Nuovi interni, infotainment, allestimenti e colori con assistenti alla guida aggiornati. Non ci sono fari a LED e virtual cockpit

Si chiama ufficialmente Model Year 2020 il restyling che ci si attendeva per l’Alfa Romeo Stelvio, riguarda anche l’Alfa Romeo Giulia e va ad intervenire su molti degli aspetti per cui spesso si è detto e scritto che “non si è ancora al livello della migliore concorrenza”. Questo, in sintesi, è l’aggiornamento che - per quanto riguarda il SUV, in particolare - arriva a 3 anni dal lancio sul mercato, visto che la commercializzazione della Stelvio MY 2020 è prevista per l’inizio del prossimo anno.

Il debutto in anteprima mondiale è al Salone di Los Angeles, ma noi di Motor1.com abbiamo già provato la Stelvio restyling in anteprima. E dunque seguitemi in questa prima esperienza di guida, raccontata anche nel video, che è stata organizzata sulle piste di prova del Gruppo FCA e sulle strade attorno a Balocco.

Fotogallery: Alfa Romeo Stelvio MY 2020

Com'è fuori

Il model year 2020 non rende riconoscibile la nuova Stelvio a colpo d’occhio perché sostanzialmente la carrozzeria non cambia, se non per dettagli che dipendono da singoli allestimenti, come potete leggere più avanti. A differenza di quanto successo con il restyling della cugina Maserati Ghibli, ad esempio, i fari anteriori non diventano né full Led né a matrice di Led, mantenendo invece le lampade allo Xeno delle versioni più complete.

Quello che è stato introdotto è un nuovo schema per le tinte della carrozzeria, suddivise in quattro gamme. Alla linea di colori chiamata Competizione appartengono le vernici tristrato Bianco Trofeo e Rosso Competizione; per quanto riguarda i colori Metal si possono fare due nuove scelte (Blu Anodizzato e Bianco Lunare), oltre al Verde Visconti che è nuovo sulla Giulia, in aggiunta alle vernici Grigio Vesuvio, il Grigio Stromboli, il Grigio Silverstone, il Grigio Vulcano, il Blu Misano, il Blu Montecarlo; la gamma Solid è composta da Bianco, Rosso Alfa e Nero (in esclusivo per la Giulia); i nuovi colori Old Timer, legati alla storia del marchio, sono l’Ocra GT Junior e il Rosso 6C Villa d’Este.

Alfa Romeo Stelvio MY 2020
Alfa Romeo Stelvio MY 2020

Com'è dentro

Fra le osservazioni che sono state fatte alla Giulia e alla Stelvio in termini di elementi su cui migliorare c’è sempre stato l’argomento interni. A livello di finiture, sul Model Year 2020 arriva un volante ridisegnato, con un’impugnatura modificata, materiali di rivestimento diversi e con i tasti per i nuovi dispositivi di ausilio alla guida.

Anche la leva del cambio automatico ad 8 rapporti è stata ripensata: ora è rivestita in pelle ed è incorniciata da elementi lucidi, come nel caso della bandiera italiana. Stesso discorso - quello d’incrementare il livello di qualità percepita - per quel che riguarda il rotore che comanda il sistema infotelematico, per cui sono stati scelti nuovi materiali ridefinendo anche la risposta al tatto.

Alfa Romeo Stelvio MY 2020

Sempre rimanendo nella zona del tunnel centrale, a cambiare sono anche i vani portaoggetti, altro aspetto da ottimizzare rispetto al progetto originale parlando di praticità. Non solo in termini di spazio. Sotto al bracciolo in mezzo ai sedili anteriori, infatti, il volume disponibile è stato riorganizzato prevedendo anche una mensola per la ricarica wireless del telefono, in posizione avanzata, verso il comando elettrico del freno di stazionamento. Cambia, inoltre, lo schermo del computer di bordo da 7” davanti agli occhi di chi guida, così come il display al centro della plancia da 8,8” che diventa touchscreen.

Alfa Romeo Stelvio MY 2020

Il sistema di infotainment sviluppato con Magneti Marelli, infatti, ora si può comandare anche toccando lo schermo oltre che attraverso il rotore a distanza e i comandi vocali. In particolare, il display diventa multi-touch con la possibilità di modificare l’ordine delle schermate tenendo premuto con il dito e trascinando i contenuti come si farebbe in drag and drop su uno smartphone. La logica di funzionamento non è più organizzata per menu ma per applicazioni e widget, fra cui si può navigare con movimenti di scroll verticali oppure con degli swipe orizzontali.

Alfa Romeo Stelvio MY 2020

Il dispositivo è compatibile con Apple Car Play e Android Auto, è predisposto per collegare fino a 8 dispositivi in Wi-Fi ed è connesso alla rete con una serie di pacchetti per funzioni come: le chiamate di emergenza in caso di incidenti o avarie; il controllo a distanza via smartphone o smartwatch delle serrature, per comunicare con l’auto attraverso Amazon Alexa o Google Home o per avvisare in caso di furto; la consultazione da remoto dei parametri dell’auto oppure delle impostazioni di navigatore, meteo o autovelox.

Piacere di guida

Essendo nata sulla piattaforma della Giulia (chiamata “Giorgio”), l’Alfa Romeo Stelvio è diventata il riferimento nella categoria dei SUV per il suo comportamento su strada. E queste sue doti dinamiche restano anche sul Model Year 2020, visto che le tarature di sterzo, sospensioni ed elettronica di gestione di motore e trasmissione conservano la sportività tipica del marchio. Invariata anche l’offerta per quanto riguarda le motorizzazioni, per cui non sono previste ad esempio versioni elettrificate (nemmeno mild hybrid), mentre le novità interessano principalmente i cosiddetti ADAS.

Alfa Romeo Stelvio MY 2020
Alfa Romeo Stelvio MY 2020

Comfort

I dispositivi di guida assistita sono di livello 2, con il guidatore che quindi deve sempre mantenere le mani sul volante, permettendo all’auto di supportarlo attraverso il controllo di acceleratore, freno e sterzo.

Come spiegato nel filmato sono stati introdotti, in particolare, i seguenti sistemi: traffic jam assist, highway assist, intelligent speed control, lane keeping assist, active blind spot assist e traffic sign recognition. Il tutto, per migliorare quella che viene chiamata sicurezza attiva, ma anche il relax di guida nelle condizioni più stressanti come le code, il traffico in autostrada o i viaggi di notte.

Alfa Romeo Stelvio MY 2020
Alfa Romeo Stelvio MY 2020

Curiosità

Con la nuova Stelvio, Alfa Romeo rispolvera dei nomi storici nella sua lunga tradizione. Fra gli allestimenti disponibili, infatti, ecco comparire di nuovo - dopo diversi anni di assenza - la sigla Ti, che sta per Turismo Internazionale, o la versione Sprint. Fino ad arrivare all’allestimento Veloce, una novità per la Stelvio, così come nuovo è il livello Veloce Ti, dedicato alla Giulia.

In generale, la gamma parte dalla Stelvio “base”, salendo al modello chiamato Super, su cui vengono realizzate le varianti Business dedicate alle esigenze delle flotte aziendali. Si passa poi alla Stelvio Ti, alla Sprint e alla Veloce, con al vertice sempre la Stelvio Quadrifoglio.

Alfa Romeo Stelvio MY 2020
Alfa Romeo Stelvio MY 2020

Quanto costa

I dettagli sui motori abbinati ai singoli allestimenti e sugli equipaggiamenti li trovate nel nostro listino, in cui avrete anche a disposizione gli aggiornamenti sui prezzi della Stelvio MY 2020, definiti al momento del lancio sul mercato previsto per l’inizio del 2020.

Un aggiornamento, quello del nuovo SUV Alfa Romeo, programmato per combattere in una categoria di auto apprezzata dai clienti (quella delle varie Audi Q5, BMW X3, Mercedes GLC o Volvo XC60, per citare i modelli premium più diffusi) e che anticipa la sorella minore della Stelvio, l’Alfa Romeo Tonale. Un nuovo modello, quindi, di cui è sfuggita qualche foto spia dei primi esemplari di pre-produzione usati come termine di paragone rispetto alle concorrenti.

Alfa Romeo Stelvio 2.2 Turbo Diesel 210 CV AT Q4

Motore 2.2 Turbo Diesel
Potenza 210 CV
Coppia Massima 470 Nm
Trasmissione Automatica 8 marce
Trazione Integrale
Velocità Massima 215 km/h
Accelerazione 0-100 km/h 6,6 secondi
Consumi 5,6 l/100 km
Emissioni 146 g/km
Lunghezza 4,68 m
Larghezza 1,90 m
Altezza 1,63 m
Peso 1.745 kg
Prezzo base N.D.
In vendita Inizio 2020