Dopo tanta attesa, ecco le prime foto dell'Alfa Romeo Milano, il SUV compatto ancora coperto dalle ultime camuffature che è già in grado di far capire quali sono le sue forme e come intende affrontare il mercato a partire dal debutto fissato ufficialmente per il 10 aprile 2024.

Oltre al giorno della presentazione ufficiale, a cui mancano poco più di due mesi e che avverrà a Milano durante un evento trasmesso in streaming, la Casa del Biscione ci fa sapere anche i dettagli delle fasi finali della messa a punto dell'Alfa Romeo Milano nello storico circuito di Balocco.

I padri nobili della Milano

Gli ingegneri che hanno seguito la progettazione e lo sviluppo di Alfa Romeo 4C, 8C, Giulia e Stelvio Quadrifoglio e 33 Stradale sono gli stessi che hanno delineato le caratteristiche di handling e dinamica di guida della nuova Milano, pensata per essere al top della categoria in fatto di prestazioni.

Alfa Romeo Milano, le prime foto

L'Alfa Romeo Milano con gli ingegneri che l'hanno sviluppata

A prometterci il meglio del piacere di guida dall'Alfa Romeo Milano sono esperti come Domenico Bagnasco, responsabile validazione della sintesi dinamica del veicolo, che presso il Proving Ground di Balocco ha sviluppato un SUV che possa puntare all'eccellenza.

Obiettivo: "Una dinamica di guida inconfondibile"

La squadra di sviluppo di Alfa Romeo Milano, guidata da Stefano Cereda (uno dei padri della piattaforma Giorgio impegnati nella creazione della Giulia), è focalizzata sulla definizione di una dinamica eccellente con interventi mirati e specifici sul gruppo sospensioni.

Alfa Romeo Milano, le prime foto

L'Alfa Romeo Milano sulla pista di Balocco

 

Il fine di questo lavoro di affinamento della Milano rimane "una dinamica di guida inconfondibile grazie a uno sterzo diretto ed estremamente preciso che garantisce un inserimento in curva rapido con un elevato livello di aderenza".

Anche l'ergonomia della Milano ha la sua importanza

Un altro degli uomini Alfa Romeo impegnati nel centro prove e sviluppo di Balocco (VC) è Luigi Domenichelli, l'ingegnere italiano che si occupa della validazione di tutti i sottosistemi di Milano in termini di prestazioni, durabilità e comfort. Tra gli ambiziosi target progettuali di Alfa Romeo Milano c'è infatti anche un’ergonomia ai vertici della categoria grazie a una raffinata  interfaccia uomo macchina.

Fotogallery: Alfa Romeo Milano, le prime foto