Con la nuova generazione la BMW Serie 5 è cambiata sotto molti punti di vista, mantenendo - quasi - intatte le proporzioni della carrozzeria, concentrandosi maggiormente su motorizzazioni, con l'arrivo per la prima volta di powertrain 100% elettrici e abitacolo. Qui si gioca una delle partite più importanti per le auto del futuro: tecnologia sempre più avanzata e ben più di un occhio di riguardo alla sostenibilità.

Ecco allora che gli interni della BMW Serie 5 2023 cambiano profondamente, abbracciando lo stile del resto della gamma, aggiungendo nuove funzionalità al sistema di infotainment e non solo. Ve le raccontiamo tutte qui si seguito.

BMW Serie 5 2023: il display

Iniziamo con il Curved Display, centro nevralgico dal quale si comandano tutti gli aspetti della BMW Serie 5. Si tratta di un pannello curvo composto da due monitor: uno da 12,3” per la strumentazione 100% digitale e l'altro da 14,9” per il sistema di infotainment. Ad animare i due schermi ci pensa BMW OS 8.5, la più recente evoluzione del sistema operativo della Casa, basato come sempre su Linux. 

 

Presentato a marzo si contraddistingue prima di tutto per la nuova schermata home, con colori più tenui e una riorganizzazione completa dell'interfaccia e della disposizione dei comandi. La navigazione segue ora la filosofia "Zero layer": niente più infiniti menù e sotto menù da esplorare, ma tutte le funzioni principali saranno ben visibili e raggiungibili a ogni schermata.

Un sistema naturalmente sempre connesso grazie a due antenne 5G (come optional posso diventare quattro), per scaricare aggiornamenti e nuove funzionalità per l'auto. Non mancano naturalmente Android Auto e Apple CarPlay, anche wireless.

BMW Serie 5 2023, gli interni

BMW Serie 5 2023, Android Auto e Apple CarPlay sono anche wireless

BMW Serie 5 2023, gli interni

BMW Serie 5 2023, il navigatore satellitare mostra le colonnine di ricarica lungo il percorso

Un software sempre più potente che rappresenta una sorta di ponte tra passato e futuro: a novembre 2023 infatti verrà presentato il BMW Operating System 9, basato su Android Open Source Project, da non confondere con Android Automotive utilizzato da Renault e Volvo.

Cosa si può fare

La connettività del sistema di infotainment della BMW Serie 5 2023 dà vita a nuove possibilità, come quella di poter giocare a videogiochi direttamente sul Curved Display. Il tutto grazie all'app AirConsole, software videoludico sviluppato dalla startup svizzera N-Dream. 

Gli interni della Serie 5 possono così diventare una sorta di sala giochi per passare il tempo durante le soste, come quelle per la ricarica, usando il proprio smartphone come controller. Inizialmente saranno disponibili circa 15 titoli - tra giochi di auto, quiz e sport - e in futuro la libreria sarà ulteriormente ampliata.

BMW Serie 5 2023, gli interni

BMW Serie 5 2023, si potrà giocare con i videogame

BMW Serie 5 2023, gli interni

BMW Serie 5 2023, gli automobilisti tedeschi potranno guardare le partite della Bundesliga

Anche per i calciofili (residenti in Germania) c'è una buona notizia: come sulla Serie 7 anche a bordo della nuova BMW Serie 5 si potranno guardare le partite della Bundesliga in diretta. Naturalmente solo a macchina ferma, una volta in movimento ci sarà solo la telecronaca senza video. Per le altre leghe calcistiche europee, Serie A in testa, non ci sono notizie di accordi.

Non manca naturalmente il navigatore satellitare connesso, con percorso ottimizzato per le versioni elettriche, a mostrare i punti di ricarica calcolando il tempo necessario per "fare il pieno" alle batterie.

Sempre meno pulsanti

Altra grande novità negli interni della BMW Serie 5 2023 è la quasi totale scomparsa di pulsanti fisici, come quelli per gestire il climatizzatore. A sostituirli ci pensa una superficie touch sistemata sotto il monitor centrale. Chiamata Interaction Bar riprende forma e filosofia di quella della Serie 7: una superficie touch che arriva fino alle portiere, per gestire clima e non solo. 

 

Il colore dello sfondo può essere modificato a piacere e mostra anche differenti animazioni per avvisare l'arrivo di una telefonata, indicare agli occupanti l'eventuale arrivo di una vettura avvertendoli di non aprire la portiera e molto altro.

Sopravvive invece la classica rotella dell'iDrive sul tunnel centrale, affiancata dal comando per il volume dell'infotainment, il selettore della trasmissione, il pulsante di avviamento e pochi altri pulsanti virtuali per richiamare al volo la schermata principale del sistema di infotainment o attivare le telecamere di parcheggio.

Cambiano anche i comandi al volante, con un mix di pulsanti fisici e virtuali sistemati sulle razze. Razze che possono essere due o tre, a seconda degli allestimenti: sulle versioni M Sport, quelle di lancio, ce ne sono tre mentre le altre ne prevedono due.

 

Eleganza vegana 

Al di là della tecnologia la BMW Serie 5 2023 compie balzi in avanti anche per quanto riguarda la cura dei dettagli. Non tanto, o meglio non solo, dal punto di vista di possibilità di personalizzazione o impeccabilità degli assemblaggi. Anche i materiali contano. Così la media diventa la prima vettura dell'Elica che di serie offre interni 100% vegani.

Dai rivestimenti dei sedili a quelli del cruscotto, passando per pannelli porta e volante, non c'è traccia di pelle di origine animale, sostituiti da un materiale simile al tatto e alla vista. 

Tanto spazio

In attesa di poter provare la nuova BMW Serie 5 berlina ci affidiamo alle informazioni ufficiali per parlare dello spazio interno. Il divanetto posteriore - con schienali abbattibili con schema 40:20:40 - offre ancora più comfort e come optional possono essere riscaldati. A pagamento si può avere anche il climatizzatore quadri zona, con le bocchette per i passeggeri posteriori incastonate nei montanti centrali.

 

Per quanto riguarda il bagagliaio la BMW Serie 5 mild hybrid e plug-in offre 520 litri di capacità mentre l'elettrica i5 vede scendere il valore di 30 litri, per un totale di 490.