’altro lato della bilancia, sotto il cofano della M3 Competition trova posto l’ultima evoluzione del 3.0 6 cilindri in linea turbo dell’Elica. Nome in codice S58, sviluppa 510 CV e 650 Nm di coppia, scaricati a terra con la sola trazione posteriore o l'integrale xDrive (con spassosa modalità drift). Per la Mercedes il cambio è a doppia frizione a 9 rapporti, prodotto in casa, nel caso della BMW a convertitore di coppia a 8 rapporti, prodotto dalla tedesca ZF.

Affiancando i meri dati prestazionali, si può notare che a batteria completamente carica e "pronta a dare tutto", la Mercedes dovrebbe lasciarsi alle spalle la rivale BMW sullo 0 a 100 km/h. Parlando di velocità massima invece le cose cambiano: se infatti per entrambe di serie è limitata a 250 km/h, la C63 AMGs può toccare i 280 grazie a un pacchetto dedicato acquistabile in fase di ordinazione, mentre la M3 alza l'asticella fino ai 290.

Mercedes C 63 AMG S E Performance
BMW M3 Competition (2021), la prova di Motor1.com

A batteria scarica invece, ad avere la meglio sempre sulla carta dovrebbe essere la BMW, grazie alla potenza e alla coppia superiori di 34 CV e 105 Nm, prendendo in considerazione soltanto il motore termico della Mercedes.

Quel che è certo però è che, stando ai dati rilasciati da AMG, una condizione di batteria allo 0% della propria capacità non è prevista in quanto il sistema garantisce sempre una certa percentuale di carica. 

Modello Motore Potenza Coppia Velocità massima 0-100 km/h
Mercedes-AMG C63s 4matic+ 2.0 turbo 4 cilindri + modulo elettrico 476 CV + 204 CV 545 Nm + 320 Nm 280 km/h       (con pacchetto dedicato) 3,4"
BMW M3 Competition xDrive 3.0 turbo 6 cilindri in linea 510 CV 650 Nm 250 km/h 3,9"

I prezzi 

Al momento Mercedes non ha ancora pubblicato i prezzi della nuova C63s. Per conoscerli bisognerà attendere alcune settimane. La BMW M3 invece parte da 99.350 euro per la versione standard da 480 CV con trazione posteriore e cambio manuale, che diventano 103.950 euro per la versione Competition da 510 CV sempre con trazione posteriore ma con cambio automatico, fino ai 108.500 euro necessari per la Competition xDrive con cambio automatico.

Per chi vuole più spazio

Per la prima volta poi le Mercedes C63 AMGs e BMW M3 si sfidando anche sul terreno delle station wagon sportive. Se infatti per Stoccarda la media familiare sott steroidi non è una novità, per Monaco di Baviera il 2022 ha rappresentato un punto di svolta con la prima incarnazione firmata Motorsport della Serie 3 Touring.

Mercedes C 63 AMG S E Performance Station Wagon
BMW M3 Touring

Le meccaniche sono le medesime delle berlina, con in più bagagliai a prova di famiglia al seguito. 

Fotogallery: La Mercedes-AMG C63s sfida la BMW M3 Competition