Un altro anno da incorniciare per Lamborghini: il 2022 della Casa italiana è ancora da record, sia come numero di auto vendute che come fatturato e profittabilità. In più Lamborghini conferma l'elettrificazione completa della gamma entro fine 2024, comprese nuove Huracan e Urus ibride plug-in.

Questi numeri da primato che si riassumono appunto in 9.233 auto consegnate nei dodici mesi (+9,8% rispetto alle 8.405 del 2021), un fatturato di 2,38 miliardi di euro (+22%) per Automobili Lamborghini e un margine operativo del 25,9% che viene definito "best in class nel mercato di riferimento e al top del mercato del lusso automobilistico".

In poche parole significa che più di un quarto del prezzo di vendita di una Lamborghini si traduce in guadagno per la Casa di Sant'Agata Bolognese. Da citare è anche il risultato operativo pari a 614 milioni di euro nel 2022, ovvero il 56% in più rispetto al record del 2021.

Urus e Stati Uniti sempre al top

Scendendo un po' più nel dettaglio delle vendite globali di Lamborghini scopriamo che la Urus resta la regina incontrastata della gamma del Toro con 5.367 consegne in tutto il mondo (+7%), seguita dalla Huracan in crescita del 20% e dalla Aventador che ha finito la sua carriera produttiva a settembre 2022. Qui sotto i numeri esatti con le quote sul venduto Lamborghini.

  1. Lamborghini Urus: 5.367 (58,1% del totale)
  2. Lamborghini Huracan: 3.113 (33,7% del totale)
  3. Lamborghini Aventador: 753 (8,2% del totale)
Foto - Lamborghini Urus Performance 2022

Lamborghini Urus Performance 2022

Il principale mercato per le Lamborghini resta quello degli Stati Uniti, seguito da Cina e Germania, tutti in crescita. Sotto il dettaglio dei mercati più importanti per Lamborghini:

  1. Stati Uniti: 2.721 (+10%)
  2. Cina, Hong Kong & Macao: 1.018 (+9%)
  3. Germania: 808 (+14%)
  4. Regno Unito: 650 (+15%)
  5. Giappone: 546 (+22%)

Nel presentare i risultati 2022 il presidente e ad di Lamborghini, Stephan Winkelmann, commenta:

"Continua la nostra crescita aziendale e, anche per il 2022, possiamo confermare con orgoglio il raggiungimento di obiettivi di altissimo livello. Questi numeri arrivano in un anno molto importante per l’azienda, che coincide con l’anniversario dei 60 anni dalla nascita e l’ingresso nella seconda parte del programma Direzione Cor Tauri: il più importante piano di investimenti che guiderà il nostro percorso di crescita, migliorando ulteriormente la nostra performance finanziaria, il valore del nostro brand e della nostra azienda.

Lamborghini, i risultati 2022

Stephan Winkelmann

 

Il 2023 rappresenterà un anno ricco di sfide e di cambiamenti che siamo pronti ad affrontare spingendoci sempre oltre. Abbiamo la possibilità di focalizzarci sui prossimi obbiettivi anche grazie ad una lista d’attesa di 18 mesi che ci consente di proiettarci ai traguardi futuri con fiducia e tranquillità. Un momento di grande valore per Lamborghini che, continuando a perseguire questo percorso di crescita, resterà nella storia."

Gamma ibrida entro fine 2024

Lamborghini conferma anche la volontà di elettrificare tutta la gamma, a partire dalla V12 erede della Aventador che sarà "il primo passo verso l'ibridazione dell'intera gamma di modelli, che si concluderà alla fine del 2024".

Il telaio della nuova Lamborghini V12 ibrida

Il telaio della nuova Lamborghini V12 ibrida

Si tratta di un investimento da 2,5 miliardi di euro entro il 2028, il più grande di sempre per Automobili Lamborghini che, come già anticipato pochi giorni fa, riguarderà anche l'arrivo entro il 2024 della Urus ibrida plug-in e dell'erede della Huracan a fine 2024, sempre con sistema plug-in hybrid.

Lamborghini Urus PHEV, nuove foto spia

Lamborghini Urus PHEV, nuove foto spia

Per la prima Lamborghini elettrica al 100% occorrerà invece aspettare fino al 2028, una sportiva pura che sarà seguita nel 2029 dall'erede elettrica della Urus.

Fotogallery: Lamborghini, i risultati 2022