Vademecum su procedure e costi della tassa automobilistica nella terra dei motori per eccellenza

Anche questa settimana continua il nostro viaggio alla scoperta dei metodi di pagamento del bollo nelle diverse regioni italiane (in basso trovate tutti i link).

Arrivati al sesto appuntamento, la nostra attenzione si sposta sull’Emilia-Romagna: nella regione ai piedi dell’appennino sono disponibili diverse opzioni per versare la tassa automobilistica, dai classici canali fisici a soluzioni online. Inoltre, in caso di necessità è possibile rateizzare il contributo.

Indice:

Calcolo bollo auto

Classe ambientale Fino a 100 kW di potenza Oltre i 100 kW di potenza
Euro IV, V e VI 2,58 €/kW 3,87 €/kW
Euro III 2,70 €/kW 4,05 €/kW
Euro II 2,80 €/kW 4,20 €/kW
Euro I 2,90 €/kW 4,35 €/kW
Euro 0 3,00 €/kW 4,50 €/kW
Metano, Gpl, idrogeno, elettrici 2,58 €/kW -

Quando si deve pagare il bollo Auto in Emilia-Romagna

Il bollo è una tassa di possesso che in Emilia-Romagna è dovuta da tutti coloro che sono proprietari o locatari utilizzatori, in caso di prestito a lungo termine, di un’autovettura iscritta al Pubblico Registro Automobilistico (PRA).

La tassa auto deve essere rinnovata ogni 12 mesi e il contributo va versato entro la fine del mese successivo alla scadenza. La Regione Emilia-Romagna ha però deciso, vista la difficile situazione creatasi con la pandemia, di posticipare la scadenza del bollo per la maggior parte degli utenti fino al 31 marzo 2021 (ulteriori informazioni qui).

Esistono anche alcune categorie di veicoli che non sono soggette al pagamento del bollo, come le autovetture ultratrentennali, che sono tenute a versare la sola tassa di circolazione (importo forfettario di 25,82 euro per gli autoveicoli e 10,33 euro per i motoveicoli). Per ulteriori informazioni su riduzioni ed esenzioni, per esempio nel caso di mezzi elettrici o conducenti con disabilità, si può fare riferimento alla pagina del Portale ACI dedicata alla Regione Emilia-Romagna alla voce “Riduzioni ed Esenzioni”.

Per conoscere la posizione tributaria relativa ai propri veicoli si può scaricare gratuitamente ACI SPACE, la nuova app mobile di ACI, che permette di sapere se si è in regola con i pagamenti del bollo per l’anno in corso e dei precedenti quattro. In alternativa è possibile iscriversi al servizio “RicordaLaScadenza” di ACI, che notifica l’utente quando è necessario rinnovare il bollo.

Pagamento tramite sportelli o intermediari

Il modo più diffuso per pagare il bollo è il versamento attraverso canali fisici, di solito enti convenzionati, ma già dall’anno scorso tutti i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione vengono effettuati tramite la piattaforma online pagoPA, utilizzata anche da questi intermediari. Ciò risulta spesso nell’addebito di commissioni, che rendono questo metodo di pagamento il più comodo ma non sempre il più vantaggioso economicamente.

In ogni caso, in Emilia-Romagna sono numerosi i canali fisici attraverso i quali saldare il bollo e chi sceglie questa soluzione può rivolgersi a: Delegazioni ACI, Agenzie Sermetra e altre agenzie di pratiche auto autorizzate (Isaco, PTAvant, Stanet; Agenzia Italia Net Service), uffici postali, tabaccherie accreditate e punti vendita Lottomatica, esercizi convenzionati Banca 5, Istituti di Credito e ATM che erogano questo servizio.

Pagamento via internet tramite pagoPA

In Emilia-Romagna ci sono due modalità per assolvere al pagamento della tassa auto online. La prima è utilizzare il servizio ACI denominato Bollonet, al quale è possibile registrarsi gratuitamente per effettuare il versamento. La seconda è utilizzare uno dei servizi di home banking degli istituti bancari accreditati come Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP), ovvero che accedono a pagoPa. Come accennato, infatti, già da qualche anno tutti i versamenti alla Pubblica Amministrazione passano dalla piattaforma per i pagamenti online pagoPA.

Anche nel caso di pagamenti online all’importo relativo alla tassa possono applicarsi ulteriori commissioni determinate dalla modalità di pagamento, che variano a seconda del servizio scelto.

Rateizzazione

La Regione Emilia-Romagna offre anche, a chi ne avesse bisogno, la possibilità di rateizzare il pagamento del bollo. La rateizzazione è prevista per i pagamenti superiori ai 200 euro: le somme dovute possono essere dilazionate in pagamenti trimestrali con importo minimo di 100 euro, per un massimo di 10 ratei trimestrali. In particolari situazioni di disagio o necessità si possono rateizzare anche somme superiori a 90 euro, con rate mensili a partire da un minimo di 30 euro fino a un massimo di 13 rate.

Chi vuole rateizzare il pagamento del bollo può farlo inviando l’apposita istanza (una per ogni veicolo), via PEC, via posta elettronica, per fax o per raccomandata, al servizio Bilancio e finanze di Regione Emilia-Romagna (ulteriori informazioni e modulistica qui, alla voce “Rateizzazioni”).

In sintesi

Ecco riassunte tutte le modalità di pagamento del bollo in Emilia-Romagna

A) Tramite sportelli o intermediari

  • Delegazioni ACI
  • Agenzie Sermetra e altre Agenzie di pratiche auto presenti sul territorio (Isaco, PTAvant,
  • Stanet; Agenzia Italia Net Service)
  • esercizi convenzionati Banca 5
  • sportelli e ATM degli istituti di credito accreditati che erogano questo servizio
  • uffici di Poste Italiane
  • tabaccherie abilitate e punti Lottomatica

B) Tramite internet (pagoPA)

  • Bollonet di ACI
  • homebanking (Istituti di Credito e di Poste Italiane purché aderenti alla piattaforma pagoPA)

Come pagare il bollo nelle varie regioni