Non succede spesso di poter guidare un'auto che è così originale e tecnicamente insolita da risultare praticamente unica al mondo. Quando poi quest'auto è un'ibrida plug-in di tipo range extender con motore rotativo a fare da generatore di elettricità, allora la curiosità cresce ancora.

Ovviamente mi riferisco alla Mazda MX-30 R-EV, il SUV elettrico giapponese che con la batteria dimezzata e l'aggiunta di un motore Wankel a benzina che non fornisce trazione alle ruote diventa appunto ibrida plug-in ed è protagonista di una nuova prova dei consumi reali.

Nella prova di 360 km da Roma a Forlì, come per tutte le PHEV fatta partendo con la batteria carica al 100%, ho ottenuto una media di consumo di 5,65 l/100 km (17,70 km/l) e speso 42,61 euro per l'energia del viaggio (37,81 euro di benzina + 4,80 euro di elettricità). In uscita da Roma ho percorso 78 km in modalità elettrica.

Tre le ibride plug-in c'è chi consuma meno

I 5,65 l/100 km che ho registrato non permettono alla Mazda MX-30 R-EV di brillare nella classifica dei consumi reali, neppure nella sotto categoria dei SUV ibridi plug-in. Consumi più alti li hanno fatti segnare solo le più grandi Mitsubishi Outlander PHEV (5,95 l/100 km - 16,8 km/l), Range Rover Evoque P300e plug-in hybrid (6,15 l/100 km - 16,2 km/l) e Sportequipe 8 Plug-in Hybrid (6,30 l/100 km - 15,8 km/l), oltre alla potentissima BMW XM (6,45 l/100 km - 15,5 km/l).

Mazda MX-30 R-EV, la vista di tre quarti anteriore

Mazda MX-30 R-EV, la vista di tre quarti anteriore

Tra i SUV con motorizzazione ibrida plug-in più efficienti e in vantaggio sulla nuova Mazda si segnalano invece l'Alfa Romeo Tonale Plug-in Hybrid Q4 (5,40 l/100 km - 18,5 km/l), la Volvo XC40 T5 Recharge Plug-in Hybrid (4,80 l/100 km - 20,8 km/l), la Renault Captur E-TECH Plug-in Hybrid 160 (4,20 l/100 km - 23,8 km/l) e la capolista Kia Niro 1.6 GDi Plug-in Hybrid DCT (3,10 l/100 km - 32,2 km/l).

Il piacere della trazione elettrica

L'auto che ho provato è una Mazda MX-30 R-EV Edition R, la versione speciale con verniciatura bicolore Maroon Rougee e i simboli che richiamano il motore rotativo sia dentro che fuori. Di serie ci sono poi i cerchi in lega da 18", i fari full LED, il tetto apribile elettrico, l'head-up display e le ormai famose porte posteriori controvento che a volte risultano un po' piccole e scomode per l'accesso.

Mazda MX-30 R-EV, gli interni

Mazda MX-30 R-EV, gli interni

Il prezzo di listino, tinta speciale inclusa, è di 46.020 euro e permette di guidare un'auto che ha linee molto originali, materiali interni unici come il sughero e il piacere della trazione elettrica anteriore sempre silenziosa e confortevole e con 170 CV a disposizione (60 kW continui da libretto). Bene anche l'assetto preciso e rilassante al tempo stesso.

Davvero curioso è invece il funzionamento del motore rotativo tipo Wankel di Mazda che si attiva per ricaricare la batteria a regime costante o per fornire direttamente energia al motore elettrico di trazione. Solamente l'accessibilità e l'abitabilità dei sedili posteriori non mi ha soddisfatto molto.

La nostra prova della Mazda MX-30 R-EV

Fa almeno 70 km in elettrico

Con la batteria da 17,8 kWh completamente carica questa Mazda MX-30 mi ha permesso di percorrere in media quasi 70 km in elettrico, con punte fino a 100 km guidando in modo fluido e a velocità costante su percorsi ideali da economy run.

Quando la batteria è scarica, invece, i consumi di benzina del motore rotativo con una cilindrata di 1.660 cc e una potenza di 75 CV tendono a salire piuttosto rapidamente, soprattutto in autostrada. Il serbatoio da 50 litri permette comunque di disporre sempre di un'autonomia compresa tra i 400 e i 500 km. Ho trovato poi molto utile l'ottima velocità di ricarica che va da un minimo di 11 kW in corrente alternata ai 50 kW in corrente continua.

Mazda MX-30 R-EV, la vista posteriore

Mazda MX-30 R-EV, la vista posteriore

I consumi a batteria scarica

  • Misto urbano-extraurbano: 8,8 l/100 km (11,3 km/l)
    565 km di autonomia teorica
  • Autostrada: 11,2 l/100 km (8,9 km/l)
    445 km di autonomia teorica
  • Economy run: 5,6 l/100 km (17,8 km/l)
    890 km di autonomia teorica

Cosa dice la carta di circolazione

Modello Alimentazione Potenza Omologazione Massa a vuoto Emissioni CO2
(WLTP)
Mazda MX-30 R-EV Edition R Ibrido
(Benzina)
60 kW Euro 6d-ISC-FCM
(Risp Reg UE 2018/1832 AP)
1.778 kg 21 g/km

Dati

Vettura: Mazda MX-30 R-EV Edition R
Listino base: 44.270 euro
Data prova: 29/02/2024
Meteo (partenza/arrivo): Pioggia, 17°/ Pioggia, 12°
Prezzo carburante: 1,859 euro/l (Benzina) - 0,27 euro/kWh (elettricità)
Km del test: 928
Km totali all'inizio del test: 4.421
Velocità media nel tratto Roma-Forlì: 77 km/h
Pneumatici: Toyo Observe S944 - HL 215/55 R18 99V XL M+S (Etichetta UE: D, B, 71 dB)

Consumi

Media "reale": 5,65 l/100 km (17,70 km/l)
Computer di bordo: 5,8 l/100 km
Alla pompa: 5,5 l/100 km
Scopri le modalità e i criteri della prova di consumo

Conti in tasca

Spesa "reale": 42,61 euro (37,81 euro di benzina + 4,80 euro di elettricità)
Spesa mensile: 84,03 euro (800 km al mese) *
Quanto fa con 20 euro: 190 km *
Quanto fa con un pieno: 885 km
* Senza contare la spesa per l'elettricità

La prova Roma-Forlì ha anche la sua classifica aggiornata dei consumi. Datele un'occhiata e troverete molte sorprese.

Fotogallery: Mazda MX-30 R-EV, la prova