Che Porsche sia uno dei brand più amati al mondo è fatto ben risaputo. Un altro conto, però, è vedere in prima persona, concretamente, quanto questo attaccamento e questo fascino siano radicati e diffusi anche in quei Paesi così lontani dal nostro Occidente.

Icons of Porsche è, semplicemente, il più grande festival del Medio Oriente dedicato alla Casa di Stoccarda, capace di richiamare a sé oltre 27.000 partecipanti in soli due giorni. Ho avuto la possibilità di partecipare alla terza edizione e in questo articolo vi porto con me, raccontandovi le sensazioni che solo un evento speciale ed esotico, nel pieno stile di Dubai, può trasmettere.

2023, un anno da celebrare

Al centro di Icons of Porsche 2023 sono stati i - primi - 75 anni della Cavallina, celebrati attraverso le più iconiche mai prodotte in quel di Zuffenhausen. Non solo quelle portate dalla Casa stessa - spesso custodite nel museo alle porte di Stoccarda - ma anche dai tanti clienti che hanno scelto di condividere con gli altri partecipanti la configurazione della propria Porsche, esibendola negli spazi dedicati e creando così un quadro suggestivo, con la presenza del Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo, a fare da sfondo.

E non c'è storia, la 911 è stata la protagonista assoluta di Icons of Porsche. Del resto, più icona di lei è difficile trovarne. Non solo se si parla di Porsche ma in generale. E poi, proprio nel 2023, compie 60 anni e a Dubai ho avuto la possibilità di poggiare gli occhi su ogni generazione e versione.

Tra queste la S/T, una special a tiratura limitata, l'ultima delle 27 varianti basate sulla 992, ormai prossima al passaggio di testimone alla versione rinnovata, in arrivo nel 2024 (con la quale debutterà la prima 911 ibrida della storia).

Icons of Porsche 2023

A proposito di compleanni, nel 2022 la Cayenne ha spento 20 candeline. Uno dei modelli più controversi, all'inizio, della storia di Porsche, che si è poi rivelata una mossa di enorme successo, da un lato riuscendo a soddisfare centinaia di migliaia di clienti alla ricerca di una Cavallina a ruote alte, dall'altro dando a Porsche le risorse per continuare a sviluppare le sportive più entusiasmanti del mondo. A Dubai il primo SUV di Porsche si è mostrato nelle più disparate versioni ottimizzate per il fuoristrada. E per il deserto, ovviamente.

Che colpo d'occhio!

E, a proposito di sportive e di icone, non potevano certo mancare le hypercar. La Mission X, ancora prototipo, pensata per un futuro in cui la prestazione è legata a doppio filo con l'elettrificazione totale, è solo l'ultima di una affascinante stirpe che parte dalla 959 di fine anni Ottanta, prodotta in soli 292 esemplari e all'epoca la rivale numero uno della Ferrari F40.

Icons of Porsche 2023

La storia prosegue con la splendida Carrera GT dei primi anni Duemila (1.270 unità prodotte) e poi con la 918 Spyder del 2013, capolavoro di tecnica ancora attuale, anche questa prodotta in serie limitata: 918 esemplari. Non casuale.

Icons of Porsche 2023

E, considerando l'esclusività di questi modelli, riuscire a vederne così tante insieme, con configurazioni uniche, è qualcosa che lascia a bocca aperta.

C'è anche la nuova Panamera

Non c'era occasione migliore dell'Icons of Porsche, poi, per togliere i veli alla nuova Panamera, che da queste parti, così come in Cina e negli Stati Uniti, raccoglie grande successo di pubblico.

Icons of Porsche 2023

Si tratta della terza generazione e, se da un lato offre piacevoli conferme come una linea sportiva ma elegante e un abitacolo rifinito in modo eccezionale, dall'altro sfoggia delle primizie tecniche come due varianti ibride plug-in e le nuove sospensioni indipendenti idrauliche alimentate da pompe elettriche.

In questo modo non solo salire a bordo è più facile (l'altezza da terra varia in meno di un secondo) ma si può fare a meno delle barre antirollio per tenere l'auto piatta e contrastare le inerzie.

Non serve arrivare a Dubai

Sessantamila persone, dicevamo, che unite dalla passione o dalla curiosità per il mondo Porsche, hanno non solo potuto ammirare alcune delle auto più esclusive del pianeta ma anche trascorrere il tempo tra tantissime attività ludiche. Aree tematiche, installazioni e performance artistiche, area kids con le attrazioni Lego Technic, simulatori di guida e tanto tanto altro, tra cui le aree food e gadget.

Icons of Porsche 2023

Sul palco principale si sono alternati vari musicisti e dj, orchestrati dalla presentazione di Mr JWW, uno degli YouTuber più celebri del mondo se si parla di motori.

Icons of Porsche 2023

Insomma, è stato un weekend all'insegna dell'amore per le belle auto e per la condivisione della passione. Qualcosa di fantastico, ma sapete qual è la bella notizia? Non serve arrivare fino a Dubai, con il Porsche Festival organizzato in Italia si può respirare la stessa atmosfera, così come con tutti gli altri eventi che Porsche organizza regolarmente e che potete trovare nella pagina dedicata.

Fotogallery: Foto - Icons Of Porsche 2023